11/08/06

Senza titolo 1398

Il 26 agosto ad Assisi per la pace in Medio Oriente


Aderisci subito! - Non mancare!

 

Cari amici, vi invitiamo ad aderire e a partecipare alla manifestazione per la pace in Medio Oriente che si terrà sabato 26 agosto ad Assisi (vedi appello di seguito).

La guerra non va in vacanza e diventa ogni giorno più crudele.

In Libano, in Galilea come a Gaza, in Iraq e in Afghanistan.

Queste guerre sono una tragedia per tutti. Anche per noi.

Non mettiamo la testa sotto la sabbia.

Non arrendiamoci all´idea di un conflitto e di un odio senza fine.

Incontriamoci ad Assisi per gridare ancora più forte la nostra denuncia e il nostro progetto di pace.

 

La pace è possibile ma ci dobbiamo impegnare tutti.

Vi chiediamo di fare ogni sforzo per partecipare e per diffondere l´invito.

 

In attesa di risentirci per organizzare insieme la manifestazione vi inviamo i più cordiali saluti.

Flavio Lotti e Grazia Bellini
Coordinatori Nazionali
Tavola della Pace

Perugia, 10 agosto 2006

 

Per adesioni e informazioni rivolgersi a:
Tavola della Pace, via della viola 1 (06100) Perugia Tel. 075/5736890 - fax 075/5739337 -


.......................................

In nome dei diritti umani e della legalità internazionale gridiamo insieme:
"Fermatevi! Fermiamola!"


Il 26 agosto incontriamoci ad Assisi per la pace in Medio Oriente
-------------------------------
Non possiamo tollerare che si ripeta la vergogna dei Balcani e del Ruanda
Appello a tutte le donne e uomini di buona volontà
Nulla può giustificare la strage degli innocenti

 

"La guerra continua. Ora dopo ora. Giorno dopo giorno. Spaventosa. Crudele. Orribile. Impossibile il conto dei morti e dei feriti.

Indicibili le sofferenze delle popolazioni fino ad ora scampate alle stragi. Inestimabili le devastazioni. Noi giornalisti, testimoni della guerra che sta devastando il Libano e il Medio Oriente, sentiamo il dovere di rilanciare il disperato appello dei bambini, delle donne, degli uomini, dei feriti, degli sfollati, degli ammalati di questa terra insanguinata: ma dov´è il mondo?

Fate qualcosa per fermare questa follia senza misura.

Chiedete l´immediato cessate il fuoco a tutte le forze in campo.

Non restate in silenzio. Fatelo subito. Fatelo ora."

 

Gianluca Ales, inviato Sky TG24, Giuseppe Bonavolontà, inviato Rai TG3, Stefano Chiarini, inviato Il Manifesto, Luca Del Re, corrispondente Tg La7, Michele Giorgio, inviato Il Manifesto, Marc Innaro, corrispondente Rai, Daniele Mastrogiacomo, inviato La Repubblica, Andrea Nicastro, inviato Corriere della Sera, Ferdinando Pellegrini, inviato GR Rai, Ennio Remondino, corrispondente Rai, Claudio Rubino, telecineoperatore Rai TG3, Barbara Schiavulli, Avvenire, Neliana Tersigni, corrispondente Rai , Giuseppe Zaccaria, inviato La Stampa, Eric Salerno, corrispondente Il Messaggero, Umberto De Giovannangeli, L´Unità, Roberto Natale, Segretario Nazionale Sindacato dei Giornalisti della Rai (Usigrai). 5 agosto 2006


......................

"Di fronte all'amara constatazione che finora sono rimaste inascoltate le voci che chiedevano un immediato cessate-il-fuoco in quella martoriata regione, sento l'urgenza di rinnovare il mio pressante appello in tal senso, chiedendo a tutti di offrire il loro fattivo contributo alla costruzione di una pace giusta e duratura."
Papa Benedetto XVI
, 6 agosto 2006

 * * *

La guerra è solo una inutile strage di bambini e civili innocenti.

In nome dei diritti umani e della legalità internazionale gridiamo insieme:
"Fermatevi! Fermiamola!"

 

Sabato 26 agosto 2006 ore 10.00
Incontriamoci ad Assisi
"Gridiamo ancora più forte la nostra denuncia e il nostro progetto di pace"


In Medio Oriente si sta ripetendo la vergogna dei Balcani e del Ruanda. Denunciamo il cinico e illegale comportamento di quei governi che paralizzano l´Onu e l´Unione Europea.

 

Questa guerra è una tragedia per tutti. Anche per noi. Non mettiamo la testa sotto la sabbia.

 

Non arrendiamoci all'idea di un conflitto e di un odio senza fine. La pace è possibile.

E' venuto il tempo di un impegno forte, autorevole e coraggioso dell'Italia e della comunità internazionale per mettere definitivamente fine alle guerre del Medio Oriente.

 

A ognuno di fare qualcosa per fermare le stragi, per soccorrere le vittime, per liberare il popolo libanese, palestinese, israeliano, iracheno, afgano, dalla morsa della guerra, del terrorismo e della violenza, per fermare i produttori e trafficanti di armi, per far prevalere la forza della legge sulla legge della forza, perché torni a germogliare la speranza.


"Non ci sarà pace nel mondofinchè non regnerà in quelle terre piena pace. E tutti gli sforzi di pace in quelle terre avranno una ripercussione straordinaria sul pianeta intero."
Carlo Maria Martini

 

Coordinamento Nazionale degli Enti Locali per la pace e i diritti umani, Tavola della pace, Articolo 21, Francescani del Sacro Convento di Assisi, Acli, Agesci, Arci, Cgil, Cisl, Cipsi, Beati i Costruttori di pace, Volontari nel Mondo Focsiv, Legambiente, Associazione per la pace, Banca Etica, Ics, Emmaus Italia, Manitese, Pax Christi, Centro per la pace Forlì/Cesena, Peacelink, Lega per i diritti e la liberazione dei popoli, Fondazione italiana per il volontariato, Forum Trentino per la pace, Coordinamento Nazionale delle Comunità di Accoglienza, Movimento Federalista Europeo, Libera Associazione Nomi e Numeri contro le Mafie, Campagna Sbilanciamoci!, Campagna Chiama L´Africa, Associazione delle Ong italiane, Cipax, Action Aid, Associazione Papa Giovanni XXIII, DPI Italia, Rete Radié Resch, Smile Mission onlus, Progetto Rwanda onlus, Tavola della Pace e della Cooperazione di Pontedera (Prime adesioni)

Perugia, 10 agosto 2006

 

Per adesioni e informazioni:

Tavola della Pace, via della viola 1 (06100) Perugia Tel. 075/5736890 - fax 075/5739337 - e mail: segreteria@perlapace.it - www.tavoladellapace.it

Coordinamento Nazionale Enti Locali per la Pace e i Diritti Umani,

Perugia - tel. 075/5722479-fax 075/5721234 email: info@entilocalipace.it - www.entilocalipace.it

Nessun commento: