Visualizzazione post con etichetta "L'attimo fuggente". Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta "L'attimo fuggente". Mostra tutti i post

03/07/17

Scoop letterario per gli alunni del liceo G, Dettori di tempio pausania gli studenti del Dettori si sono cimentati nella traduzione di un inedito del poeta W. Whitman.


Lo   so    che    vi sembrerà  che mi contraddico     con   quanto detto : <<  [ .... ]  In fondo   non c'è  bisogno  d'avere [ di  raschiare il fondo del  barile o  andare aa ricerca  di nuovi scritti  inediti   stesso discorso   che vale in tutte le forme  d'arte     aggiunta mia   ] un nuovo reperto  per  celebrare  l'infinita a  grandezza   del poeta  [ ....] >> nel mio post precedente sulla  storia  disney  dedicata  a  Giacomo Leopardi .Riportando  con toni trionfalistici   questa  storia   presa  dalla  nuova  sardegna   edizione Olbia-Tempio  del  2\7\2017


TEMPIO È il tipico esempio, riuscito e felicemente realizzato, di didattica laboratoriale. Un romanzo di fine '800 tradotto in italiano dall'inglese. Gli autori sono i ventitrè studenti della quinta Classico del Liceo Dettori. L'autore di cui hanno tradotto l'opera è uno dei più noti scrittori americani di tutti i tempi, Walt Whitman

http://libreriamo.it/libri/walt-whitman-le-poesie-piu-belle/
quello che un indimenticabile Robin Williams celebrò nel film di Peter Weir, "L'attimo fuggente", e che generazioni di scrittori italiani, a partire da Pavese, hanno profondamente amato.che generazioni di scrittori italiani, a partire da Pavese, hanno profondamente amato. Grazie alla loro insegnante di inglese, la professoressa Masina Depperu, gli studenti del Dettori 

si sono cimentati nella traduzione di un inedito di Whitman. In tutto ciò c'è un merito davvero straordinario, che va addirittura oltre le tante difficoltà tecniche che la traduzione di un'opera ricca di arcaismi, locuzioni e diversi errori di stampa inevitabilmente comporta. Con il loro lavoro, i 23 liceali e la prof hanno reso un servizio alla comunità dei critici e dei lettori, facendo scoprire anche nel nostro Paese un inedito Whitman, accostabile per certi versi all'inglese Dickens e anticipatore, per altri, dell'americanissimo Lee Masters dell'Antologia di Spoon River. Dal lavoro della prof Depperu (una mano all'insegnante di inglese è stata data dalla sua collega di Lettere, Alessandra Onorato, che ha revisionato il testo tradotto) e del suo giovanissimo team di traduttori verrà fuori sicuramente un prodotto editoriale. Modalità e tipologia dovranno essere valutati dalla Ds, Francesca Currò, che, da ex docente di Inglese, ha ben colto l'importanza del progetto. Ma di che cosa parla esattamente il romanzo che nel 1852 Whitman pubblicò a puntate su una rivista? Racconta una storia ambientata a Manhattan che ha per protagonisti un avvocato corrotto che vuole approfittare dell'eredità di una giovane donna che gli è stata affidata, e di Jack Engle, l'eroe positivo, colui che, innamorandosene, cercherà di difendere la giovane e bella ereditiera, orfana come lui. «Questa traduzione - precisa Masina Depperu - è nata da un rapporto di estrema fiducia tra i protagonisti della scuola italiana, insegnanti e studenti, che trascorrono il loro tempo migliore cercando di costruire un progetto di vita autonomo e creativo». Vale a dire il tipico, non tanto frequente però, lungimirante esempio di didattica laboratoriale.


Ma  qui  si tratta di letteratura    dispersa   non  di  un opera  che  magari  l'autore  ha  scelto   di non pubblicare  e  di scartare  .  Ma  soprattutto    un uso  critioco  e non passivo  delel conoscienze  , linguistiche  in questo caso  , apprese  a scuola  ,  ed  un insegnamento non nozionistico   da parte  del corpo  insegnante  

Archivio blog

Si è verificato un errore nel gadget