Visualizzazione post con etichetta elogio funebre. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta elogio funebre. Mostra tutti i post

11/11/18

il rap è anche amicizia non solo odio , denuncia politica , ecc . la canzone Tra Di Noi (R.I.P.) (feat. Ekoms)

   di cosa stiamo parlando 

  •  di un orrendo delitto  , quello di  emanuel  careddu   ragazza  17  enne  caduto  nellla tossicodipendenza  ed ucciso  per  non aver pagato i debiti  ed  il corpo   sfigurato dallo scempio  ,  da  una  banda  di coetanei   e  altri minori  qui  ulteriori news 


da  https://www.vistanet.it/   del   10/11/2018 16:28 Federica Cabras


“Tra di noi”, Nicholas Frau canta la loro amicizia. Su YouTube il brano per ricordare Manuel Careddu

Slad (Nicholas Frau), amico storico di Manuel Careddu, nella canzone “Tra di Noi” – in collaborazione con Ekoms – parla della profonda amicizia con il 18enne, barbaramente ucciso da alcuni ragazzi, e del dolore che porta la sua morte.
Il dualismo tra vita e morte, nel brano “Tra di Noi”, e ricordi che si accavallano e che si insinuano senza pietà nel cuore di chi ascolta questa canzone, complice di un’amicizia che aveva ancora tanti giorni davanti a sé.
Si parla della passione di Manuel per il disegno – Nicholas ha poi dichiarato alla Nuova Sardegna che il sogno di suo “fratello” era fare il tatuatore e avrebbe tanto voluto rifarsi una vita – e di cose da giovani, cose normali che mal si sposano a quello che il destino ha deciso… una sveglia, quella per andare a scuola, che suonava sempre troppo presto, i giochi nel cortile, i momenti di allegria.“Ricordo da bambini nel cortile del palazzo, giocavamo a nascondino tutti insieme nello spiazzo. Correndo, saltando, ballando sotto il cielo aperto, cercando il divertimento. E niente ci importava, non pensavamo al male”.
Nicholas parla anche delle terribili ore, dei giorni e delle settimane che si è dovuto attendere prima di avere la verità, una verità scomoda, dolorosa e fredda. La verità sulla sua morte. Tutto, tutto è stato spazzato via da quello che sembrava un sogno, un brutto sogno.
Un pensiero è sempre per Fabiola, la mamma di Mnauel che ora non sa darsi pace per quel figlio perduto.
“Il cielo di notte non lo posso più guardare. La paura di vederti e non poterti riabbracciare. Ci aggrappiamo alla speranza e a qualcosa di impossibile vedendo la distanza tra di noi”.
E una speranza, amara certamente: “Ti immagino tra gli angeli ridendo e facendo festa”.
La mente corre, per un po’, solo ai suoi aguzzini. “Non so – canta Slad – cosa abbiano avuto in mente continuando a vivere ogni giorno tranquillamente”.
Insomma, un brano che su You Tube ha totalizzato già 10 mila visualizzazioni che canta di due giovani che, cresciuti insieme, avrebbero avuto ancora tutto il tempo del mondo per camminare spalla contro spalla, per sostenersi e per divertirsi ma che il destino beffardo ha voluto separare.

Un brano  , ed  a  dirlo  ed  è  uno  che non ama  tanto  il rap  e  l'hip hop ma   visto  che  fra i  giovani    e non solo   sta  diventando   un genere  destinato ad  influenbzare   la  musica  italiana     come i cantautori degli anni  60\80  non ne  disdegna  aprioristicamente  l'ascolto ,  un  intenso   ed  toccante   .   Esso   smonta  come  ho  già detto nel  tiutolo   un luogo  comune  che  vede   nel  rap\ hip hop   solo  violenza  ed  sessismo , vita  bruciata  , liti    ed  insulti  , ed  denuncia politica  . Insomma  uno  di quei tentativi  tentati da  Lorenzo  Cherubini alias  Jovanotti  con serenata  rap ed  altre  canzoni    e gli ex articolo  31