Visualizzazione post con etichetta donna in coma partorisce una bambina. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta donna in coma partorisce una bambina. Mostra tutti i post

15/06/18

la morte è anche qualcosa di positivo perchè è d'essa che nasce la vita .

quando a ccetteemo  che dalla morte   o  una situazione   simile  (  vedere  seconda storia  )   nasce una  nuova  vita    allora la morte  non ci farà più paura  e l'accetteremo come un fatto naturale    e  riusciremo ad esorcizzarla- Ma  prima  d'iniziare   consiglio  per chi volesse approfondire tali argomenti consiglio

Ma  ora  bado alle  ciancie    ed  veniamo al post  vero e proprio  .le  cui  storie   sono prese  da repubblica   web del 15\6\2018

Mantova, donna in coma da oltre tre mesi partorisce una bimba Il parto è stato seguito da un'equipe di 30 persone. Durante l’intervento la donna, sottoposta ad anestesia spinale, ha più volte aperto gli occhi senza però parlare





Una donna di 33 anni di Mantova in coma da tre mesi e mezzo ha miracolosamente dato alla luce una bambina con peso e funzioni vitali del tutto normali. Lo riporta questa mattina la Gazzetta di Mantova. È successo ieri all'ospedale Carlo Poma di Mantova. La neonata, venuta alla luce all'ottavo mese sta bene  e solo per precauzione è stata ricoverata in terapia intensiva neonatale sotto stretta osservazione. Anche la madre ha superato bene l'intervento, durato oltre due ore e adesso è ricoverata in unità terapia intensiva coronarica per il monitoraggio post parto. Fuori dalla sala operatoria c'erano il padre e la nonna della neonata.



l ospedale carlo poma a mantova

La partoriente era stata colpita da un improvviso arresto cardio-circolatorio tre mesi fa e ricoverata nell'ospedale di Pieve di Coriano, nel Mantovano. Subito dopo, aveva avuto un ictus con conseguenti danni di natura neurologica. Da quel momento vive in uno stato di coma leggero che le impedisce di parlare e di rendersi conto di quanto le accade attorno. A fine maggio, approssimandosi la data del parto, era stata trasferita all'ospedale di Mantova.

Il parto è stato seguito da un'équipe di 30 persone tra medici, infermieri e tecnici guidata dal ginecologo Giampaolo Grisolia. Durante l’intervento la donna, sottoposta ad anestesia spinale, ha più volte aperto gli occhi senza però parlare. Segnali che, secondo i medici, non danno tuttavia la certezza che possa aver preso coscienza di essere diventata mamma


Dall'anoressia al trionfo: l'allenamento della campionessa di fitness è impressionante

Nel 2016 Hattie Boydle è diventata una campionessa mondiale di fitness vincendo il “World Beauty Fitness And Fashion”. Ma in passato l’australiana aveva vissuto il dramma dell’anoressia, arrivando a pesare appena 26 kg.



Lo sport l’ha aiutata a superare i problemi alimentari, fino a diventare un modello per le quasi 500mila persone che seguono il suo profilo Instagram. In questo esercizio, noto come Nordic drop progression, Hattie Boydle mette in mostra tutta la sua resistenza e fisicità

i