Visualizzazione post con etichetta cimiteri e religione. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta cimiteri e religione. Mostra tutti i post

12/04/19

Tanto rumore per nulla – cimiteri e religione il caso di Pieve Di Cento

credevo    che    tali  fatti    come    affermato   sulla mia  bacheca  di  facebook   fossero 


LOL Gli effetti della paura del diverso e dell'odio verso le culture estranee che creano allucinazioni o rincoglimento iniziate nel lontano 1993 a Lla periferia della Milano da bere e poi diffusi in tutta Italia anche al sud ed ora legalizzata . O esiti /risultato del buonismo d'accatto ?!
io credo non avendo trovato altri riscontri ( ne voi ne avete benvegano farò il crucifige ) sono per la prima ipotesi


Poi  cercando    in rete      cercando    verifiche  in rete   la  notizia   non è  propria   una  bufala   ma   ingigantita   montata dalla destra ( sia extra parlamentare sia parlamentare \ in doppietto )



Matteo Salvini
Pieve di Cento (BO), sindaco PD. Si parla di un "sistema motorizzato" al cimitero per coprire croci e altri simboli cristiani che potrebbero urtare le altre religioni. Se vero, è IDIOZIA,questa sinistra che ha paura delle nostre radici e della nostra cultura non si smentisce mai. https://t.co/iYMEk4bVl5
Twitter09/04/19 12:25


e  ruota       a  pappagallo   tutti i  siti     di destra ( pochi   in buona  fede   ) 





 e gli analfabeti funzionali  che    affermano 



Giuseppe Calì Ok per rispettare le altre religioni, ma cazzo volete rispettare anche la nostra? Visto che siamo a casa nostra?


La modalità selezionata è Più pertinenti, pertanto alcune risposte potrebbero essere state filtrate.

Ecco  il  perchè      

Al cimitero oscurano i crocifissi per non urtare le altre religioni

Questo il titolo dell’articolo pubblicato su Il Giornale online dopo la denuncia social di Galeazzo Bignami (deputato di Forza Italia eletto in Parlamento dal 2018).Il post di Bignami è questo:

Ecco l’ultima trovata del sinistrati che in un comune della provincia bolognese annunciano fieramente, in un giornaletto preelettorale, il restauro del Cimitero e “…per riti o cerimonie laiche anche di altre religioni, il progetto prevede l’installazione di un sistema di oscuramento motorizzato con teli di tessuto che appunto consentiranno all’occorrenza di coprire temporaneamente le immagini sacre e le tombe di famiglia situate all’interno della Cappella”.

Credo che la notizia si commenti da sola.I sinistrati per non mancare di rispetto alle altre religioni offendono i Valori Cristiani e ancor più la memoria dei nostri morti nascondendoli dietro delle “tende motorizzate” in un cimitero per non offendere le altre religioni.
Il tipo di dialettica usata la dice lunga sul modo di fare politica che si è scelto di usare sui social.

  Quindi    come  potete   vedere   si    si tratta, sempre  dalla  parte  della  destra    di  disinformazione  ed  uso strumentale populista     della presenza  ormai   sempre   più  presente   degli  stranieri in italia  ,come dice  ancora    quest articolo di butac.it( uno dei pochi articoli ben fatti ed obbiettivi in merito : << (....) si tratta di un ipotesi di progetto, non di qualcosa di già deciso, votato e realizzato. Il progetto sarà completato e presentato ai cittadini quest’estate. Sarà la nuova giunta comunale a decidere cosa fare dello stesso, visto che a breve ci saranno le elezioni amministrative, in contemporanea con quelle europee.Lo stesso S indaco di Pieve spiega a Repubblica: “Un progetto importante – dice il sindaco – in questo ambito il tecnico incaricato ha ipotizzato la possibilità di inserire nella cappella del cimitero, che non è mai stata consacrata, un sistema a tendine che all'occorrenza possa rendere la cappella uno spazio bianco. Non stiamo parlando di funerali di musulmani che hanno cimiteri a loro dedicati non a Pieve“
Il cimitero di Pieve di Cento è comunale, la Cappella non essendo consacrata è l’equivalente di una sala, all’interno del cimitero, di proprietà del Comune stesso. Usata per tenere riti e commemorazioni funebri su richiesta, magari anche di soggetti che non si riconoscono nella religione cristiana (o nella religione in generale). Non è chiaro se il cimitero sia multi-confessionale o meno, ma non è importante, ci sono laici e atei che possono preferire una sala meno religiosa. E non sarebbe un caso unico, a Bologna, nel cimitero della Certosa, oltre alla Cappella cattolica, abbiamo la “Sala d’Attesa” Pantheon dove da qualche anno (se si eccettua la pausa per il consolidamento post terremoto) si tengo riti funebri, commemorazioni, ma anche spettacoli e concerti.(...) >> 
Infatti non ricordo se ad leggo al tgcom24 il sindaco di Pieve di Cento, Sergio Maccagnani, sulla questione ha affermato: «In periodo di elezioni c’è chi cerca di strumentalizzare certe questioni, credo si possa risolvere tutto con una discussione civile».