Visualizzazione post con etichetta crolian piccho. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta crolian piccho. Mostra tutti i post

23/12/18

Un percorso rieducativo può bastare? E la violenza sessuale di gruppo? Ci sono sentenze incomprensibili e ingiuste, come quellla sul caso di carolina picchio

in sottofondo





 per  chi  lo avesse dimenticato   o  non   lo sapesse ( anhe se   ne  dubito )





A me non basta che se la cavino servendo pasti alla mensa dei poveri  ,  come    alcuni  d'essi  ,nobilissima attività che può fare chiunque senza aver commesso alcun reato. Ma cosi hanno deciso i giudici, ci tocca accettarlo.  come  sembra  dire il legale della famiglia Picchio   a https://www.quotidiano.net/cronaca/carolina-picchio-1.4354245
[...]

«Questo istituto della messa alla prova – ha commentato anna Livia Pennetta, avvocato della famiglia picchio – è considerato fiore all’occhiello del processo penale minorile perché consente l’applicazione della mediazione penale e delle altre strategie di giustizia riparativa. Mi rendo conto che questi giovani all’epoca dei fatti erano minorenni e quindi della necessità di un loro recupero perché sicuramente dopo questo periodo di messa alla prova non commetteranno più atti violenti dettati da immaturità e da un uso non consapevole del web, ma come avvocato della famiglia credo che il dolore per la scomparsa di Carolina non possa essere compensato da qualsiasi esito di proscioglimento».                                                                                                                  [...] 



Infatti   Fa molto effetto. Bisogna soffermarsi a pensare che anche i colpevoli sono minorenni. . Però resta questa sensazione di ingiustizia profonda di fronte a una morte del genere. Un femminicidio via cyberbullismo.  Infatti    siamo  una società sottosviluppata, incivile, maleducata, estremamente ma profondamente superficiale, bestiale e vile. Una società fittiziamente moralista dove la sessualità è "strumentalizzata","discriminata" e reputata "turpe o vanto a seconda del genere- uomo o donna che la praticano". Una società dove nelle scuole l' educazione sessuale è azzerata,manca  l'educazione  all'effettività  perchè  ciò viene scambiato per   cultura  gender  ,  dove si "scrutano" le persone che comprano i preservativi alle macchinette, dove si isolano e denigrano bambini di coppie omosessuali ed omosessuali stessi e dall' altro lato troviamo una pseudo e rigorosa morale cattolica costituita da finto perbenismo celante casi su casi di pedofilia  ecclessiastica .

Una società insomma  dove rientrare a casa la sera o prendere il treno la mattina presto è: "Pericoloso"o  fastidioso   per una donna o una ragazza sola.Una società dove -tendenzialmente - il maschio  l'uomo non  si imita    solo  a  "guardare e lusingare  una Donna", bensì "la ammicca con tono e ghigno beffardo!" Una società vittima e artefice del suo irrimediabile "Vuoto".