31/12/04

Senza titolo 508

Auguro a tutti uno splendido 2005 ricco di Pace, di Amore e di Libertà. Affinché non ci sia più paura ma solo energia per ricominciare in ogni secondo una nuova e stupenda vita. Gli avvenimenti di questi giorni ci hanno fatto capire che tutto è molto precario... Dobbiamo allora cominciare a lavorare finalmente non per un ipotetico futuro, ma per un presente che ci avvolge continuamente con le sue tragedie e con le sue gioie. Vi auguro quindi di riuscire a trovare la gioia nell'attimo, perché ogni attimo è come l'oro e purtroppo non torna più... Vivete ogni istante di questo nuovo anno e dei successivi affinché un giorno possiate ricordare la vostra vita come un quadro dai colori forti e potenti, dove l'attimo è una parte di qualcosa di meraviglioso e dove il tutto è l'insieme di miliardi di stupendi sogni.


Buon Anno!!!

Senza titolo 507






 


Poche ore e inizierà un nuovo anno…


Non posso che augurarvi un buon inizio.











 


 


 


 


 


 


E per il nuovo anno nessun buon proposito… solo continuare a essere se stessi!!!!


 





Tanti auguri


 



ai nuovi amici


a quelli vecchi


a chi non conosco


e


a chi ogni tanto mi pensa!


 




… e anche a chi mi odia e chi mi ama!

Senza titolo 506

Una notte. 125 Mila Esplosioni di vita .Corpi Ovunque. Bottiglie di Vino in Aria per festeggiare il 31.Ultimo giorno del 2004. Gente ammassata a terra. Occhi rovesciati. Questa sera dove andrai?Cosa faremo?Occhi scrutatori. Espressioni truccate. Sorrisi complessi forgiati all'ultimo istante. Questa è Vita:Urlano! Il Terreno trema ancora. Lo scudo si rompe. Daccapo sussulta il Terreno. Panico. Accidia. Panico. Infiorescenza sulla circonferenza della testa. Spine nel cuore. Si . Perchè il Terreno Trema furiosamente. Cos'è la Pietà?S'infittiscono gli odori stantii di corpi restituiti dall'Onda Tsunami .Onde Sonore Anomale. Questa è la pura Verità. Percepito il Dolore. Piango Dentro. Non si festeggia. L'assestamento sconvolge. Lacera. Fa male. Oggi .Pura realtà. Sull'autobus sento chiacchierii su come cucinare lo Zampone. Questa è la preoccupazione. Si. Come arricchirsi alle spalle degli Altri. L'assillo è…Come utilizzare il libro delle ricette Natalizie. L'angustia è come servire lo Zampone a Tavola. Le vallette,i calciatori sono a Casa. Sono rientrati in tempo. Hanno respirato. I Vip sono riusciti a salvarsi . I soldi hanno comperato l'Aereo Privato. Very Important person. Truccati per manifestare il proprio Cordoglio. Che pena vederli ancora protagonisti. Non hanno vissuto quegli Attimi. Non sono stati agitati come Coca Cola imbottigliata. Non sono stati travolti dall’Onda Anomala. Potente Tsunami.  Elevata Onda Assassina. Il mondo versa lacrime. No. Solo Io .L'allarme percuote la massa cerebrale. Commozione cerebrale. Pronto Soccorso . Prendetemi. No. Assoluta priorità ai corpi sommersi dallo Tsunami.Killer che lavora alle nostre spalle. I deliri morbosi mi spaventano! “Morte torna dentro le acque”. Avevano intuito qualcosa.Troppo tardi per  esalare Innocui Respiri. Questa è Vita. Questa non è Finzione. Sommersa Povertà. Sisma Terrestre mi Spaventa. Questa è Vita. E' Vita. Veritiera Esistenza...
[Dama Perlacea]

Senza titolo 505

RIEMPIAMO I BUCHI DELL'ANNO NUOVO CON SFERE  D'AMORE



AUGURI, BLOGGER,


AUGURI DA.. BESTIO

silenzio

Silenzio per la notte di capodanno.


Tutto continuerà ad andare avanti e facciamo in modo che sia meglio di
prima...ma un attimo del nostro tempo dedichiamolo a loro, e accorgiamoci
su quanto sia importante cogliere l'entusiasmo di ogni singolo momento
della nostra vita.
QUESTA E-MAIL sta girando per ogni persona... non fermarla tu.

In memoria e rispetto delle decine di migliaia di vittime dello Sri Lanka,
Maldive, Thailandia, Indonesia, India, colpite così duramente dal
terremoto nel giorno di Santo Stefano,

per la notte dell'ultimo dell'anno non sparare i soliti botti di festa.

Perché il tuo mondo non è in festa.
Restiamo in silenzio e spendiamo meno soldi

per una notte che per milioni di persone sarà solo un'altra notte di
silenzi e miseria.
Devolvi i tuoi soldi per l'ultimo dell'anno alle associazioni che li
stanno aiutando...

all'Unicef, alla caritas, alla croce rossa, alle iniziative dei TG e
giornali.
Fai girare questa mail.
Proponiamo tutti un silenzio che urli più forte di un milione di fuochi
d'artificio.
Proponiamo di spendere meno in futilità mentre il mondo muore.
Perché noi possiamo scegliere di farlo.


clicca



Felice Anno Nuovo


da


Sofia

Senza titolo 504

Con i migliori auguri di un sereno 2005.

Un abbraccio a tutti



STACCARE LA SPINA

Oggi non mi sentivo affatto bene...era come se la vita mi pesasse addosso come un macigno.....le immagini che arrivavano senza tregua dalle zone asiatiche colpite dal maremoto mi rincorrevano nonostante io tentassi, almeno per qualche minuto, di distogliere lo sguardo ed il pensiero....i visi sfigurati dal dolore di quelle madri, quei corpi senza vita così simili a delle bambole rotte, il silenzio assordante di quei luoghi sommersi dal fango......... mi sentivo soffocare da quella morsa al petto che ti prende quando ti senti oppressa ed impotente di fronte ad eventi che sfuggono inesorabilmente al tuo controllo......non sapevo cosa fare!!...Poi ho deciso di telefonare al mio uomo e di trascorrere insieme a lui quel momento di estremo disagio....abbiamo fatto l'amore...ma come lo si fà aggrappandosi l'uno all'altro per salvarsi dalla tragedia.....cercando il contatto per superare la desolazione.....desiderando celebrare la vita in un momento in cui la vita è stata violata!!....Ma è stato solo un momento.....forse anche un momento di egoismo.....poi gli eventi hanno ripreso il sopravvento ma non era tutto come prima...ora c'era la consapevolezza che è inutile e sterile lasciarci sopraffare dal dolore e dal senso di frustrazione perchè il mondo continua il suo eterno movimento ma ognuno di noi è parte di esso ed ha il potere/dovere di partecipare....come sà, come può!!



L'ALBERO DELLA VITA - GUSTAV KLIMT

30/12/04

Senza titolo 503

Onir l’alma


d’onta e


d’alacre onda


colmar il


gradale leteo


del tuo ricordo.


Vago tronfio tra


nembi piangenti


nell’astenia di


viridi lumi che


non conoscono


il tramonto

buon anno a tutti che siete per me come il lievito


poichè non trovao le parole adatte lascio che sia a parlare per me questa canzone
 di Lucio dalla   L'anno che verrà  carica  di  speranza 



Caro amico ti scrivo così mi distraggo un po'
e siccome sei molto lontano più forte ti scriverò.
Da quando sei partito c'è una grossa novità,
l'anno vecchio è finito ormai
ma qualcosa ancora qui non va.
Si esce poco la sera compreso quando è festa
e c'è chi ha messo dei sacchi di sabbia vicino alla finestra,
e si sta senza parlare per intere settimane,
e a quelli che hanno niente da dire
del tempo ne rimane.
Ma la televisione ha detto che il nuovo anno
porterà una trasformazione
e tutti quanti stiamo già aspettando
sarà tre volte Natale e festa tutto il giorno,
ogni Cristo scenderà dalla croce
anche gli uccelli faranno ritorno.
Ci sarà da mangiare e luce tutto l'anno,
anche i muti potranno parlare
mentre i sordi già lo fanno.
E si farà l'amore ognuno come gli va,
anche i preti potranno sposarsi
ma soltanto a una certa età,
e senza grandi disturbi qualcuno sparirà,
saranno forse i troppo furbi
e i cretini di ogni età.
Vedi caro amico cosa ti scrivo e ti dico
e come sono contento
di essere qui in questo momento,
vedi, vedi, vedi, vedi,
vedi caro amico cosa si deve inventare
per poterci ridere sopra,
per continuare a sperare.
E se quest'anno poi passasse in un istante,
vedi amico mio
come diventa importante
che in questo istante ci sia anch'io.
L'anno che sta arrivando tra un anno passerà
io mi sto preparando è questa la novità


 


grazie a tutti  vecchi  e  nuovi  , fissi e   occasionali

Senza titolo 502

e quando abbasso il finestrino, al casello, abbasso il volume della radio... sempre... per sentire se l'ultimo uomo della serata ha qualcosa da dirmi.nulla.

29/12/04

Senza titolo 501






 


 


 


Esta settimana è finita!


Ri-vorrei quella voglia che mi portava al lavoro ogni mattina sempre col sorriso… non ci sto bene…


“In quell’ambiente non ti ci vedo” una volta mi hanno detto… forse è vero.


 


 


 


 


 






Ho dormito per poco meno di cinque ore… ma sono stata bene con quei ragazzi e con lui.. bello sentirsi ogni giorno sempre più dentro…



Questo è il suo post di oggi… mi piace molto:


e quando abbasso il finestrino, al casello, abbasso il volume della radio... sempre... per sentire se l'ultimo uomo della serata ha qualcosa da dirmi.nulla.


Ci sto bene!

Senza titolo 500



In uno dei miei momenti di “ ritiro in camera mia “ piuttosto che subire passivamente da parte di mia nonna di 92 anni i soliti film o telefilm buonisti e stucchevoli propinati da RaiMediaset, in particolare durante questo periodo natalizio , ho partorito questa riflessione che qui propongo .



E’ ora di passare all’azione e mettere in pratica quello che scrivo nel mio archivio cartaceo e quello che scrivo ( e scrivete ) qui nel mio blog . IL problema è come , anzi , da dove incominciare . Riffletendoci credo d’aver trovato il metodo , sarà scontato e forse banale , ma volte tali vie sono le uniche percorribili . La soluzione è quella prospettata oltre che qui nel blog ( e in alcuni scrittoi del mio archivio , troppo personali e privati per essere riportati qui ) ovvero : << (…) guardare indietro, sciogliere le nebbie e rispondere alle mille domande che da sempre ci inseguono ( … ) >> dal n°100 di Dylan Dog cioè unire \ accettarsi nel bene e nel male e liberarsi di “ cose non tue “ . Sono arrivato ad un punto di non ritorno , non si può vivere sempre con la testa fra le nuvole e nell’ozio , mentre il mondo s’evolve “ i treni passano “ e chi sa quando ripasseranno . E quindi bisogna andare avanti \ voltar pagina se non voglio avere rimorsi e rimpianti perché non ho saputo ( o peggio voluto ) prebndere quelle occasioni,opportunità . Insomma vedermi schiacciato dalla vita \ dal destino, finendo fra i morti viventi o peggio ancora fra le pecore e vivere passivamente la vita ovvero far si che e siano gli altri a decidere per te o accettare questo regime ( politico e culturale ) e accettando tutto quello che passa il convento \ il sistema ovvero l'omologazione ed il nulla oppure peggio come dice Guccini in Dio è morto : << Ho visto / la gente della mia età andare via / lungo le strade che non portano mai a niente / cercare il sogno che conduce alla pazzia / nella ricerca di qualcosa che non trovano nel mondo che hanno già / lungo le notti che dal vino son bagnate / dentro alle stanze da pastiglie trasformate / dentro alle nuvole di fumo, nel mondo fatto di città, / essere contro od ingoiare la nostra stanca civiltà / e un Dio che è morto / ai bordi delle strade Dio è morto / nelle auto prese a rate Dio è morto / nei miti dell'estate Dio è morto. (.... ) >> ma non credo che tutti \ e siano cosi perché come dice G nella canzone prima citata : << (---) Mi han detto / che questa mia generazione ormai non crede / in ciò che spesso han mascherato con la fede, / nei miti eterni della patria o dell'eroe / perché è venuto ormai il momento di negare tutto ciò che è falsità / le fedi fatte di abitudini e paura / una politica che è solo far carriera / il perbenismo interessato, la dignità fatta di vuoto, / l'ipocrisia di chi sta sempre con la ragione e mai col torto / e un Dio che è morto / nei campi di sterminio Dio è morto / coi miti della razza Dio è morto / con gli odi di partito Dio è morto. Io penso / che questa mia generazione è preparata / a un mondo nuovo e a una speranza appena nata / ad un futuro che ha già in mano, a una rivolta senza armi / perché noi tutti ormai sappiamo che se Dio muore è per tre giorni / e poi risorge. / In ciò che noi crediamo Dio è risorto / in ciò che noi vogliamo Dio è risorto / nel mondo che vogliamo / Dio è risorto / Dio è risorto. >> e hai ragione ( questa è la mia interpretazione ) la stiamo perdendo , infatti nella canzone La mia libertà : << (...) E boschi e boschi cerco attorno a me\dov’è la terra che non ha barriere? \ Dov’è quel vento che ci spingerà \come le vele o come le bandiere?\ La tua libertà \se vuoi la puoi avere (...) >>per chi volesse trova qui il testo integrale . e  gli altri  testi di Guccini  fra  quella  che  ho citato  prima 



Mi piacerebbe confrontarmi con vostre esperienze





Senza titolo 499

In seguito al violento maremoto che ha colpito il Sudest asiatico, "Medici senza frontiere" (MSF) lancia una campagna di raccolta di fondi straordinaria per avviare i primi soccorsi.
"Medici senza frontiere" ha deciso di lanciare una campagna di raccolta di fondi per allestire strutture mediche, fornire ripari e ripristinare le condizioni igieniche per i senzatetto e gli sfollati", dichiara Stefano Savi, direttore generale di "Medici senza frontiere Italia".
Per sostenere le azioni di soccorso e' necessario raccogliere almeno 1,5 milioni di euro: per questo abbiamo bisogno del tuo aiuto. Ora.


Donazioni on line con carta di credito: www.medicisenzafrontiere.it


Conto corrente postale: 87486007


Banca Popolare Etica c/c 000000115000 ABI: 05018 CAB: 12100 CIN: B Agenzia Unica


Numero verde: 800996655


Causale "Maremoto in Asia"


Per informazioni: Medici Senza Frontiere Onlus, via Volturno 58, 00185 Roma, tel. 064486921, fax: 0644869220, e-mail: msf@msf.it; sede di Milano: largo Settimio Severo 4, 20144 Milano.

http://www.msf.it/

precisazione apost precedente

a chi mi accuserà d'essere un disfattista e un senza patria rispondo con questa canzone di Sabrina Guzzanti

La mia patria

La mia patria non è un'azienda
non è un franchising la mia famiglia
il mio quartiere non assomiglia nè a una holding nè a una spa
la mia figliola non è una troia
non le interessano i calendari
E la mia scuola non è una scala
che porta al trono dell'imperatore
Noi non siamo più solo spettatori
noi non siam più sciocchi teleutenti
scorrono neuroni nelle nostre menti
che parole vogliono diventar
Se son depressa non faccio shopping
vado a parlare con un vicino
e le domande sul mio destino
non vado a farle al Costanzo Show
Ed il mio tempo non è denaro
ma il mare aperto dei sentimenti
le vele al vento del mio pensiero
finchè quel vento resisterà .

il cd della
qui colonna dsonora di quello che avrebeb dovito  essere   rai ot provate a cercalo  qui http://www.unita.it/store/  dayto che l'unità  è stato l'unico a distribuire tale  cd


 

rieccomi

Dopo le feste a causa di propblemi tecnici non ho potuto postaree , infatti sto usando una connessione temporanea .

, la sera del 24 con gli amici alla messa di mezzanotte e scambio di regali . il 25 e il 26 in famiglia ieri in pizzeria con quelli\e della bottaega del mondo , il 31 boh vedremo .

dedicato inoltre questa canzone , al padre idi una mia amica infermiere suklle ambulanze , morte nella notte di natale . Preferisco usare come sono solito fare delel canzoni in quanto non sono ( ecco la mia recusatio ) di comporre poesie , non sono bravo come voi cdv in particolare kismat , odilia , biro ,m ponderosa 72 ; ed ex cdv come , sic roseinthewind e forse anche sephora non sono in grado di scrivere poesie .



CANZONE PER UN'AMICA (Nomadi / Francesco Guccini) Francesco Guccini (Italy)




Lunga e diritta correva la strada

l'auto veloce correva

la dolce estate era già cominciata

vicino lui sorrideva

Forte la mano teneva il volante

forte il motore cantava

non lo sapevi che c'era la morte

quel giorno che ti aspettava.

Non lo sapevi che c'era la morte

quando si e' giovani e' strano

poter pensare che la nostra sorte

venga e ci prenda per mano.

Non lo sapevi ma cosa hai pensato

quando la strada e' impazzita

quando la macchina e' uscita di lato

e sopra a un'altra e' finita.

Non lo sapevi ma cosa hai sentito

quando lo schianto ti ha uccisa

quando anche il cielo di sopra e' crollato

quando la vita e' fuggita.

Dopo il silenzio soltanto e' regnato

tra le lamiere contorte

sull'autostrada cercavi la vita

ma ti ha incontrato la morte.

Vorrei sapere a che cosa e' servito

vivere amare e soffrire

spendere tutti i tuoi giorni passati

se presto hai dovuto partire.

Voglio però ricordarti com'eri

pensare che ancora vivi

voglio pensare che ancora mi ascolti

e che come allora sorridi.


--------------


per il commento sul cataclisma nel sud est asiatico .

Critico i giornali italiani e letv ( eccetto il tg 3) per il loro razzismo ( libero , il giornale , la padania ) e il loro becero ( rispettando chi è nazionalista moderato ) per essersi dedicati ( salvo chi per motivi economici e logistici Avvenire ,Messaggero , Unità , manifesto , liberazione , non hanno mandato inviati in quelle zone ) che dedicano pagine pagine , aglòi italianoi morti li parlando dei nostri connazionali morti e parlando poco degli altri , cosa invece evitata dai giornali stranieri nonostante abbiano dei connazionali hanno tratto i morti con uguagliabnza cosa non fatta dai nostri media ( salvoi eccezioni ) . Ma i morti non sono tutti uguali ?

Senza titolo 498

25/12/2004


l'asse della terra si è spostato.


                       


ora toccherà finalmente,alla nostra


                  coscienza?


[e_tu_x_natale_cosa_fai?]

Senza titolo 497

mi permetto di incoraggiare la lettura del mio post di oggi su elleddi.splinder.com


ci terrei a conoscere la vostra opinione...

27/12/04

Una notte

Era volgare e squallida la stanza,

nascosta sull’equivoca taverna.

Dalla finestra si scorgeva il vicolo,

angusto e lercio. Di là sotto voci

salivano, frastuono d’operai

che giocavano a carte: erano allegri.


E là, sul vile e miserabile giaciglio,

ebbi il corpo d’amore, ebbi la bocca

di tale ebbrezza, anch’io mi sento ancora,

mentre che scrivo (dopo si gran tempo!),

nella casa solinga inebriare.


-costantinos kavafis –

26/12/04

Senza titolo 496


….Jazz non di quelli ottimi, ma del jazz nell’aria….


Avevo una mente che andava…. Anche quest’anno il natale mi aveva messo tristezza…


Cosa c’è stato l’anno scorso e cosa c’è stato ieri…



Un incontro casuale, l’ho guardata e ho guardato lui, si può capire davvero tanto…


 




… e nella testa ancora la frase di quella bimba..

Senza titolo 495

                                  Regalo di natale


 


Cravatte,tacchi,riflessi sfavillanti,gioielli,banconote,pacchi e pacchetti,parole che si ripetono nella consuetudine,albe e notti,manichini e signori,gente che muore e poveri ed alla fine soltanto televisione. Se solo guardassimo più a fondo,se solo sentissimo il perdono,se solo……….Ma alla fine non trovo ciò che voglio.


Adoro l’asetticità degli scontrini,l’inchiostro laser che svanirà come il ricordo,le cifre di cui facciamo dono,il sentirci traditi dal plus valore,mentre gente muore di freddo lungo le strade,perché l’obolo si vede ogni morte di papa. Magari la pioggia da fastidio,meglio una lenta neve ed un camino………Quelli che hanno un lavoro si lamentano,delle loro qualità male impiegate,delle loro lauree accatastate ,dei loro sorrisi andati a male,delle loro bocche impegnate….Mentre quelli che valgono,che hanno qualcosa dentro,che sanno capire e dire le parole giuste per placare il male,li trovi nei silenzi dei loro pensieri,nelle taverne a scaldarsi,fra le persone,invisibili e trasandati,sognatori ribelli,romantici senza fede,soli alla ricerca dell’amore e della giustizia,lontani dai canoni della televisione,lontani dalle “genti e dalle persone”.


Tutti si scostano,passano le auto,schizzano pozzanghere,di quell’acqua che in guerra riempie le borracce. I vestiti lindi,i vestiti firmati,i vestiti comprati;qualcuno per colpa d’altri o per errore,mangerà in galera il panettone,maledico i mostri(Brusca e compagnia bella),gli aguzzini(Riina) ed i loro procuratori,quelli che gli permettono di fare i loro porci comodi(permessi e “pentimenti”),per aver destituito la giustizia per la vergogna.


Mentre i posteggiatori abusano di vino per scaldarsi nel freddo,i “macchinoni” parcheggiano e si lamentano,gli extracomunitari si svendono al popolo bianco per falsi permessi di soggiorno,per pochi soldi da mandare a casa,raccogliendo la merda del cane del”padrone bianco”,chiedono perdono ad alta voce……Alberi finti ed alberi vinti,nel cartellino del prezzo trovano le loro radici,angeli di cera e politici troppo liberi s’illuminano a festa nei loro cenemi. Lo stato si preoccupa della salute del cittadino,gli aumenta le sigarette,gli toglie il ticket sanitario,dopo dieci giorni di degenza lo dimette miracolosamente(anche se sta morendo),gli da ospedali mal conci,dottori illegali,macellai da sala operatoria,medicinali per ricconi e morte gratis per chi non ha soldi. Ci vorrebbe una bella”Morfina/terapia” per uccidere quelli con un piede nella fossa ed i possibili pensionati che superano i settanta anni,se no…..Povero stato,dovrà inventarsi altre”scuse(tasse ed affini….)”per rubare e tutelare i suoi errori,quelli di Silvio su tutti.


Ed intanto c’è chi trova il tempo per manifestare in piazza,il diritto al lavoro(poveri illusi mi viene da pensare…….),chi tenta il suicidio perché non ha diritto,soprattutto i suoi figli. I sindacati si sono mangiati l’italia,il bel paese di persone sorridenti col CAZZO in CULO e la raccomandazione sicura tra i denti,mai disposti a ribellarsi,ormai son sedati dal calcio ed i reality…..


Ci saranno persone cinte da persone ed altre cinte dalla desolazione,i vecchi:pensionati,abbandonati,soli,vedovi e vedove;nei loro appartamenti/loculi con la luce bassa(grazie enel per i rincari!)il riscaldamento esausto(grazie enel gas ed affini per i rincari!)e l’esigue pensione(………..é forza italia…parapappa pa pa pa!........Mi consentiate…..),con le malattie varie che gli offuscano il cuore e l’incerto avvenire.


Nei baci della buona notte i vostri figli saranno al sicuro(giustamente),mentre i figli di nessuno piangeranno col raffreddore,nel povero letto d’un orfanotrofio,il miracolo d’un genitore,un fratello od un Pastore….Mentre i”ciechi,i muti,gli storpi”,già compatiti e dimenticati,saranno l’ennesima palla al piede per i parenti e l’amore dei loro genitori(che Dio li abbia in gloria!). Vedremo quella”mummia”del papa”sparare alto”alla televisione(sapete cosa manca al vaticano?Un reality.se ne avesse uno suo,non si lamenterebbe di quello degli altri….). Quando la stella sarà alta nel vostro presepe,scarterete doni fatti a caso o”riciclati”,solo per il gusto d’illudervi,che fuori nevichi zucchero e miele.


Come se la passeranno tutti i dissidenti?I vostri schiavi?Le mani piccole ed invisibili che cuciono le vostre pelli ed i vostri palloni?Le prostitute rubate alla sorte per una vita da marciapiede?Gli ultimi?


Voi starete sicuramente bene,sicuramente delusi dal presente(il vostro!),ma sicuramente bene,rinchiusi nelle scatole di speme,con i sorrisi spazientiti e pseudosorpresi ma poi offesi.


“L’importante è donarsi,non donare”………Questo è quello che ha detto il Cristo(degli ultimi),questo è quello che AVETE DIMENTICATO………..


                              Buon Natale Oh! Oh! Oh!

Senza titolo 494

25/12/04

24/12/04

Senza titolo 492

Mi accendo una sigaretta e comincio a scrivere, come al solito. Non ho immagini da proporre, nè filastrocche, nè poesie, nè canzoni, nè niente. Ho solo le mie parole e cercherò di farle bastare. Parole per creare, come sempre. Eccomi quindi ad augurare a tutti un Buon Natale ed un Felice Anno Nuovo e tranquilli, ho già pagato i copyrights a chi ha inventato questa formula di auguri veramente indecente, ma semplice e diretta. Buon Natale anche a chi lo odia, perchè alla fine può essere una festa come un'altra e un modo in più per spendere soldi. Sì, tutti sappiamo che è una cazzata indotta quella che a Natale sono tutti più buoni, che tanto le guerre e gli omicidi persistono ed i suicidi aumentano anche durante le festività, ma poco mi importa, perchè non ci trovo niente di male ad augurare a tutti un po' di felicità. Felicità a chi ha le palle girate con il mondo, perchè il Mondo tanto non smette mai di girare; felicità a chi vorrebbe uccidere Sirchia perchè va bene la salute, ma porcoDDue non è che i fumatori mangiano i bambini; felicità a chi non può passare una festa con chi ama ed è amato, perchè comunque, se è vero, non si è mai abbastanza lontani per non sentirsi vicini; felicità a chi cammina nel buio o nella nebbia, perchè alla fine dei conti possiamo permetterci comunque di camminare; felicità a chi si fa un culo tanto tutti i giorni tra lavoro e studio e chissà che altro e si chiede come fa certa gente a non fare mai un cazzo e trovarsi tutto sempre pronto, perchè i soldi non fanno la felicità, ma la aiutano e ok, ma perchè zio bò ci si può alzare sempre la mattina ed essere anche fieri di sè stessi e non sputarsi in faccia allo specchio; felicità a chi crede in un mondo migliore e a chi non ci crede più, perchè tanto il Mondo cambia sempre da come lo guardiamo; felicità a chi ancora sogna e non smetterà mai di farlo...


E chissenefrega se qualcuno dice che Babbo Natale non esiste e che questa festa è un'immane cazzata, perchè tanto è festa lo stesso e a me sinceramente non dispiace.


E poi, come ho già detto una volta da qualche altra parte...e poi.


E poi, cazzo, è Natale.


Auguri.

BLOGAUGURI

SICCOME è MOLTO DIFFICILE RAGGIUNGERVI TUTTI, POSTO QUESTA BELLISSIMA FILASTROCCA DI GIANNI RODARI PER AUGURARVI UN NATALE SERENO ED UN ANNO NUOVO PIENO DI EVENTI MEMORABILI O ALMENO SENZA TROPPE DIFFICOLTà E CON TANTA VOGLIA DI VIVERE...PERCHè RICORDIAMOLO CHE, NONOSTANTE TUTTO, NOI SIAMO FORTUNATI E DOVREMMO UTILIZZARE AL MEGLIO TUTTE LE POSSIBILITà CHE CI SONO STATE CONCESSE SENZA NESSUN IMPEGNO DA PARTE NOSTRA MA SOLO PER CASO O, PER CHI CI CREDE, PER VOLONTà DIVINA!!!


Il pellerossa nel presepe
di Gianni Rodari

da "Filastrocche in cielo e in terra"


Il pellerossa con le piume in testa
e con l'ascia di guerra in pugno stretta,
come è finito tra le statuine
del presepe, pastori e pecorine,
e l'asinello, e i maghi sul cammello,
e le stelle ben disposte,
e la vecchina delle caldarroste?


Non è il tuo posto, via, Toro seduto:
torna presto di dove sei venuto.
Ma l'indiano non sente. O fa l'indiano.
Ce lo lasciamo, dite, fa lo stesso?
O darà noia agli angeli di gesso?
Forse è venuto fin qua,
ha fatto tanto viaggio,
perchè ha sentito il messaggio:
Pace agli uomini di buona volontà!

23/12/04

Senza titolo 491


 AUGURI


a questo mondo che ne ha davvero necessità..


 


 

Senza titolo 490


Buon Natale

e

Felice Anno Nuovo !

A

chi

ama

dormire

ma si sveglia

sempre di buon

umore. A chi saluta

ancora con un bacio. A

chi lavora molto e si diverte di

più. A chi va in fretta in auto, ma

non suona ai semafori. A chi arriva

in ritardo ma non cerca scuse. A chi spegne

la televisione per fare due chiacchiere. A chi è

felice il doppio quando fa a metà. A chi si alza presto

per aiutare un amico. A chi ha l'entusiasmo di un bambino

ma pensieri da uomo. A chi vede nero solo quando è buio.

A chi non aspetta Natale

per essere

più buono.

AUGURI !!!



Senza titolo 489








Natale


Fu quando
quella sferzata di luce
accese il mondo,
che nacqui.

Spalancai lo sguardo,
schiusi le labbra
e il mio sorriso
era preghiera
ed era canto.

Nacqui e divenni madre
e mi sparsi anch’io,

come luce immensa.


Felice Natale a tutti voi....

Senza titolo 488

AUGUR..IO


[LO SPIRITO DEKL NATALE]


 



(conviene sian sinceri...)
AUGURISSIMI.jpg

______________bestio_______________


                                             


                                     A PRESTO, BLOGGER!

UN PRESIDENTE CHE ONORA IL SUO PAESE













Francia
Chirac: adesso si pensi a Betancourt

di  redazione
22 Dec 2004
Parigi - 22 dicembre 2004 - Dopo la liberazione dei due reporter in Iraq, il presidente francese Jacques Chirac ha lanciato un appello perche' non venga dimenticata Ingrid Betancourt, la donna franco-colombiana che da 1.034 giorni e' in mano ai guerriglieri delle Farc (le Forze Armate Rivoluzionarie della Colombia).


"La gioia di oggi non ci deve far dimenticare tutti coloro che rimangono prigionieri in Iraq e in altre parti del mondo ", ha detto Chirac nel messaggio in diretta tv in cui ha voluto sottolineare il sollievo del Paese per la liberazione dei due ostaggi.


"Penso in modo particolare a Ingrid Betancourt, prigioniera in Colombia da ormai piu' di due anni".


La Betancourt, ex miss Colombia, madre di due bambini, scesa in politica con un impegno soprattutto contro la corruzione dilagante nel Paese, fu rapita il 23 febbraio del 2002, vicino Florencia, 600 chilometri a sud di Bogota', tre giorni dopo la rottura del negoziato di pace tra la guerriglia e il governo dell'allora presidente Andres Pastrana.


Tutte le iniziative per liberarla finora sono risultate vane. Lo scorso 18 novembre, allo scadere dei 1.000 giorni di sequestro, la famiglia a Parigi ha chiesto l'apertura di un negoziato tra il governo di Alvaro Uribe e le Farc per un accordo umanitario che permetta la liberazione della donna e degli altri 3.000 civili sequestrati in Colombia.


(www.reporterassociati.org)


In un contesto di comprensibile sollievo e soddisfazione per la liberazione dei due ostaggi francesi in Iraq il Presidente Chirac ha giustamente ricordato la vicenda di Ingrid Betancourt ( per maggiori informazioni : www.Betancourt.info )......


Ecco un Presidente che rappresenta quella destra conservatrice di cui in Italia ci sarebbe bisogno...una destra che porta avanti con coraggio il concetto di una nazione forte ed autonoma rispetto alle grandi potenze mondiali, di uno Stato laico e non assoggettato a qualsivoglia etica o morale religiosa, di un Paese orgoglioso delle proprie origini e della propria storia.....scrivendo tutto ciò ecco che mi torna in mente Indro Montanelli e la sua vita.....un uomo d'onore che quando Berlusconi, socio di minoranza, irruppe durante una riunione di redazione del suo Giornale a dire che, da quel momento, il quotidiano avrebbe dovuto cambiare linea editoriale e sostenere la sua scesa in campo, scelse di licenziarsi per non cedere a quel vile ricatto....non nascondo di non aver condiviso molte delle idee di Montanelli ma lui era un uomo col quale si poteva discutere, col quale ci si poteva scontrare sicuri di avere a che fare con una persona perbene rispettabile ed onesta!!!!.......Cosa che è impossibile fare con il simpatico Cavaliere !!....Bè, se fossi una cittadina francese di sinistra io mi sentirei rappresentata anche da un Presidente di destra come Chirac perchè avrei in comune con lui il senso dello Stato e delle Istituzioni e l'interesse primario per i destini della Francia .....cosa che in Italia non potrebbe accadere perchè qui la destra berlusconiana, con il tacito e vigliacco accordo dei suoi alleati, sta stravolgendo la nostra Costituzione e la struttura istituzionale del nostro paese solo per bassi e meschini interessi particolari!!....Lo sò, forse tutto ciò con l'articolo che ho postato c'entra solo di striscio ma ho colto questa occasione per uno sfogo che non potevo proprio trattenere....mi scappava!!!

22/12/04

Senza titolo 487


 






“ E’ come se con quell’abito volessi mostrarmi una parte del tuo passato.. ciò che sei stata…”


Una frase detta da lui troppo vera per poter o solo saper rispondere…


Lui osserva intorno e me, questa è stata la prima cosa che di lui mi ha colpito… osserva talmente tanto che forse mi conosce più di me…





Abbracciami..e tienimi così… solo questo…


 







Non ricordo di essermi mai sentita così…


 


 

21/12/04

Senza titolo 486

Adesso vi dirò un segreto e non si dica che


e non si dica che non ve lo avevo detto,


il mio pensiero è quello, il mio pensiero è proprio quello


di uno che si può tranquillamente definire matto.



E voi sicuramente troverete divertente


Il fatto stesso che io porti la mia faccia tra la gente


e certamente sarà relativamente interessante


tutto quello che ho da dire ma sarà comunque grande


il piacere che avrò nel cantare e suonare stasera per voi,


spero nessuno ne avrà da ridire


ma in caso contrario


il sistema migliore è di non starmi a sentire.


Vivo da sempre, vivrò per sempre


alla periferia della normalità.


Sono da sempre, sarò per sempre



etichettato da ogni mente benpensante


come “soggetto scarsamente interessante”,


perché troppo stravagante,


quindi conseguenzialmente


poco utile o inutile totalmente


alla tessitura di una bella immagine apparente per la comunità!



Un giorno, la follia trovando in me


la sua ideale collocazione


prese posto tra le pieghe della mia immaginazione,


poi non ricordo cosa esattamente sia successo


ma l’effetto risultante


è quello che davanti ai vostri occhi voi vedete adesso.


Ma chi non avrà paura di questa mia condizione


venga pure ad imbarcarsi per un viaggio


sulle onde dei deliri dello scemo del villaggio.



Poi sia ben chiaro anche un concetto


ossia, non è che per il fatto che io sia matto


veda il mondo in modo distratto



ma la questione è che con il buonsenso


il mio cervello non è andato mai d’accordo dandogli lo sfratto,


perciò mi piace immaginare cose immaginarie


che la gente non comprende


o non è capace di vedere,


quello è privilegio e dannazione


di chi, la ragione l’ha veduta solamente di passaggio,


allora chi meglio di me che son lo scemo del villaggio?




Io credo che sognare sia importante
anche se non tutti quanti i sogni si possono realizzare


ma a chiunque mi dirà che col mio fare


sto inseguendo solamente un inutile miraggio,


gli risponderò tranquillamente “questa è la mia vita,


la vita dello scemo del villaggio!”



[ Ratti della Sabina ]


auguro un buon natale

Senza titolo 485

_______________LO DIPINGERO'_________________


 


19/12/04

Senza titolo 483

C'è stata una canzone che per quasi un anno della mia vita è stata la mia ossessione.
Per la cronaca: o per gioco o per sfida, ad un certo punto ho preso me stessa e mi sono catapultata a 1300 km da dove ero nata. Un nuovo stato; dei nuovi amici; un'altra o meglio altre lingue.
Così: per studio, per gioco, e per poco.
Non abbastanza poco per non creare anche nuove abitudini: ad esempio nel weekend, qualsiasi fosse il programma della serata, si finiva a tirar notte in un locale del centro città, dove passavano la "peggio" musica del momento, che sarà stato l'alcool, sarà stata la compagnia a noi sembrava bellissima e assolutamente ballabile. Non c'era notte che potesse dirsi finita prima che passassero quella che in breve battezzai "la trilogia". La trilogia constava di tre canzoni rigorosamente francofone, presumibilmente di vecchia data, che facevano davvero impazzire il locale. Il tutto accadeva in crescendo: già sulle prime due tutti gli autoctoni -che si trovassero al bancone o a pasturarsi qualche figliola- smettevano le proprie attività e abbracciati gli uni agli altri cantavano e seguivano il ritmo con impegno. Ma sulla terza accadeva il finimondo: in qualsiasi angolo del locale ci si trovasse, si veniva inglobati in questa danza, presi abbracciati stretti in crocchi di persone disposte in circolo che si sputavano fuori i polmoni dalla forza con cui cantavano e senza alcuno sforzo si veniva sospinti in aria dagli altri che saltavano e muovevano simultaneamente le gambe, neanche fosse stato un cancan. Erano quattro minuti di assoluta agonia, dove non era permesso non perdere l'andi, onde non rischiare di giocarsi un'anca o una costola. Urgeva concentrarsi nel ballo e sperare che al deejay non venisse l'insana idea di concedere il bis: perché quattro minuti di quella baraonda si possono reggere, ma otto no.
Inutile dire che nel caos generale, della suddetta canzone non ho mai capito una frase per intero, e per dieci e più mesi, afferrando qua e là qualche parola, mi è sempre piaciuto pensare che parlasse di terre stravolte da guerre ma poi liberate, di ideali bellissimi, di pace, di patria, di amore e libertà. Ho sempre pensato a qualche concetto forte che unisse con veemenza tutti quei folli e sgangherati ballerini in quel ballo goffo, buffo, improvvisato ma genuino.
Un po' forse è così. A mesi di distanza, ho scoperto che la canzone in questione è "les lacs du Connemara", successo del 1982 di Michel Sardou. Seppur ricca di fascino, in realtà ascoltata e compresa con più calma mi si è rivelata molto meno poetica di quanto mi aspettavo. Quasi delusa, rileggendo il testo, mi ha infine colpita una frase "on dit que la vie c'est une folie et que la folie, ça se danse". Cioé: si dice che la vita sia una follia e che la follia, questa si danzi. Bé, che dire? di teorie e filosofie in questo mondo se ne sono spese e se ne spendono a quintali. Ma in questa rima per me è già sufficientemente contenuta e giustificata l'euforia dei balli di quel locale.


ps: sono stata invitata a scrivere su questo blog, questo è il mio primo post e quindi dò il mio saluto a tutti. Siccome l'invito mi è arrivato già da oltre una settimana, ma non avevo ancora fatto capolino su questa pagina ne ho aprofittato oggi... spero di non essere troppo fuoriluogo con le mie righe, purtroppo sono in giorni un po' caotici e non ho molto materiale su cui scrivere, così mi sono ispirata a una canzone a cui è ispirato anche uno degli ultimi post del mio blog.

TUTTI MERITANO UN RICORDO!!



Magari Salvatore Santoro non era un eroe;
Magari non era un giornalista (e lo dice una che ha dedicato il suo blog ad Enzo Baldoni!!);
Magari non era un volontario di pace;
Forse nella sua vita ci sono dei lati oscuri;
Forse aveva avuto dei guai con la giustizia(al presidente del Consiglio é concesso a quelli come lui no!!);
Forse non aveva la fama di essere la classica "brava persona".....
Ma certo non meritava, post mortem, di essere trattato come ha fatto l'informazione in Italia.....prima, appresa la notizia, facendo edizioni straordinarie dei vari telegiornali e delle varie "Porta a Porta" pensando di poter sfruttare mediaticamente la vicenda.... per poi, col passare delle ore,cambiare registro andando a scavare nella sua vita, iniziando a demolire la sua immagine e, quindi, consegnando la sua storia all'oblio informativo!!
IO voglio ricordarlo, per umanità e per pietà, solo come un cittadino italiano morto in terra straniera al quale è stato negato il diritto di non vedere la sua vita gettata, senza appello,alle ortiche!!

Senza titolo 482


 



Ieri sera:


Un compleanno così non l'avevo mai passato!Bellissima serata!

Senza titolo 481


marcin753/Marcin photo




 


Taccio


tra splendori di silenzi.



 


Odilia Liuzzi


 

18/12/04

ECCO LE CONSEGUENZE PIù INSOPPORTABILI!!!!!


G8, PETRUZZELLI, TRUFFE E FURTI : IN FORSE I PROCESSI


Dell'effetto-prescrizione potrebbero beneficiare anche Vanna Marchi ed il premier Berlusconi per l'indagine sul falso in bilancio


ROMA - Salva-Previti, la legge approvata ieri dalla Camera, ma salva anche centinaia se non migliaia di altri imputati, compreso Silvio Berlusconi, tuttora indagato a Milano per il presunto falso in bilancio da 280 milioni di euro di Mediaset. Quella norma, che di fatto dimezza i termini di prescrizione e libera l' avvocato e deputato di Forza Italia dal rischio di veder confermare in appello le sue condanne a 16 anni per tre corruzioni giudiziarie (casi Imi-Sir, Lodo Mondadori e Squillante), ha l' effetto di spazzare via moltissimi altri processi in attesa di sentenza definitiva. Tra questi, la maggior parte dei dibattimenti per omicidi colposi e lesioni anche gravi, quelli contro truffatori, ladri e in generale tutti coloro che hanno commesso reati puniti con una pena massima non superiore a cinque anni. L' effetto economico è che le vittime o i loro parenti non potranno ottenere il risarcimento dei danni come parti civili. I poliziotti accusati delle violenze al G8, i presunti piromani del teatro Petruzzelli di Bari, i medici della Lombardia già condannati per corruzioni e truffe, l' imputata Vanna Marchi: sono soltanto alcuni dei «beneficiari» delle nuove norme nate per aggravare le pene per i recidivi ma poi trasformate, secondo l' opposizione, in «un' amnistia mascherata». I POLIZIOTTI - Sono due i processi contro funzionari e agenti accusati di violenze contro i No Global. Ed entrambi potrebbero finire in prescrizione. Il primo riguarda l' irruzione nella scuola Diaz del 21 luglio 2001, durante il G8 di Genova. Tre giorni fa il giudice ha disposto il rinvio a giudizio di 28 poliziotti per falso, lesioni gravi e calunnia. Secondo il codice ora in vigore, il tempo a disposizione per arrivare al verdetto finale è di 15 anni a partire dalla commissione del reato. Con la nuova legge si scende a 8 anni e 9 mesi. La prima udienza è stata fissata il 6 aprile 2005. Circa 4 anni sono stati necessari per la fase istruttoria. I giuristi escludono che in altri quattro si possa arrivare al verdetto della Cassazione. Stessa prognosi per il processo di Napoli, dove però è stato contestato il sequestro di persona, per cui la prescrizione scatta dopo dieci anni: la prima udienza è prevista il 9 marzo 2005. IL PETRUZZELLI - Il processo d' appello per il rogo che il 27 ottobre 1991 distrusse il teatro Petruzzelli di Bari è già cominciato, ma, quando la legge sarà approvata in via definitiva, sarà già «morto». La prescrizione per il reato di incendio doloso scende infatti da 15 a 8 anni e nove mesi. MAGHI E CARTOMANTI - Vanna Marchi è certamente la più nota. Ma sono decine e decine gli imbonitori che godranno delle nuove norme. Per avere un' idea, basti pensare che soltanto nel distretto di Milano nell' ultimo anno giudiziario sono stati avviati 10.460 procedimenti per truffa, spesso ai danni di anziani. Le vittime, oltre al danno, rischiano la beffa: per ottenere il risarcimento dovranno avviare un separato processo civile, pagarsi l' avvocato e portare tutte le prove del raggiro. LA MALASANITA' - Quando l' intero staff di Giuseppe Poggi Longostrevi scelse di patteggiare le pene per lo scandalo dei rimborsi gonfiati e delle tangenti pagate «fino al 1997», non potevano certo immaginare che tutto sarebbe stato prescritto. Né lo poteva lo stesso professore che si è ucciso ancor prima del processo. Già le attuali norme, tra il primo grado grado e l' appello, hanno ridotto da 175 a 31 i medici condannati per corruzione, garantendo agli altri la prescrizione. Ora, con la salva-Previti, il tempo limite scende a sei anni e tre mesi: un termine già scaduto per tutti. GLI ALTRI IMPUNITI - Ladri, scippatori, corruttori: basterà non essere un recidivo o addirittura un «delinquente abituale» per riuscire a farla franca. L' elenco dei candidati al beneficio è sterminato. Solo per fare alcuni esempi: i bancari accusati di appropriazione indebita (la prescrizione scende a tre anni e nove mesi), chi compie maltrattamenti in famiglia (sei anni e tre mesi) e chi commette falso in bilancio (stesso termine) danneggiando azionisti e obbligazionisti di società quotate in Borsa.


Paolo Biondani Fiorenza Sarzanini (www.corriere.it) 

Senza titolo 480

per i miei gentori e chi , mi dice che con il mio blog mi faccio le seghe mentali o scrivo cazzate e che gli altri accettano solo pèerchè ai matti si dà ragione rispondo cosi :


Come non si può asciugare l'acqua con l'acqua, non si può spegnere il fuoco con il fuoco, così non si può distruggere il male con il male

Leone Tolstoi

Senza titolo 479

safe from pain....say they don't give a fuck about you...

Senza titolo 478

safe from pain....say they don't give a fuck about you...

Ad una bambola di porcellana di una ragazza troppo cresciuta

Se esistessi ancora vivrei, se torneresti ci sarei... Dove sei andata? Sparisci per anni e anni e poi torni per andartene, piangi e non capisco, come ho fatto, i lividi nel tuo cuore... ora so...dove sei? torna presto a casa, ti aspetto... la tua vita è a intermittenza, nell'invisibilità della tristezza ti trovo miscelata, sbiadita, ma non sei tu, ho paura, di sbagliare, ma voglio volere odiarti, in modo che possa continuare a vivere senza te, e ora ke nn ci sei, mi chiedo cosa meritavi, forse quello che nessuno voleva darti; e quando siamo stati... io nn c'ero, e tu non c'eri, torna, anzi, ritorna al tuo posto, dove l'orco cattivo non ti può trovare, chiuditi dietro le spalle tutto, ma non il tuo cuore, così grande, ti vedo ancora sorridere, di cuore, una cosa che da te è fantastica, ora non dovrai più scappare, l'orco non c'è, torna a casa, tutti ti aspettano. Addio

Senza titolo 477

Prestigio internazionale.


 «Non c’è più ragione di discutere, dopo la sentenza di Milano, se Silvio Berlusconi abbia corrotto un giudice. Resta il fatto che lui guida un partito fondato insieme a qualcuno che un’altra sentenza ha dichiarato in contatto con la mafia. Ci sono implicazioni che fanno rizzare i capelli».

The Economist, 16 dicembre

Senza titolo 476





Tra meno di un’ora inizierà un altro giorno… sarà quello del mio compleanno


Sarà…


Diverso dagli anni passati…


Esto è ciò che sento….


Tutto nuovo intorno a me.


Bello ciò che ho.


Non trovo altre parole…mi piace cullarmi di loro e di lui senza parlare…


 


 







E riscopro man mano di nuovo la bellezza della mia famiglia.





 


 



 

17/12/04

Senza titolo 475

Orgullo nacional, patriota virtual
héroe militar, Xenofobia,
muñeco demencial, parálisis mental
eskoria cerebral
A LA MIERDA, REACCIONARIOS
ME LA SUDA TODO LO QUE PUEDAS LADRAR
SIEMPRE AMÉ LA LIBERTAD...
Qué difícil es hablar con la pared
menguar tu estupidez, tu xenofobia,
hacerte comprender que tu agresividad
se puede responder con mala hostia

A LA MIERDA...
Huir de la razón, perder la dignidad
tu forma de pensar
Te quiero recordar que somos muchos más
y vamos a combatir tu xenofobia.
A LA MIERDA...
Oh!!, seguiré en mi condición de radical
gritaré, ¿¿nazis nunca más!!..
A LA MIERDA


Ska-p


 

Senza titolo 474

 

Te la scrissi l'anno scorso.


Non credo Tu l'abbia letta, non è cambiato nulla qui, sulla Terra.


Quindi te la ri_posto.


Ps: se il problema è che non c'è il francobollo, basta dirlo, pago io.


D'altro canto, quando vorrai, ti prenderai la mia vita, spero valga il costo della spedizione...


LETTERA DI NATALE
[Tu cosa vuoi a Natale? ]


presepe.jpg




Oh, grande Dio degli Eserciti..

A Te, Signore, a Te che i cappellani

consacrano le armi, urlando la Tua ira..


Oh, Padre sempiterno,

Tu che annientasti Sodoma e Gomorra,

Tu che votasti al sacrificio Abramo,

Tu che mondasti col Diluvio il Mondo...


Che cosa posso chiederti stasera,

con il Natale che già bussa al cuore?


In Tibet c’è chi prega e si è murato..


In India vacche magre sono salve

ma mutilano gli arti al mendicante


L’Oriente mette il burqua alla Madonna

E l’Occidente mostra il culo in video


Se l’olio per far luce sugli Altari

lo ricaviamo ardendo vivi gli Altri

vorrei restare a rimirare stelle

con meno luce nella Notte Santa


Il Morbo selettivo non funziona

colpisce chi si ama sulla Terra


Le cavallette ce le siam mangiate


abbiam bevuto i fiumi insanguinati


E l’Angelo briccone ci ha segnati

..ma non funziona, i figli sono morti..


Che cosa posso chiederti Stasera

(ammesso che il mio canto giunga a Te)

se ogni volta che sbatto le ciglia

di fame un bimbo muore intorno a me?


Io cerco di non sbattere più gli occhi

Ma ho l’impressione che non serva a molto..


Libero arbitrio hai dato

e io ringrazio

Ma qui qualcuno trucca le partite


Le Trombe del Giudizio suoneranno..

Ma nel frattempo l’Anticristo è il Re


..ma forse la preghiera non è giusta

allora la rivolgo al Nuovo Dio

quello del vecchio Testamento è andato

lasciando il posto all’Alleanza Nuova…

allora …ascolta, TU..


SE NASCESSI OGGI

VENTO D’AMORE DIVINO

NUOVA ALLEANZA VITALE

NON SCEGLIERE BETLEMME.


AI POSTI DI BLOCCO

NON FANNO PASSARE…


POTREBBE MORIRE MARIA

POTRESTI MORIRE ANCHE TU


CHE SENSO AVREBBE UN MIRACOLO

CHE CERTO POTREBBE SALVARVI

TU HAI DETTO

“QUELLO CHE FATE AGLI ALTRI

L’AVRETE FATTO A ME…”


DUEMILA ANNI

SON PASSATI INVANO…


ERODE ANCORA VIVE

MA SOTTO UN ALTRO STEMMA

CAMBIANO LE DIVISE

MA L’ANIMA E’ LA STESSA


LA COSA PIU’ VICINA A TE

POICHE’ IMMORTALE

E’ LA MALVAGITA’


PERPETUA

COSTANTE

INFINITA…


UN ALTRO GIORNO MUORE

E LA SPERANZA DEL TUO MONDO

E’ IN SE’…


bestio