Visualizzazione post con etichetta berluscioonismo. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta berluscioonismo. Mostra tutti i post

06/06/18

Loro 2 di Paolo Sorrentino un Triste, solitario y final

 ti potrebbe   interessare




M'ero promesso  che dopo  aver  visto ( trovate nelll'url  sopra  la  mia recensione )   " Loro  1  "  non avrei visto   " Loro  2  " . Ma  :  1)   le  critiche favorevoli  alcune non servili  2)   la  curiosità  di come Sorrentino racconti di come Silvio Berlusconi, con la sua corte, sia riuscito a ridefinire il concetto di potere in un'epoca dominata dalla  rete e dal web  .
In esso   a differenza de  primo   c'è  un alternanza   tra  : noia  e  surleale . Un Film  triste  e patetico  come  evidenzia  la  recensione www.mymovies.it .
Infatti  Loro2  è  come fa  notare  http://trovacinema.repubblica.it/film/loro2/494143/ è  come  una  superficie eternamente riflettente, come il font cromato in cui è inciso il titolo sulle locandine. E la sua estetica inane veicola visivamente un vuoto così pieno di sé da apparire come un intero perfetto, pura materia deprivata di ogni parvenza di spirito.
Diciamo che  c'è  un un leggero miglioramento  rispetto al primo   confermato  da più pèarti  in particolare  da   queste   recnsioni   qui


mi ricorda il finale    di  Quarto potere (Citizen Kane)  un film del 1941 scritto, diretto, prodotto e interpretato da Orson Welles . Infatti    rispetto al primo  è da vedere   perchè :   riesce a illuminare il meno riuscito primo capitolo .Mette   in evidenza   il lato umano dell’uomo di potere e della sua sgangherata ( metaforicamente  parlando  ) corte
Il punto di vista scelto da Paolo Sorrentino è decisamente insolito, dopo tanti film di denuncia sull’operato del Cavaliere i riflettori vengono accessi sull’uomo e non sul politico. Infatti anche  se  ripete il ritornello    dello specchio di un paese alla deriva che spera nella ‘scorciatoia’ della raccomandazione per poter raggiungere senza troppa fatica i propri obiettivi, qui lo  fa  con brio  Loro 2 Berlusconi Servillomettendo in evidenza   che  ciò  per quanto questo possa scandalizzarci è l’immagine cruda di una realtà oggettiva con la quale non si può non fare i conti.
Infatti secondo  http://www.ecodelcinema.com/  Esso  è  <<   un’opera complessa dal grande impatto visivo egregiamente recitata
Le perplessità lasciate dal primo capitolo, all’apparenza puramente estetico, si dissolvono nel secondo; la visione d’insieme mostra un’opera singolare, in cui la potenza visiva trova un suo equilibrio con una sceneggiatura sempre pungente e carica di ironia. Seppur scevro da un’aderenza cronologico-storica puntuale, “Loro” riesce a raccontare un pezzo controverso della nostra storia, dove spesso si son confusi i festini pro-cavaliere, con donne volutamente in mostra come quarti di manzo dal macellaio, con il legiferare sconsiderato che ha indebolito un paese già in affanno. Si può avere una discutibile vita privata e riuscire a non mandare in rovina un’intera nazione, svilendone persino la politica stessa, popolata da figurine di poco conto, comparse di terz'ordine in show di basso profilo. >>
<< Quel che rimane dopo due film >>    sempre  secondo  il  sito prima citato  << è l’affresco di un paese decadente, senza aspettative, che sa (  o  almeno dovrebbe sapere   ma  non riersce  o non vuole  ) comunque all’occorrenza rimboccarsi le maniche, quasi a mostrare l’altro nostro volto, quello che sa faticare, e conta sulle proprie forze. >>. 
Ad  averci  governato  e ancora oggi ad  influenzare  un uomo-giullare, le cui insicurezze e passioni hanno  segnato   e  segnano  ancora  oggi  la vita politica nazionale. Nel film il loro e il noi si confondono, portando quasi a pensare che il ‘divo’ Silvio non sia poi né meglio né peggio di tanti altri, in una storia dove non ci sono buoni o cattivi ma soltanto deboli, che disperatamente tentano di non soccombere  ed  hanno  provato , vedi i il governo uscito  dalle ultime  elzioni ,  ad  evitarlo .
Concludo    che  se dovessi giudicarlo      tutt'uno    come  affermano   le recensiuoni sopra  riportate il  voto è  facendo  la media    5     . . Se  fossero  come mi sembra    due  serie differenti e   guardabili    anche  separatamente   il voto  sarebbe   3.5\ 4 per   il primo  .  5.5\6   per  il secondo .
Sarebbe interessante   vedere   ,  credo  che  un firuro sarà  fatto  magasrti dallo stesso sorrentino , un  film  sul Movimento 5 stelle 

03/06/18

Piacenza, donna sotto un treno (e amputata): lui si fa il selfie .ecco gli effetti del riflusso e dell'edonismo ( craxismo e berlusconismo ) degli anni 80\90




PIACENZA Mentre sui binari il 118 sta soccorrendo una donna ferita, da poco investita da un treno, un giovane si fa un selfie. Il momento, in stazione a Piacenza, è stato documentato da una foto scattata il 26 maggio dal giornalista Giorgio Lambri e pubblicata oggi dal quotidiano Libertà.
Piacenza, donna sotto un treno (e amputata): lui si fa il selfie

Alla donna - una canadese che era scesa dalla parte sbagliata del treno venendo travolta - poi è stata amputata una gamba. Il giovane autore del selfie è stato bloccato dalla Polfer, identificato e costretto, non senza un po' di proteste, a cancellare le fotografie dallo smartphone. Nell'immagine, tra l'altro, mentre con una mano regge il telefonino, con l'altra sembra fare la 'V' di vittoria. La Polfer sta esaminando la sua posizione, ma non sembra si possano configurare reati.


Ed proprio commentando suj fb questo fatto , mi  accorgo che  : la frase : << Io non temo Berlusconi in sé, temo Berlusconiin me >> attribuita a Giorgio Gaber ma come specificato qui su www.giorgiogaber.org la frase appartiene a Giampiero Alloisio ed è stata solo citata da Gaber. La fonte citata era questo articolo del http://www.corriere.it/ che però è meno specifica della prima, ed è possibile che sia caduta in confusione o abbia preferito il nome più celebre di Gaber rispetto a quello di Alloisio  ,  è più attuale  che  mai  .
Inoltre  c'è  ancota  chi la vede   come iul  commento , con annessa mia  risposta  ,  lasciato  sulla mia bacheca    facebook


Giuseppe Diodati Elettore di cinque stelle o della lega?
Gestire
Mi piaceVedi altre reazioni
Rispondi4 h
Giuseppe Scano Cosa c'entra il cinismo non ha colore politico /ideologico Giuseppe Diodati
Gestire
Mi piaceVedi altre reazioni
Rispondi2 hModificato





Archivio blog