Visualizzazione post con etichetta '900. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta '900. Mostra tutti i post

02/06/17

Raffaele Arcella, classe 1920, presidente dell’Associazione nazionale ex internati nei lager nazisti: << Così un libro su Lenin mi salvò da un proiettile >>

“Questo libro mi ha salvato la vita. Anzi me l’hanno salvata il libro e Lenin”. 



Durante la cerimonia per le consegne della medaglie in occasione della Festa della Repubblica,  Raffaele Arcella, classe 1920, presidente dell’Associazione nazionale ex internati nei lager nazisti, mostra un vecchio libro. È un volume su Lenin scritto in russo. E l’avvocato, nato a Napoli nel 1920,  laurea in giurisprudenza e in lingue e letterature slave e istituzioni europee orientali, non scherza quando dice che è vivo grazie a quel libro dove è ancora evidente il segno di un proiettile. Arcella aveva il libro all’altezza del petto quando un cecchino, durante la seconda guerra mondiale, gli sparò contro. “Il proiettile si è fermato proprio dove c’è una foto di Lenin – dice l’avvocato -, avevo appena tirato fuori il libro dalla bisaccia del cavallo, per questo dico che la lettura e Lenin mi hanno salvato la vita”. 

Archivio blog

Si è verificato un errore nel gadget