Visualizzazione post con etichetta bullismo oggi. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta bullismo oggi. Mostra tutti i post

24/01/18

Contro il bullismo ci vogliono i filosofi ? secondo me non solo

«[---] Poi si rivolse, e parve di coloroche corrono a Verona il drappo verdeper la campagna; e parve di costoro quelli che vince, non colui che perde. [----] »
Dante  Alighieri  canto  XV inferno
canzone  consigliate
 stop - mattia sanna  ( per  chi  è registrato su  spotify  )
ciao bullo  .   AAV  leone  d'oro per  lacreatività  2016  



su  http://invececoncita.blogautore.repubblica.it/

leggo  questo interessante   intervento  di    Andrea Vito   ex  vittima del bullismo scolastico


                             Andrea Vito a scuola fu vittima del bullismo


Grazie ad Andrea per questo suo ricordo
Sono un filosofo di 24 anni, che ai tempi del liceo venne disturbato dai bulli. A ricreazione capitava che io stessi da solo e non con gli amici perché stavo scrivendo un romanzo e avevo bisogno di ispirazioni. Mi hanno osservato, provocato a parole e infine messo le mani in testa. Niente di serio dal punto di vista fisico, si intende, ma mi hanno fatto paura perché erano più piccoli di me e vedevo il male nei loro occhi.
I bulli ci sono e vanno combattuti, ma con l'aiuto dell'indifferenza e la solidarietà. Gli insegnanti devono aiutare questi giovani di oggi, smarriti e confusi dalla tecnologia, invadente e facilmente ipocrita.
Bisogna fare di più, sempre.
Oggi più che mai. I miei docenti in gran parte erano volutamente silenziosi e preferivano far imparare letterature di ogni genere ai ragazzi spesso senza guardare oltre i libri. Parlo solo di certi docenti, la maggior parte stava attenta a queste cose si intende.
Bisognerebbe aiutare i giovani a vedere al meglio la televisione, ma il problema è che nemmeno gli adulti comprendono il fenomeno spesso e sono inglobati in un sistema informativo che radicalizza una dimensione sociale già oggi complessa. Ecco perché ci vogliono i filosofi, per capire semplicemente che differenza c'è fra il verde e il rosso ed evitare che molti giovani piangano dentro e siano costretti a diventare mostri per avere attenzione.

Andrea Vito



Secondome  si  anche   se   come suggerisce  il  commento   si     all'articolo   sopra  riportato



Danilo Battaglia
2 giorni fa

servirebbe educare al rispetto dell altro e della diversità e ricordarsi ogni tanto che siamo umani e che tutti abbiamo le nostre debolezze primi tra tutti i bulli.
I bulli esistono solo perchè c'è qualcuno che gli regge il gioco. Se non si regge il gioco ai bulli, ma ci si schiera in difesa dei vessati i bulli ammutoliscono.
Più che filosofi Servirebbero più educatori

Risultati immagini per topolino storia sul bullismo
In quanto le  famiglie  (  problematiche  o  menefreghiste  come il  film   i nostri ragazzi  2014 diretto da Ivano De Matteo  e non solo  ne  avrei di  storie    da raccontare   in merkito   ma  non m sembra  il caso

Perchè  gente con tendenza al bullismo c'era anche ai lontani tempi della mia adoloscenza. La differenza è che allora venivano tenuti a  bada   o in alcuni casi  emarginati dai "non bulli"  o  repressi con il voto  in condotta  e  le note  disciplinari 
Un altro  metodo   suggerito  è quello   che riportato   questa bellissima storia Sceneggiatura: Radice Teresa Disegni: Turconi Stefano , è quello del doialogo e  della compresione  cercare  di capire  perchè il bullo agisce  cosi . Infatti , esperienza  personale     in ambito scolastico  chei  sicomorta  cosi lo fa  perchè : 1)  ha  famiglie    problematiche   o oppressive  ., 2)  cerca  d'essere  al centro dell'attenzione  .,  3) ha  paura  d'uscire  dal branco  .  inoltre     in quanto   prima  s'incomincia  a  parlare  ed  educare al rispetto ed  al  dialogo   meglio  è   ,  pubblicata   su ( copertina    a destra )    topolino 3175    . Opppure      fa  vedere  la  puntata      semi censurata  ( hanno fatto spostare  quel servizio dopo  le  23  ) di presda diretta  del 31\1\2016  lo trovate  qui
registrandovi  al canale  di raiplay   e  aplicare il metodo   che si usa  nelle  scuole  nel nord  europa 


non so che  altro dire  virimando    ai link  sotto   con  libri  , fumetti e   siti di come reagire  al bullismo