31/08/07

In un minuto

TEMP0136Non è lo stesso tramonto di ieri sera, si daccordo tutto è al loro posto, ma qualcosa manca, rispetto al tramonto di ieri sera.


Si, credo che oggni giorno che passa......qualcosa ci viene a mancare, e se pensiamo che non manca nulla, non è mai quella di ieri.


C'è qualcosa che rimane dentro, che ti dà l'impressione che nulla è cambiato.

riflessioni notturne [ dopo il lungo inverno ]



Artista: Modena City Ramblers
Album: Dopo Il Lungo Inverno


(Prologo)

Dopo il lungo inverno la terra rinasce
il sole scalda il grande albero
Scaccia gli spettri e il gelo alle radici
è calore, è risveglio, è un giorno di primavera...




Decido ,per riuscire a leggere senza sbadigliare e addormentarmi il  ( per fortuna era l'ultimo dei tre atti  ) del “ mattone “ rose caduche  opera teatrale di Giovanni Verga , di mettere in sottofondo il cd joy di Giovanni Allevi , cd che avevo comprato ( ma che poi mi sono tenuto visto che l'aveva gia masterizzato ) per  quella ragazza  a cui quest'anno  avevo regalato  quello  che  io m chiamo ironicamente  la Valentina " ovvero un regalinioo \ pensierino per san valentino
IL cd era intenso , bellissimo , tanto che rapito da una musica soave sono riuscito a leggere senza sonnecchiare una cosa cosi soporifera . Mi è piaciuto cosi tanto che una volta finito , l'ho rimesso dall'inizio e mi sono -- a volte lo faccio per distendermi e cercare di bloccare i miei pensieri --- sdraiato per terra sul tappetto con le braccia incrociate dietro al nuca ed in silenzio con il disco in sottofondo ho viaggiato con i pensieri .


Ed ripetendo fra me e me l'introduzione del cd  d'Allevi : << Vedo la città da questo strano vetro. Non sono mai stato dentro un'ambulanza. Un volontario della Croce Rossa mi tiene la mano sulla spalla e dice che devo stare calmo perché il Policlinico è vicino. Forse per l'eccessiva gioia, la grande emozione o la tensione accumulata, proprio oggi, di rientro dal tour in Cina, sono andato in tilt sul marciapiede sotto casa. Si parla di un attacco di panico, o di una cardiopatia, e per la mia mente paurosa è possibile che non sopravviva ai prossimi 10 minuti Ripenso a quanto è bello il cielo, il traffico, la quotidianità o l'essere semplicemente vivi.Quanti sorrisi non ho regalato, quante emozioni non ho ancora vissuto, quante volte ho offuscato i miei sogni dietro i fantasmi della paura...Se dovessi uscire di qui, canterà con la Musica la gioia di vivere, ogni momento bello o brutto, qualunque sarà la mia condizione. JOY >> ho pensato al mio passato ed ho ripreso il pensiero notturno avvenuto la sera prima interrotto dalla pioggia e messo per iscritto sul mio archivio cartaceo tornato da una passeggiata solitaria in quanto i miei amici erano tutti impegnanti : chi doveva andare al letto presto perché per il lavoro che fa in fabbrica , chi doveva suonare fuori tempio, chi voleva rimanere solo con la fidanzata  ,o era  a cena  con i genitori  e i suoceri  visto  l'imminente matrimonio  . Ma  soprprattutto mperchè mspesso nella solitudine   si riflette   e  sui riorganizzano meglio  i propri pensieri   e  si  entre  , come  dice  De andrèin " Elogio dela solitudine  "  ( uno dei discorsi  contenutio  nell'albume  distribuito  e prodotto dfala rivista " e  avevamo gli occhi troppo belli " ) si entra  meglio in contatto con il circostante . Qui per  scaricarvi   tutto l'inttero album  ( ovviamente   a pagamento )  qui gratuitamente   il brano in questione   (  altri due \ tre discorsi su otto )
Ecco il mo ragionamento
Sono seduto sotto un albero del viale in fondo di solito affollato -- di anziani, coppiette di fumatori minorenni o fumatori d'erba --- ma stranamente forse perché sono le 23.00 di un sabato sera estivo in cui i giovani vanno fuori paese a ballare o a fare spiaggiate prima che rincominci l'autunno . Lontano dallo struscio , dal vociare , del viale principale e dal rumore dei cellulari che squillano per i messaggi o le chiamate , quando esso è affollato , con le gambe incrociate con sottofondo macchine e motori che passano sotto il viale e in lontananza la musica dei bar e dei locali e il chiacchiericcio della gente che si ferma alla fontana o alle gradinate del movimento ai caduti e che ritorno indietro per farsi un'altra vasca . Penso al film della mia vita , a come ho trattato certe persone usando il metodo , poi abbandonato per aderire alla non violenza , di occhio per occhio dente per dente ., alla sfiga di essere da 10 anni senza ragazza , di ottenere due di picche a nastro , ed ad altri problemi di cui per il momento non mi sento di   parlarvi .
Penso di Buttarmi dal muraglione ma poi penso sia al dispiacere che darò a chi realmente ( sia nella vita reale in internet fra cui alcuni\e di voi ) mi vuole bene e al rimorso che lascerai nei miei familiari . Osservo le luci della città e mi viene in mente una delle mie canzoni preferite ( una delle poche che trattino la tematica dell'amore e  secondo me  anche dell'amicizia senza essere melense  qui un ottima recensione )

“Farewell”  di Francesco Guccini  da  parnassius  Guccini



E sorridevi e sapevi sorridere coi tuoi vent' anni portati così,
come si porta un maglione sformato su un paio di jeans;
come si sente la voglia di vivere
che scoppia un giorno e non spieghi il perchè:
un pensiero cullato o un amore che è nato e non sai che cos'è.
Giorni lunghi fra ieri e domani, giorni strani,
giorni a chiedersi tutto cos' era, vedersi ogni sera;
ogni sera passare su a prenderti con quel mio buffo montone orientale,
ogni sera là, a passo di danza, a salire le scale
e sentire i tuoi passi che arrivano, il ticchettare del tuo buonumore,
quando aprivi la porta il sorriso ogni volta mi entrava nel cuore.
Poi giù al bar dove ci si ritrova, nostra alcova,
era tanto potere parlarci, giocare a guardarci,
tra gli amici che ridono e suonano attorno ai tavoli pieni di vino,
religione del tirare tardi e aspettare mattino;
e una notte lasciasti portarti via, solo la nebbia e noi due in sentinella,
la città addormentata non era mai stata così tanto bella.
Era facile vivere allora ogni ora,
chitarre e lampi di storie fugaci, di amori rapaci,
e ogni notte inventarsi una fantasia da bravi figli dell' epoca nuova,
ogni notte sembravi chiamare la vita a una prova.
Ma stupiti e felici scoprimmo che era nato qualcosa più in fondo,
ci sembrava d' avere trovato la chiave segreta del mondo.
Non fu facile volersi bene, restare assieme
o pensare d' avere un domani e stare lontani;
tutti e due a immaginarsi: "Con chi sarà?" In ogni cosa un pensiero costante,
un ricordo lucente e durissimo come il diamante
e a ogni passo lasciare portarci via da un' emozione non piena, non colta:
rivedersi era come rinascere ancora una volta.
Ma ogni storia ha la stessa illusione, sua conclusione,
e il peccato fu creder speciale una storia normale.
Ora il tempo ci usura e ci stritola in ogni giorno che passa correndo,
sembra quasi che ironico scruti e ci guardi irridendo.
E davvero non siamo più quegli eroi pronti assieme a affrontare ogni impresa;
siamo come due foglie aggrappate su un ramo in attesa.
"The triangle tingles and the trumpet plays slow"...
Farewell, non pensarci e perdonami se ti ho portato via un poco d' estate
con qualcosa di fragile come le storie passate:
forse un tempo poteva commuoverti, ma ora è inutile credo, perchè
ogni volta che piangi e che ridi non piangi e non ridi con me...




Poi ha iniziato a piovigginare , ma tanto avevo già abbandonato tale proposito , perche  mi sono accorto   che era  solo una parte di me   che  ancora   riemergere dall'oscuro meandro del  passato  .

Infatti mentre tornavo a casa mi sono ritornate in mente come afferma il n104 di dylan dog ( qui la trama  foto  a destra ). e la vita ( opera d'arte come la chiamo io ) è fatta anche di emozioni , sensazioni , profumi . Ma soprattutto , mi perdonino tutti coloro che odiano ci abbonda nelle citazioni o parla  con  slogan  e  frasi fatte , ma a volte sono le stesse sensazioni che provo io ,  : << (...)  già per tutta la strada m'ero fatto forza , per non confessare a me stesso il grottesco di quello che faccio : e ora questa sensazione mi si scatena come una bufera distruggendo tutto ciò che per mesi e mesi [ anni ] la mia fantasia allucinata aveva costruito >> ( salvatore satta in la veranda ).
Quindi dedico , non potendo farlo personalemnte , in maniera  da  rimuovere  \  gettare  via , questi sensi di colpa  che  ormai  non mi sono più utili e appesantiscono solo il mio viaggio e  strappare  dalla  pagina   del  libro che è la vita  . Dedico questo post a tutti\e coloro che su offeso, insultato , calunniato e colpito nel mucchio , tormentato  con la mia invadenza  petulante
In particolare :  Ch.CL ( qui le sue foto e i suoi blog 1 2 ne trovate  una  a  sinsitra )., S.p ( non so se è il suo vero nome o un suo pseudonimo\ nikname ),M.r.D (  qui  i suoi  scritti ), IL.D conosciuti suilla  ex rivista trimestrale Sbs ( ora  solo  online )  smemoranda , a Xfile e  Ronnie1969 ( non ho mai saputo il vero nome )  della ex chat il muro dei tifosi di www.inter.it  , Federica Struglia  , candle in the wind! di  splinder  ( trovate  qualcosa nell'archivio del mio blog ) .


Concludo con queste parole : << Perdono tutti e a tutti chiedo perdono. Va bene? Non fate troppi pettegolezzi >> Esse sono secondo la sezione  wikquote di wikipedia  dedicata  a Cesare Pavese le Parole d'addio riportate sul frontespizio di una copia dei Dialoghi con Leucò dell'autore  , ritrovata accanto al suo corpo senza vita


Il 27 agosto 1950, Pavese si suicidò con una dose eccessiva di barbiturici in una camera al terzo piano dell'Hotel Roma in piazza Carlo Felice, a Torino.



Artista: Modena City Ramblers
Album: Dopo Il Lungo Inverno


  (Epilogo)


Ci sono storie e passioni e fuoco
e una grande aia per il raccolto
C'è il raccolto di un'altra semina prima della notte
e prima del prossimo inverno



Senza titolo 1998

 


 


la mia casa ecologica..


 



 



dettagli d'esterno



optional comodity ecologici



 


zona lavanderia eco



ripari ecologici zona pranzo



 


risvegli ecologici



 


io in lettura relax ecologica



 


atmosfere interne



 



 



 



 



 


non potete tentarmi cosi con case ecologiche..e farmi fare un approsimativo reportage eh! scusate avvertite prima..

Usa: passeggeri parlano arabo, bloccato aereo

da http://blogfriends.splinder.com/





Una passeggera ha denunciato al personale di bordo il ''comportamento strano'' di viaggiatori che stavano parlando arabo e l'aereo e' stato bloccato. I sei sono stati fatti scendere a San Diego (California) dall'aereo diretto a Chicago. L'incidente e' avvenuto mentre il velivolo della American Airlines stava gia' rullando sulla pista dell'aeroporto per decollare. L'aereo e' rientrato al terminal, tutti i passeggeri sono stati costretti a tornare al terminal e i sei uomini che parlavano arabo sono stati interrogati dalla polizia. ''Non si trattava di terroristi ma di persone che ci stanno aiutando a combattere i terroristi'', ha sottolineato poi un portavoce della compagnia Usa che li aveva assunti. Dall'interrogatorio e' infatti emerso che i sei erano tecnici iracheni incaricati da una compagnia Usa che lavora col Pentagono di recarsi alla base di Camp Pendleton per corsi di addestramento ai marine che stanno per recarsi a combattere in Iraq. (Agr)


chi sà  cosa  succederà   quando ci avvicineremo al 11 settembre

bravi bene bis continuate cosi e poi lamentavi perchènon andiamo più a votare




Ma quanta fame hanno questi qui?

-----
Inchiesta de L'Espresso: abitazioni a cifre stracciate per vip, politici e sindacalisti Trenta vani catastali acquisiti da Casini. Affari anche per Cardia e Bonanni "Case a politici e sindacalisti
a prezzi super-scontati" Un intero edificio per il Guardasigilli. Mastella: querelo
di SERENELLA MATTERA

ROMA -


Case a prezzi stracciati per vip, politici e sindacalisti. Lo rivela un'inchiesta deL'Espresso in edicola oggi, dal titolo "Casa nostra". Una squadra "vasta e assortita", è la denuncia del settimanale, ha potuto comprare appartamenti a Roma a costi di molto inferiori a quelli di mercato. Una squadra bipartisan che va dall'ex presidente della Repubblica Francesco Cossiga, agli ex presidenti di Camera e Senato Luciano Violante e Nicola Mancino. Dalla famiglia del leader Udc Pier Ferdinando Casini a quelle del ministro della Giustizia Clemente Mastella e del primo cittadino di Roma Walter Veltroni. Coinvolti nell'inchiesta anche altri potenti, come il presidente della Consob Lamberto Cardia e il segretario della Cisl Raffaele Bonanni.Le prime anticipazioni, trapelate ieri, hanno sollevato la reazione di alcuni dei politici chiamati in causa. Mastella ha annunciato una querela, mentre Cossiga si è limitato a spiegare: "Ho comprato a prezzi scontati, ma non ingiustamente". Duro il presidente del Senato, Franco Marini: "Sonofalse le notizie che mi riguardano (due piani di un palazzo ai Parioli pagati 1 milione di euro, ndr). Io non ho avuto nessuno sconto ma ho omprato a prezzo di mercato la casa che avevo in affitto da circa 20 anni.Mi pare si stia superando ogni limite con queste pseudo-denunce".[ non sarà perchè  hanno scoperto , anche se poi non cìè niente da scoprire perchè è un segreto di pulcinella , gli altarini dei nostri beneamati  politici ? ]Nel 1996 l'inchiesta "Affittopoli" svelava come gli enti previdenzialidessero in locazione ai politici appartamenti in pieno centro a Roma aprezzi stracciati. Oggi L'Espresso parla di una "Svendopoli", perché quellestesse case "sono state svendute definitivamente e il privilegio è stato reso eterno". Per fare un esempio, il presidente della Consob Cardia pagava 1 milione e 100 mila lire di affitto nel 1996 e ha comprato nel 2002 a 328mila euro 10 vani e due posti auto vicino al Palaeur. Mentre il sindaco Veltroni, che "è nato nelle case dell'ente previdenziale dei dirigenti(Inpdai)", ha comprato dalla Scip, ex Inpdai, 190 metri quadri a via Velletri, zona Piazza Fiume, per 373mila euro. Un prezzo basso "per effetto non di un'elargizione personale, ma degli sconti collettivi".Anche le società private Generali e Pirelli, secondo L'Espresso, nella vendita di immobili hanno avuto un occhio di riguardo per alcuni politici,come Casini e Mastella. A ex suocera, ex moglie e figlie del leader Udcsono andati 30 vani catastali in via Clitunno (zona Trieste) a 1,8 milioni di euro (prezzo di mercato 5100-6900 euro al metro quadro). Mentre la famiglia Mastella si è aggiudicata 26 vani (5 appartamenti) di un edificio  di Lungotevere Flaminio a 1,2 milioni di euro. "Non ho certo approfittato di favori - ha replicato il Guardasigilli - tant'è che ho dovuto fare un mutuo di ben 500mila euro".

eco coem mi trovo in questo momento

"Sempre devi avere in mente Itaca
raggiungerla sia il pensiero costante.
Soprattutto non affrettare il viaggio;
fa che duri a lungo, per anni".


(C. Kavafis)

30/08/07

Risparmiare in cucina

Risparmiare...in cucina!- I rubinetti


A seconda della pressione dell'acqua e del tipo di fuoriuscita, un rubinetto eroga da 10 a 20 litri al minuto, mentre nella maggior parte dei casi è sufficiente un'erogazione di 3 litri al minuto.


Si possono perciò facilmente applicare dispositivi denominati: "riduttori di flusso", che si limitano a effettuare una strozzatura nei terminali dell'impianto idrico, ottenendo un risparmio sui consumi.


I sistemi più moderni agiscono sulla pressione, sulla velocità e sulla portata d'acqua in modo da non ridurre la qualità del servizio fornito.


Una doccia normale consuma dai 20 ai 25 litri al minuto, con un economizzatore d'acqua il consumo si porta ai 7/12,5 litri al minuto. I risparmi sono dell'ordine del 50% con una pressione di 2 atmosfere.


COSA FARE: limita il flusso dei rubinetti, usiamo troppa acqua per gli usi che ne facciamo; cerca di utilizzare il tappo di lavandini e lavabi, evitando lo spreco di acqua corrente se non necessaria; limita l'uso di acqua calda allo stretto necessario; raccogli l'acqua usata in cucina, se non contiene sapone od altri prodotti può essere utilizzata per annaffiare piante e vasi; compra dei riduttori di flusso ed economizzatori d'acqua per la tua casa!


- La lavastoviglie


E' stato calcolato che lavando a mano i piatti di quattro persone in un catino pieno d'acqua si usano dai 25 a 40 litri AL GIORNO; le lavastoviglie automatiche, invece, necessitano di circa 60 litri PER CARICO. Se si fa funzionare la lavastoviglie quando non è completamente carica si verificherà un enorme spreco. Al contrario è bene lavare piatti, posate e pentole insieme una volta al giorno, a pieno carico. Esistono in commercio elettrodomestici di questo tipo a capacità ridotta per le necessità minori.


COSA FARE: Il sistema migliore per risparmiare acqua è sempre lavare i piatti a mano, possibilmente mettendo il tappo al lavandino e/o riciclando l'acqua di lavaggio delle verdure per questo uso!


- Gli elettrodomestici


Gli elettrodomestici di uso più comune in cucina hanno un ridotto impatto sul consumo energetico domestico, ma sommati il quantitativo di energia elettrica assorbita non è più tanto irrilevante.


Il forno elettrico (1 ora/settimana) consuma circa 121 kw all'anno.


Il microonde (1,5 ore/settimana) circa 122 kw all'anno.


Il congelatore circa 400 kw all'anno.


La lavastoviglie (4 lavaggi/ settimana) circa 530 kw all'anno.


Un frigorifero combinato* circa 550 kw all'anno.


Uno scaldacqua in cucina circa 694 kw all'anno.


Inoltre, piccoli elettrodomestici come macinacaffè, coltelli elettrici, spermiagrumi, grill, tritacarne, tostapane e cappe aspiranti, arrivano a consumare annulamente anche 20 kw CIASCUNO!!!


La somma dei diversi consumi, con l'aggiunta dell'illuminazione, raggiunge entità davvero ragguardevoli.


COSA FARE: Evita di utilizzare elettrodomestici non necessari; assicurati che refrigeratori e forni siano ben chiusi durante l'uso; evita di far lavorare gli elettrodomestici con poco carico; metti nel congelatore alcuni "mattoncini congelabili", occupando spazio riducono la massa di aria da raffreddare ed all'occorrenza possono essere utilizzati in borse termiche per il trasporto di alimenti; spegni le luci, quando non sono necessarie!


Per ridurre anche gli sprechi di gas in cucina è buona regola chiudere i rubinetti, nel momento del non utilizzo!



*per coloro che volessero informazioni circa FRIGORIFERI ECOLOGICI, a basso consumo e caratteristiche di questi, contattatemi e vi invierò il materiale particolareggiato che ho raccolto!!!

Senza titolo 1997

5/17/07


Why Did Warhol's ‘Green Car Crash’ Sell?


GREEN CAR CRASH - Warhol








































Andy Warhol's Green Car Crash.Photo by AFP / Getty Images


When Andy Warhol's Green Car Crash (Green Burning Car I) hit the block at Christie's, experts thought the auction house's estimate — $25 to $35 million — was optimistic. Warhol's previous auction record was $17.38 million, but more to the point, would buyers want such a grisly image on their living-room wall? As art consultant Sandy Heller told ABC News, "It's hard to put an image of an impaled figure in a burning car in a home where you have little kids." So what drove the price to $71.72 million, after a heated bidding war? Why is Warhol's "Death and Disaster" series, which included auto wrecks, plane crashes, and even race riots and suicides, suddenly so sought after?

Cynics will say that it's all about exploiting unexplored corners of the Warhol market. The more interesting answer, however, is that collectors are beginning to make the emotional connection between this gruesome body of work and the artist's more attractive (to the casual observer) portraits of celebrities. Warhol made the link explicit with his 1962 portraits of Marilyn Monroe (painted shortly after her death) and, the following year, a grieving Jackie Kennedy. "I guess it was the big plane crash, the front of the newspaper: 129 DIE. I was also painting the Marilyns. I realized that everything I was doing must have been Death. It was Christmas or Labor Day, a holiday, and every time you turned on the radio they said something like 'Four million are going to die,'" he said in a 1964 interview.


Then, there's the fact that 40-odd years later, we don't get our disasters from the next morning's paper or a disembodied voice on the radio; we watch them unfold over and over in five-minute video clips, the products of millions of Abraham Zapruders. The particular accident documented in Green Car Crash — a driver fleeing the police was left hanging from the spike of a telephone pole after his car hit the pole and overturned — is just the sort of bizarre spectacle that might enjoy a brief run on YouTube before the censors step in. So the tabloid sensationalism that inspired Warhol now looks almost quaint — Marilyn's publicity still from Niagara (the source for Warhol's portraits of the actress) versus Anna Nicole's bloated corpse.

Finally, there's the conventional explanation, noted by Warhol himself: "When you see a gruesome picture over and over again, it doesn't really have the same effect." So go ahead, put the painting in the family room — the kids have probably seen worse. —Karen Rosenberg




www.christies.com/features/may07/pwc/pwa_video.asp

Ombra - 1

img067Franca Bassi

IN ITALIA ..........

CASSAZIONE: "MOBBING NON E' REATO"

"Possibile chiedere solo risarcimento"

Il mobbing non è un reato previsto dal codice penale e, dunque, chi incappa in vessazioni sul luogo di lavoro può solo intraprendere una causa civile e chiedere il risarcimento del danno"

La decisione si commenta da sola.

Di mobbing si può anche morire....


29/08/07

Addio

img084

Rock...


 Vota la notizia e se ti piace clicca su ok!


Musica dei MUSE OK. Testi KO


Quando ascolto la musica mi lascio trasportare dalle onde sonore e mi coinvolgo totalmente. Se ci sono dei testi, ovviamente, tendo a seguirli e ad apprezzarne il contenuto. Il guaio è che non sempre, anzi, quasi mai, comprendo i testi in lingua inglese e quindi...posso incorrere nel rischio di incoraggiare all'ascolto canzoni che non sono corrispondenti al mio modo di pensare.


Si dà il caso che io ami la musica dei Muse, come scritto nel profilo, ma ieri sono venuta a conoscenza del significato del testo Thoughts of a Dying Atheist (Pensieri di un ateo che muore) e, sinceramente, non ne sono rimasta molto contenta. Ora mi impegnerò a leggere le traduzioni delle loro canzoni!


Ma...


Continua a leggere su NERO ASSENSO




 


Senza titolo 1996

Su artelario è online la linea di gadget dedicata a De Andrè realizzata da Lario3.


De Andrè 2


 Mug        Infant Bodysuit Cap

28/08/07

visto che non mi decido a finire a 31 anni gli studi...

non  riuscendo  a trovare le parole per  descrivermi prendo esempio dal nostro futuro cdv  liberostronzo.splinder.com 


PORCA TROIA!

IN MINIERA MI DOVREBBERO MANDARE!

ALTROCHE' SCRIVERE CAZZATE SU QUESTO BLOG!

E CON ME, TUTTI VOI PERDIGIORNO E PERDINOTTE!

PERDINCI!





                  SONO UN PIRLA, LO AMMETTO!

Per te









Per te


 



Scritto alle 12:48





   


orvieto 048


                                                      Immagine  donata Pasquale Venerito


Per te


Il tuo profumo


mi ricorda di te.


Accetto ogni attimo


di felicità...


Passo la mia mano


sulle mie labbra:


il tuo profumo


mi ricorda di te...


Nessuno mi potrà togliere


quel dolce attimo


neppure tu


da me...


Franca Bassi



 

 




Scritto da ceglieterrestre


 



UNA GIORNATA DI AGOSTO DEL 2006

Cari amici,
l'anno scorso ho fatto un giro con la videocamera per Roma , la città in cui vivo e che amo.
In una sola giornata estiva, ho catturato un'infinità di attimi che ho voluto raccogliere in questo piccolo video.
Spero di essere riuscito ad esprimere le mie sensazioni, restituendo attraverso le immagini, quello che ho vissuto e che vivo quotidianamente, guardandomi intorno con curiosità...
A presto...

.

La Mia Morte

La mia morte sarà domani


Fra il peso dei bersagli


E altri dardi più viscosi.


Tre volti dentro l’acqua


Luterano per la possessione sordida


Dei miei versi.


Non ho mai voluto essere poeta, nemmeno moscone


E molto meno icona dei bevitori di luppolo


Desideravo soltanto essere un pacato lettore di giornali porno


Un Don Giovanni masochista delle spiagge del mondo.


La vita, però, cuoce sempre al contrario


Le vene, i morti


E le sigarette di ognuno.


Quando morirò,


porterò tanta gente con me.


ma continuerei a rider di me stesso,


come sempre ho riso:


a bocca chiusa, in temperamento acido.


Adesso tre o più volti


Già stanno in combattimento


Per la possessione sordida


Dei miei ridicoli versi.





©Luis Barreto 2007

27/08/07

Ciao sono Shanmei

stranezzeStranezze cinesi per i giochi olimpici!

TI AMO ULTIMO

Tutti i miei uomini si sono rivellati delle gran fregature forse è colpa mia. A questo punto voglio fare una sciocchezza e dichiarare il mio grande amore a Ultimo. Anche se non sò chi sei ti amo nel profondo della mia mente, perchè mi piace il tuo cartte battagliero ed idealista.


Romilda


Regolamento di conti a Mondragone

MONDRAGONE - Un regolameto di conti ha avuto luogo ieri notte a Mondragone in provincia di Caserta. Un pregiudicato, tale Antonio Ciriglia, ha tentato di colpire con due colpi di pistola Mario De Caro presso la sua abitazione. I colpi della pistola erano a salve, ma questi è stato popi colpito dall'assalitore con un bastone. Antonio Ciriglia, in base alle ricostruzioni fatte dagli inquirenti, si sarebbe recato presso l'abitazione della vittima verso le ore 21,30. Alla base della lite si pensa ci sia stato un regolamento di conti inerente lo spaccio di droga. Sul posto sono intervenuti i carabinieri che continuano ad investigare sul movente del reato messo in scena. la vittima è stato ricoverato presso il nosocomio di Castelò Volturno.


Romilda Marzari

Amore dove sei?

img036

                                     Immagine Franca Bassi Giordania Petra


Da una vita che cerco l'amore. Nella profondità dei mari, nel cielo infinito, nella sabbia dei deserti, tra le onde del mare, nel suono del vento e nel canto delle sirene. Ma solo, nello spazio dei sogni sei arrivato.Franca Bassi

come far appassionare i giovani ai classici

 solamente rendendo  presente  il passato si   avrà un futuro



Cinema: premio Brian dell'UAAR a Venezia


 Vota la notizia e se ti piace clicca su ok!


VENEZIA: PREMIO BRIAN


Desidero annunciare questa notizia che, a parte il lancio dell'Adnkronos, pare sia stata ignorata, se non snobbata, dalla stampa e dai media in generale. Anche l'altr'anno stesso copione: solo in Messico, in Perù e in Spagna fu annunciata la notizia dell'assegnazione del premio...


CINEMA: GLI ATEI TORNANO A VENEZIA COL PREMIO BRIAN PER FILM PIU' LAICO


Roma, 21 ago. (Adnkronos) - Anche quest'anno l'Unione degli atei e degli agnostici razionalisti (Uaar) sara' presente alla Mostra del cinema di Venezia che si terra' dal 29 agosto all'8 settembre prossimi. Una sua delegazione diventera' la giuria che assegnera' il 'Premio Brian' (in omaggio alla parodia dei Vangeli dei Monty Python 'Brian di Nazareth', ndr.) al film che piu' degli altri porta sul grande schermo i valori del laicismo.



 




26/08/07

Senza titolo 1995

Sabato ho fatto il test di gravidanza, quello che si acquista in farmacia, ed è risultato positivo. Sono contenta di questo"miracolo",a nche se non sono sicura che Giuseppe riconescerà il bambino, visto che mi ha lasciata per telefono e visto che qualche mese prima di conoscere me aveva lasciato un'latra donna che gli aveva detto di aspettare un figlio da lui. Non mi spaventa ciò. soprattutto diopo quello che mi è stao detto da una fonte attendibile, una signora anaziana che si reca ogni sera in Chiesa a recitare il Santo Rosario, che Giuseppe emntre si frequetnava con me avfrebbe frequentato anche altre donne di nazionalità rumena. Il sacercdote oggi, nel corso della confessione, mi ha detto che Dio aiuterà me ed il babino anche se Giuseppe non dovesse riconoscerlo e non  devo abbattermi. E poi Marzari è un bel cognome e pone in evidenza le mio origini nobili: Da un'antica bibliografia stampata a Firenze dalla Tipografia delle Durate nell'anno 1866, intitolato "Libro dei Nobili Veneti, ora per la rpima votla messo in luce", come rilevasi dallopera sumenzionata la mia famglia è originaria del veneto. Aggretgata da tempo assai remoto al Consiglio Nobile di Vicenza, fu confermata nella sua nobiltà con sovrana risoluzione il 13 maggio 1825. I membri della mia faglia risultano essere statio sempre non curanti dele cose volgari, ripromettendosi delle sole loro energie la dovuta ricompensa, lo dicono i documenti fino ad oggi conosciuti come il Dizionario Storico - Blasonico  del commendatore G. B. di Crollalanza che ha raccolto le tracie lasciate dai miei avi in quella città ove ebbero diimora ricoprendo cariche legislative, militari o altro. Molti sono stati i principi presenti nella mia famiglia, inbase a quanto raccolto da questo autore, La mia casata per la sua antichità e splendore, e per virtù miltare, carrichi laici ed ecclesiatici, e avanta anche molti pregi di cavalleria. Il mio bambino anche se non dovesse avere il cognome del padre avrà un cognome di cui comunque potrà esserne fiero.


Romilda Marzari


COMUNCIATO STAMPA AMBIENTALISTA

Coordinamento Emergenza Ambientale
Movimento " Serre per la Vita
Comitato "La voce delle donne
Comitato "Serre per i diritti
Serre 21.08.2007 Ore 7.50
A leggere le dichiarazioni del Sindaco rispetto all'assemblea
cittadina del 16 agosto si resta
sconcertati.

IL SINDACO CONTINUA A RACCONTARE BUGIE AI CITTADINI
I rifiuti da sversare a Macchia Soprana non sono 300 mila
m cubi più il sito di stoccaggio (fissato in 100 mila m cubi),
come lui sostiene, ma sono 930 mila m cubi come lui ha accettato
e firmato nella conferenza di servizio che si è svolta a Napoli,
presso la Prefettura , il giorno 2 agosto 2007.
Per fare chiarezza, al Sindaco chiediamo risposte a domande precise:

1. perché nella conferenza di servizio presso il
Ministero dell'Ambiente del 5 giugno 2007 ha accettato, senza
una parola di protesta, che fosse avviato a Macchia Soprana "
lo studio di fattibilità per il trattamento del percolato
derivante dalle discariche collocate nel territorio provinciale" ?

2. Perché nella conferenza di servizio presso il
ministero dell'Ambiente del 7 giugno il consigliere Moccaldi
ha accettato, senza una parola di protesta, l'aumento dei
rifiuti da sversare da 420 mila m cubi (320 mila la discarica e
100 mila il sito di stoccaggio) a 700 mila m cubi?

3. Perché nella conferenza di servizio del 2 agosto, presso la
Prefettura di Napoli, ha accettato, senza una parola di
protesta, l'aumento dei rifiuti da sversare da 700 mila m cubi a
930 mila m cubi?

4. Perché si scaricano rifiuti da inizio luglio e non
è stato ancora firmato un protocollo di intesa con il
Commissariato? Forse perché bisognava aspettare che fosse
aumentata la quantità dei rifiuti da sversare?

5. Perché ha pensato di fare una delibera di protesta solo il
13 agosto, dopo che la quantità di rifiuti è stata aumentata?

6. Perché nella delibera di protesta la Giunta Esecutiva non
protesta anche contro l'aumento della quantità di rifiuti ( da
420 mila a 930 mila m cubi) e contro l'apertura di un impianto di
depurazione del percolato a Macchia Soprana?

Risponda con chiarezza a queste domande il Sindaco e lasci
perdere chi era in prima fila a Valle della Masseria. Per
mesi, mentre lui si fidava dei suoi amici politici, il Comitato "
Serre per la vita " apriva il presidio ed organizzava e guidava
la protesta. Fino a quando precise manovre del
Sindaco e dei suoi amministratori creavano una profonda
spaccatura con il Comitato, con l'unico obiettivo di condurre da
solo le trattative.

Da quel momento in poi, mentre i cittadini subivano le cariche
della polizia per impedire l'occupazione della Valle, il Sindaco
trattava per farli entrare.
Movimento Serre per la Vita
www.serreperlavita.it








Psichiatria, psicologia e diritti umani – Aspetti giuridici e sociali


Agosto 2007 alle ore 17 presso la Sala Presidenziale della Stazione Santa Maria Novella, si svolgerà un convegno/tavola rotonda dal titolo “Psichiatria, Psicologia e Diritti Umani: aspetti giuridici e sociali”.Il convegno con ingresso libero ed i cui promotori sono: il CCDU (Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani), il CSI (Periti e Consulenti Forensi – Firenze) e l’Associazione GESEF (Genitori Separati dai Figli), si propone di trattare le problematiche riguardanti le violazioni di diritti umani in ambito psichiatrico e psicologico, in special modo nello svolgimento delle attività processuali.
Interverranno i seguenti relatori: On. Francesco Lucchese, Deputato e membro della Commissione Affari Sociali della Camera; il Prof. Saverio Fortunato Specialista in Criminologia Clinica, Docente d'Indagine e Semeiotica del Linguaggio al Corso di Laurea Scienze dell'Investigazione Università di L'Aquila; l’Avv. Francesco Miraglia, la scrittrice Nunzia Manicardi che presenterà il suo ultimo romanzo di “Casi da Pazzi”, caso editoriale del momento, che ripercorre le scelte e le battaglie dell’Avv. Miraglia nella tutela dei diritti umani in psichiatria; Il Sig. Vincenzo Spavone dell’Associazione Genitori Separati dai Figli;Moderatrice Dott.ssa Grazia Gatto laureata in Scienze Giuridiche e Criminologiche
L’iniziativa ben si integra con la mostra storico-informativa intitolata: Un viaggio senza ritorno, storia degli errori e orrori psichiatrici organizzata dal Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani (CCDU), ente internazionale per la tutela dei diritti umani nel campo della salute mentale.
Il materiale esposto è costituito da pannelli sinottici con documentazioni video e audio inedite sulle atrocità commesse nell’ambito della psichiatria istituzionale dagli albori ai giorni nostri, mettendo così in luce gli “orrori ed errori” della pratica psichiatrica, ponendoli a confronto con la tutela ed il rispetto dei diritti e della dignità dell’essere umano.
La mostra è stata inaugurata il 20 agosto presso la Sala Presidenziale della Stazione Santa Maria Novella e rimarrà aperta al pubblico fino al 30 agosto tutti i giorni dalla ore 9,30 alle ore 21 e la domenica dalle ore 11 alle ore 19 con ingresso libero .





La mostra mette in evidenza come la psiochiatria ha influenzato tutte le ideoligie razziste. Iniziando il viaggio informativo dalla nascita dei primi maniocomi in Inghilterra, infatti, l'attenzione cade sul fatto che venivano considerati pazzi anche i liberi pensatori e le donne che non volevano seguire i dogmi della "serva umile e servizievole dell'uomo". Si giunge, poi, alle teorie nate agli inizi del 1900 che reputavano di itelligenza inferiore la gente di colore e le donne. teorie che hanno per anni posto le basi della negazione del diritto allo studio a coloro che provenivano da classi sociali svantaggiate. Dalla mostra si evince, inoltre, che in Russia gli psichiatri avevano inventato un'altra forma di matattia mentale: "l'esaurimento da ossessiva ricerca della giustizia". Con questa terminologia hanno etichettato molti oppositori del regime Stanilista rinchiudendoli nei manicomi e torturandoli. Una forma di "pazzia" che viene utilizzata anche nel Sud dell'Italia da parte dei mafiosi, dei camorristi e degli affiliati alla n'draghjeta per etichettare i magistrati, i giornalisti e i militari che investigano sulla criminalità organizzata.  

Nel Sud Italia, inoltre, molte donne fino agli '70 sono state chiuse neui manicomi solo perchè hanno osato opporsi ad un marito violento, che le tradiva e le faceva morire di fame.

                                    Romilda Marzari

Per informazioni:
Comitato promotore Tel 02 36510685
E-mail linea.stampa@ccdu.org
Sito: www.ccdu.org










25/08/07

Senza titolo 1994




Immagine reperita il rete




Una sosta sul pontile

una folata di vento mi carezza.

Sei ancora con me…sento il tuo respiro

e le tue mani

che asciugano il mio viso bagnato di lacrime.

Un fruscio mi bisbiglia:

la morte non riuscirà a separarci,

ti starò sempre vicino.

Ti amo




Silvana Bilardi

Senza titolo 1993

ARTELARIO PRODUCTION


Siete alla ricerca di un regalo trendy? Volete essere all'ultima moda per un party? Niente paura, i vostri problemi sono finiti! Signore e signori, ho il piacere di presentarvi la linea ARTELARIO! Sul nostro nuovo blog io e Lario3 presenteremo, a scopo puramente venale, i gadget realizzati con il nostro design. Se volete fare un salto, i prodotti che potrete ammirare oggi sono Cartesio e il pipistrello freak.


Button 2.25" Button (10 pack)

24/08/07

Senza titolo 1992


http://www.ermioneweb.it/





Ultimamente, quando la mattina mi sveglio, sembra già troppo tardi per fare qualcosa di sensato ma troppo presto per rinunciarvi definitivamente. Sembra come se mi lasciassi passare addosso la mia vita che, come uno specchio rotto, vedo riflessa in maniera irregolare e imprecisa. Poi mi alzo, mi scaldo il caffè preparato il giorno prima, lo sorseggio e mi accendo una sigaretta che spero finisca il più tardi possibile, mentre provo a viver almeno un po’ quel momento, senza pretese. Quando finisco quella sigaretta il vuoto ritorna e sono di nuovo solo. Cammino per casa cercando una via di uscita ai miei pensieri che non mi lasciano mai. Prendo gli ultimi soldi sul comodino ed esco per comprare la prima cazzata che mi viene in mente, solo con la scusa di vedere qualche essere umano. Non sto impazzendo. Però mi piace credere che tutto questo buio finirà e tornerà un riflesso di luce dallo specchio rotto della mia anima, che rischiari finalmente la mattina, tra una tazzina e l’altra di caffè, prima che la sigaretta si consumi definitivamente.





Luja

Buzzichino e la sfera luminosa, per aiutare Riccardino

CRW_2511-01gothicglowflare

Scusatemi, vi chiedo aiuto per un bambino malato, troverete sul mio blog o su blogfriends le indicazioni. "Un bimbo che ha bisogno d'aiuto" grazie franca bassi

Senza titolo 1991

intorno le
lacrime un
pozzo una
pioggia che
crea pozzanghere
uno sguardo basso
e profondo che
gratta la polvere
ferite il declino
di un animo puro
e passi che
sarebbero strada
se non tornassero
indietro un lingua
tagliata che
pronuncia il silenzio
frattaglie ai margini
delle strade l'ombra
di un albero che non
ha storia il fantasma
della memoria
rovesciato ed una
croce troppo
grande per sembrare
un miraggio ecco
l'ultimo viaggio
il sapore contrito
e ritrito del
dolore le rose
scarlatte che lasciano
spine nel cuore ed
un arcobaleno
chiaroscuro che
nasce dallo sguardo
inquieto d'un militare
e mentre tutto scorre
vuote latte solo
per rotolare e
tagliare ed infine
riflettere il mondo
avulso con cromature
metalliche senza
anima

23/08/07

Senza titolo 1990




AMANTI

 

 

Tra le buste della spesa

avanzi di minuti giacciono sul tavolo,

apparecchiata è un po’ della nostra vita,

briciole sparse un po’ dovunque,

come le tue calze volate lungo lo schienale.

Passi frettolosi vagano nell’aria,

mentre pensieri stanchi sono a riposare al bordo

del nostro letto.

“ – Un giorno vedrai! – vorrei dirti mentre allacci

il vestito, “ – Vedrai un giorno non saranno

solo poche ore e non sarà più come adesso

che devi andare! – “

Ma tu a quelle mie parole non replichi, forse perché

le parole s’impigliano ai capelli che ti leghi

come fossero frammenti di attimi

i quali tra le tue mani non possono esser pettinati.

Come questi incontri, legati dal sottile filo dei minuti.

Tutto è furtivo nello spazio di questa stanza in affitto,

tutto è così vuoto che non sappiamo riempire i nostri cuori,

perché non tutte le parole del nostro stare insieme

possono essere pronunciate.

E così anche oggi non abbiamo saputo rinunciare

a questo incontro che sappiamo contare troppo

o troppo poco. Me lo dici mentre mi baci

senza badare alle lacrime che sciolgono il rimmel

sopra i tuoi grandi occhi scuri.

Sei stanca di bugie e tradimenti,

così da non volerti giustificare,

di fronte hai miei e hai tuoi sentimenti.

Forse hai ragione, forse è il coraggio che manca

per dare un taglio ai nostri legami

che sfilacciati prima o poi si staccheranno.

Questo è quello che ci auguriamo senza dir niente,

eppure entrambi sappiamo che si può morire

se si continua a soffrire su dei minuti contati.

“ – Dimmi che mi ami, dimmi che tra noi non avrà mai fine,

dimmelo ti prego ora che il pomeriggio è già vestito a sera. – “

Ma ancora una volta non rispondi.

“ – Non salutarmi così di fretta, e domani telefona! – “

“ – Se potrò lo sai! – “

“ – Ciao amore! – “ “ – Ciao! – “

“ – Aspetta, aspetta! – “ grido per le scale

agitando in mano la tua sciarpa rosa;

“ – Hai lasciato, Hai lasciato… - “ ma tutto è inutile,

sei già volata via, inghiottita nel grigiore

di altre vite quotidiane

proteste ipocrite per Eyes Wide Shut


(...)

il perbenismo interessato, la dignità fatta di vuoto,
l' ipocrisia di chi sta sempre con la ragione e mai col torto
e un dio che è morto

 (.....)

Dio  è Morto di Francesco i Guccini 



moigeIl  "  famigerato "   gruppo  di pressione  che è  Movimento genitori noto meglio  come  Moige stavolta  protesta contro Mediaset, che si prepara a mandare in onda su Canale 5 il film di Stanley Kubrick Eyes Wide Shut domenica 26 agosto in prime time e chiede che venga spostato in seconda serata.   "E' la quarta volta - afferma in una nota Elisabetta Scala, responsabile dell'Osservatorio media del Moige - che questo film viene programmato in prima serata e sempre ci sono state valanghe di proteste: perché provare ancora ad abusare dell'emotività dei minori?". La prima volta a provarci, nel 2002 - ricorda il Moige - fu Retequattro, che però lo spostò  in seconda serata dopo le proteste; nel gennaio 2003 fu la volta di Italia 1, che inserì una 'premessa' e lo fece slittare alle 22; infine nel marzo 2005 Canale 5 lo mandò in onda alle 21:15. "Non vogliamo entrare nel merito artistico del film - dice ancora Elisabetta Scala - ma il rispetto e l'ammirazione per Kubrick non possono farci dimenticare la tutela dei bimbi. Un film come questo, pieno di immagini inquietanti, orgiastiche, nudi e abuso di sostanze stupefacenti non è certo adatto ad un pubblico di minori. Per questo abbiamo sempre chiesto, e chiediamo ancora, sia a Mediaset che al Comitato Tv e Minori, che si sposti il film in seconda serata, anche in considerazione del fatto che, nel periodo estivo, molti bimbi si attardano più del solito davanti alla tv ".

Ora  mi chiedo  : 1) perchè  i genitori    invece di protestare ipocritamente , perchè magari sono proprio loro che abbandonano i figli alla tv , non  insegnano come guardararla , quando cambiare canale canale , quando spegnerla ; 2) perchè non la guardano insieme ? invece di ...... con le loro ipocrite a scoppio ritardato proteste 3) perchè tali  associazioni  ( bigotte  e retrograde  come  testimonia questo sito nelle sue pagine   ) iinvece di  gridare  allo scandalo    non tengono delle  lezioni  sui media  come    fa  www.megachip.info/ che organizza  corsi nelle scuole   e con i genitori  ( qui maggiori  dettagli ) o non fanno  campagne  globali  invece  che  solo  su  una detterminata  fascia oraria



storie di serie A e storie di serie B


come  volevasi dimostrare  la storia  \ la  vicenda  di Sacco e  vanzetti  vedere per approfondimenti  il mio post  precedente   è 

<<





Ma che piccola storia ignobilemi tocca raccontare
così solita e banale come tante
che non merita nemmeno
due colonne su un giornale                                                                                                      o una musica o parole un po' rimate,

che non merita nemmeno
l'attenzione della gente,
quante cose più importanti
hanno da fare

(....)


(  Francesco Guccini  Piccola storia ignobile da Via Paolo Fabbri 43 [1976] )

>>



Ecco quindio che esistonos torie  \ vicende  di serie A  e  di Serie  B  come  dice  questo post   di vocicontro07.splinder.com/




Portiamo con noi un bagalio di lotte ed angherie, per questo viviamo ancora piu incazzati il presente



ne  riparleremo per le  celebrazioni  dell'11 settembre