Visualizzazione post con etichetta fakenews. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta fakenews. Mostra tutti i post

03/04/18

pesce d'aporile o episodio reale ? bambini che discriminano un bambino di colore . video di Enzo Terrini

 Inizialmente scrissi  su    sul mio fb   questo  commento 




Giuseppe Scano ha condiviso il post di Ettore Ferrini.
20 h


M'impressiona la rassegnazione della madre: chissà in quante altre occasioni ha sperimentato la stessa ignorante cattiveria. Anche se "nell'ultima scena " non mi sembra razzismo ,magari stavano tentando n approccio sbagliato , provando a toccargli i cappelli .I babambiboi avranno preso alla lettera quello che gli avranno detto a casa , sono diversi hanno la testa e i cappelli diversi dai tuoi come un casco di banane o cazzate simili . Infatti i bambini sono l' espressione dei genitori... e Respirano l' aria malsana della famiglia; i bambini saranno cattivi e sono come spugne assorbono tuto non sono naturalmente razzisti consapevoli .

Ora vedendo che il tizio del video sopra riportato non risponde nè su messangere , nè ai commenti su fb che gli chiedono dove si e quando sia avenuto il fatto . Penso che sia una fake news anche se si ha un po o' di fatica a crederlo essendo abituato a lìgiornalismo satirico ( ora quasi scomparso di cuore , il male , frigidaire , la catena di san libero , ecc . Ma poi : 1) vedendo la data 1 aprile ., 2) vedendo il suo profilo facebook mi accorgo che è curatore del sto satirico ( un vero sito satirico che lo specifica in cima permettendo di chiarirre la differenza spesso molto labile fra fakenews \ bufale ed evitare che si diffondo e vengano prese per vere news satiiche ed ironiche ) .
Anche se sembra appurato che si tratta di una bufala satirica . essa continiene un fondo di verità sulla situazione in italia .Erano anni che non vedevo pesci d'aprile cosi congeniati ed attualizzanti 

Ammesso  che sia  vero  . E'0 una provocazione   imoortante  che dimostra   come  in Italia   siamo ancora  lontani della  completa multi etnicità 
La madre ha avuto quella che un mio utente definisce cosi


Antonio Bocco
Si chiama dignità, cosa che a molti in quel parco manca.




La madre del bambino è stata , lo so che sarà un termine maschilista ed sessista , infatti sono anni che non lo uso più ne come tag nè come termine scritto e parlato,una donna con i "CONTROCOGLIONI"! , ma non trovo altri termni per definire tale donna che ha dato sia ai bambini\e presenti ed in genitori che li guardano da lontano e che non sono intervenuti una lezione di dignità e d'orgoglio proprio . 
I bambini non fanno caso al colore della pelle a meno che non abbiano genitori razzisti, ai quali è da attribuire la colpa di tale merda ripresa nel presunto video . Infatti I bambini finché non sviluppano empatia possono anche far del male, ( io ero cosi ) ma, per assurdo, indiscriminatamente. Si accorgono delle differenze se gliele fai notare. E l'empatia non è innata, purtroppo, gli va insegnata ed fatta sviluppare ! Al di là delle predisposizioni naturali
Quando un bimbo parla l'adulto ha già parlato! Ecco cosa succede quando ci sono bambini che hanno la sfortuna di crescere in una famiglia di .... o disagiata . Abituati e mal-educati a discriminare e ad odiare il prossimo. Generazioni di bulli del .... crescono!
Poi per loro diventa normale odiare e fare del male. Però mi raccomando...poi tutti a pregare e a farsi il segno della croce.

Meno male  che ancora  qualche  anticorpo  all'odio   c'è    cpome sembra  di capire leggendo  commenti su post del ferrini  


Marta della Lena Poveri bimbi! Mi fanno solo pena. Non sanno quanto è fortunato il bimbo ad avere una madre così! Che Bell ' esempio
Gestire
1 g
Gemma Gemmiti O forse lo sanno. Dopotutto loro erano a giocare da soli (i genitori li guardavano da lontano) e lui invece era insieme alla sua mamma.
Questo ha scatenato in loro gelosia.
Mi fanno pena invece i genitori che, se hanno visto la scena e non sono intervenuti, sono davvero delle merde.

Antonello Fiori Solinas È possibile che gli unici rimasti a far figli siano quelli meno raccomandabili? Povera Itaglia! 🤢

Annalisa Ilari Psy La sig.ra fa l'unica cosa ragionevole in quella situazione, ma fa una tenerezza tremenda! Non un adulto che intervenga! Schifosi! I bambini,per quanto piccole merde  ,  anch'io ero cosi  fino alliceo  , non discriminano almeno che non gli venga insegnato

Corrado Locati Calci in culo ai genitori.. I bambni sono cattivissimi. Se non li educhi, rimangono così.

Giorgio Iannone Concetto sbagliato. Fossero stati figli nostri non avrebbero mai fatto quello e non è vero che i bimbi sono delle merde, ma semplicemente imitano i genitori. Mio figlio è un teppista (nel senso che è molto vivace), ma non ho mai dovuto riprenderlo su questioni di colore della pelle. Gioca con bambini di tutti i colori e al massimo ho dovuto rispondere a un "perché Xxxxx è nera e io rosa?"


Quindi  cconcludo     vera  o falsa  data  o  non  sarei felice se si trattasse di un “pesce d’Aprile”.

30/01/18

fakenews cosa fanno facebook e l'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni ? per il momento niente si lmitano a dare i soliti consigli ma niente di concretto

ROMA - Facebook ci riprova, o almeno così sostiene, e annuncia in Italia una serie di iniziative volte a aiutare le persone a prendere decisioni più consapevoli su cosa leggere e condividere sulla sua piattaforma. Malgrado altrove non pare abbiano poi funzionato così bene. “La tutela della sicurezza dell’informazione e la lotta contro le notizie false sono prioritarie per Facebook”, sostiene il social network.
In dettaglio partirà l’Attività di Fact-Checking in collaborazione con Pagella Politica, firmataria dei Poynter International Fact Checking Principles. A partire dalla prossima settimana, Pagella Politica rivedrà e valuterà l’accuratezza delle storie presenti su Facebook. Se una storia verrà giudicata falsa o parzialmente falsa, Facebook mostrerà, per dare più contesto, nella sezione sottostante, l’analisi scritta dal fact-checker, e la storia potrà comparire più in basso nel News Feed. Inoltre, le persone riceveranno una notifica se una storia che hanno condiviso è stata giudicata falsa.



Ci sarà anche uno "Strumento educativo" contro la disinformazione in collaborazione con Fondazione Mondo Digitale, anche questo già provato altrove. Attraverso 10 suggerimenti, le persone verranno aiutate ad individuare le notizie false e a prendere decisioni dentro e fuori Facebook. Questo decalogo sarà disponibile da oggi su Facebook nella parte alta del News Feed e verrà anche pubblicato, dal 5 all’11 febbraio, su alcuni dei principali quotidiani italiani.

per  il momento accontentiamoci  di twli  suggerimenti  alcuni  scontati ed  ovvi   ma ripeterli    giova  


Vogliamo fermare la diffusione di notizie false su Facebook. Scopri di più su ciò che stiamo facendo. In Italia, Facebook ha aderito all’iniziativa di contrasto alla disinformazione online promossa dall’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni mediante l’istituzione del Tavolo tecnico per la garanzia del pluralismo e della correttezza dell’informazione sulle piattaforme digitali (Delibera n. 423/17/CONS). Ci stiamo impegnando per limitare la diffusione delle notizie false e ti vogliamo fornire alcuni suggerimenti che ti aiuteranno a capire a cosa fare attenzione:
  1. Non ti fidare dei titoli: le notizie false spesso hanno titoli altisonanti scritti tutti in maiuscolo e con ampio uso di punti esclamativi. Se le affermazioni contenute in un titolo ti sembrano esagerate, probabilmente sono false.
  2. Guarda bene l'URL: un URL fasullo o molto simile a quello di una fonte attendibile potrebbe indicare che la notizia è falsa. Molti siti di notizie false si fingono siti autentici effettuando cambiamenti minimi agli URL di questi siti. Puoi accedere al sito per confrontare l'URL con quello della fonte attendibile.
  3. Fai ricerche sulla fonte: assicurati che la notizia sia scritta da una fonte di cui ti fidi e che ha la reputazione di essere attendibile. Se la notizia proviene da un'organizzazione che non conosci, controlla la sezione "Informazioni" della sua Pagina per scoprire di più.
  4. Fai attenzione alla formattazione: su molti siti di notizie false, l'impaginazione è strana o il testo contiene errori di battitura. Se vedi che ha queste caratteristiche, leggi la notizia con prudenza.
  5. Fai attenzione alle foto: le notizie false spesso contengono immagini e video ritoccati. A volte, le immagini potrebbero essere autentiche, ma prese fuori contesto. Puoi fare una ricerca dell'immagine o della foto per verificarne l'origine.
  6. Controlla le date: le date degli avvenimenti contenuti nelle notizie false potrebbero essere errate e la loro cronologia potrebbe non avere senso.
  7. Verifica le testimonianze: controlla le fonti dell'autore per assicurarti che siano attendibili. La mancanza di prove o il riferimento a esperti di cui non viene fatto il nome potrebbe indicare che la notizia è falsa.
  8. Controlla se altre fonti hanno riportato la stessa notizia: se gli stessi avvenimenti non vengono riportati da nessun'altra fonte, la notizia potrebbe essere falsa. Se la notizia viene proposta da fonti che ritieni attendibili, è più probabile che sia vera.
  9. La notizia potrebbe essere uno scherzo: a volte può essere difficile distinguere le notizie false da quelle satiriche o scritte per divertire. Controlla se la fonte è nota per le sue parodie e se i dettagli e il tono della notizia ne rivelano lo scopo umoristico.
  10. Alcune notizie sono intenzionalmente false: usa le tue capacità critiche quando leggi le notizie online e condividile solo se non hai dubbi sulla loro veridicità

Archivio blog