Visualizzazione post con etichetta malpancisti. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta malpancisti. Mostra tutti i post

09/06/19

Eccoci alla prima partita della nazionale italiana a mondiali di di calcio femminile ed già prima dell'incontro iniziano ad esserci le polemiche dei stalinisti

Eccoci alla prima partita    della nazionale italiana   a  mondiali di  di calcio femminile   ed   già   prima dell'incontro   (  poi  vinto per   2-1   dall'Italia  )  iniziano   ad esserci  le  polemiche     dei patridioti   o sovranisti \  populisti  , mal pancisti    ed   degli ignoranti  \   analfabeti  funzionali   Ecco una  discussione    avvenuta   poco fa  sulla mia  bacheca   facebok

Se già alla prima partita compaiono post così chi sa cosa sarà quando vince con un goal della capitana. O, 🤞🤘, vincerà il titolo

NEXTQUOTIDIANO.IT
Sara Gama è nata a Trieste nel 1989 (sua madre è triestina, suo padre è congolese). Ma questo è soltanto un dettaglio, perché il problema non è dove è nata lei, ma perché hanno diritto di parola loro
Commenti
  • Mario de Carlo Giuseppe,ma basta con ste cazzate ,rilassati,state urlando al lupo x niente,goditi la partita che stanno vincendo alla grande

 ecco  che  ho  creato   per  sentire  la  vostra  opinione   un sondaggio
SECONDO   VOI TALI COMMENTI RIPORTATI DA  https://www.nextquotidiano.it/sara-gama-insulti-razzisti-nazionale-femminile-di-calcio/  SONO




pollcode.com free polls



03/04/19

eppure dicono che Casa Pound non è fascista il caso di Roma, protesta a Torre Maura: calpestano i panini destinati ai rom accolti nel quartiere

Roma, protesta a Torre Maura: calpestano i panini destinati ai rom accolti nel quartiere


"Fate schifo, zozzoni. E gli portate pure da mangiare". Decine di cittadini hanno protestato a Torre Maura, periferia di Roma, contro un addetto ai lavori che stava consegnando pane a una settantina di persone di etnia rom ospitati da una struttura di accoglienza della zona. L'uomo, spintonato dai manifestanti, ha lasciato cadere a terra i panini che sono stati calpestati dai residenti per evitare che venissero poi consegnati ai destinatari. 
La protesta è stata organizzata nel giorno del trasferimento di alcune decine di rom in uno stabile del VI municipio, risultato vincitore di un bando europeo come struttura di accoglienza.

Video H24, immagini Fabio Falanga


questa  invece  è il resenìconto  di   https://corrieredisiena.corr.it/ 03.04.2019 - 14:30  che  riporta  questa  a genzia  di  (askanews)
 Hanno calpestato i panini portati al centro accoglienza e poi in serata è scattata la guerriglia urbana, con cassonetti e auto dati alle fiamme, per protestare contro il trasferimento di 75 rom nel centro accoglienza di Torre Maura, periferia Est della Capitale.
Il gesto di disprezzo e rabbia è ripreso da una diretta Facebook di Mauro Antonini, responsabile per il Lazio di CasaPound.
"Guardate la popolazione, è indignata, si sono rotti le p... , gli stanno già apparecchiando la tavola. Qui la gente non li vuole, la misura è colma, Torre Maura non è un quartiere razzista, è un quartiere che ha sempre tollerato"
Il trasferimento dei nomadi, fra cui 33 bambini, era iniziato ieri pomeriggio. Diversi residenti del quartiere hanno iniziato a manifestare in strada chiedendo alla Polizia municipale di sospendere le operazioni. Inizialmente una trentina, con il passare delle ore sono diventati circa 300, controllati dal Reparto mobile della polizia.
"Questa merda qua stasera deve uscire. Dove cazzo sta la Raggi?", dice una residente infuriata.
Nella notte un vertice nel Municipio VI ha deciso di sospendere il trasferimento dei rom e CasaPound ha subito gridato alla vittoria. La sindaca Raggi ha commentato così il giorno dopo:
"Non possiamo cedere all'odio razziale, non possiamo cedere contro chi continua a fomentare questo clima e continua a parlare alla pancia delle persone, e mi riferisco a CasaPound e Forza Nuova"

Appena  ho sentito    questa  news    mi chiedo  chi  è  più merda   gli abitanti  di tale  zona   o  casa  ound   che  gli istiga  e  li sostiene  ?  
Ma  ppoi   quesa  elucubrazione     svanisce     nel  vento   . 
Ora   Capisco  gli abitanti  del quartiere   e le  loro  paure   ( anche se  dettate  al  90  %  da  pregiudizi  e  stereotipi  )  , cosi  come   la   destra   extra  parlamentare   che  deve per   radicarsi  (  o  confermare  la loro posizione  ) sul territorio   anche  se  lo  fa   puntando   sulla  paura  e  su  gli istinti   più bassi  .  Ma     tali persone  , la  stessa  cosa  direi  se  a  farlo  fossero   quelli della mia  parte  politica   ,  sono proprio delle  merde    .  
Lo so  cher non   dovei  insultare  delle persone e quindi contribuire  alla  diffusione  dellodio  , rischiando  di  scadere   \ abbassarmi all  loro stesso  livello  , oltre  che    essere  incoerente  con quanto  dicevo nne  miei  precedenti  post  critici   verso   gli  ....  odiatori  ....  in particolare in questo : << 
Cari haters.... ops ... odiatori [....] >>
https://ulisse-compagnidistrada.blogspot.com/2019/03/cari-haters-ops-odiatori-risposta-agli.html



Ma  davanti    a tale violenza   ,  cosa  bene  diversa da  un presidio  o  fash mob  ,    ed  odio  simile   non riesco a teacere   ed    andifnarmi ed  a  tirare  fuori  da  me  



se  proprio volevoano  fare    una protesta per fare situazione potevano  distruire  quel  pane   hai   bisognosi  , visto  che  sono  quelli che     gridano  #primagliitaliani   anzi che sprecarlo     e  rovinarlo  cosi    dimenticandosi    che  
  da    https://www.avvenire.it/opinioni/pagine/calpestare-pane-calpestare-umanit

[....] quel pane. Il gesto del calpestare il pane, come fosse immondizia: «Così non mangerete». A Roma, Italia. Un Paese in cui molti hanno ancora la memoria del pane come cosa sacra, che, se avanza, non si butta, mai: si riutilizza, e magari le briciole vanno ai passeri, sui davanzali, ma non nei rifiuti.
Il pane non si butta: quasi tutti abbiamo ancora il ricordo di nonni e madri che bruscamente proibivano, nello sparecchiare la tavola, che si sprecasse il pane. Come se ci fosse in quello spreco un disprezzo del lavoro degli uomini, e una irrisione della fame; e quasi una tacita bestemmia. Dacci oggi il nostro pane quotidiano, recita il Padre Nostro, e pure in una troppo ampia dimenticanza della fede cristiana rimane fra noi ancora, almeno negli adulti, e in non pochissimi giovani, la consapevolezza che il pane non è un cibo come gli altri, che il pane è cosa da trattare con religioso rispetto.
Per questo le immagini da Roma colpiscono come un pugno. Minacce aggravate da odio razziale, è l’ipotesi su cui indaga la Procura, mentre il ministro dell’Interno condanna l’accaduto, misurando come raramente accade le parole, senza eccessiva indignazione, e intanto promette per la fine del suo mandato «zero campi rom» – giacché ogni occasione è buona per questa continua, sfinente campagna elettorale. Ma al di là delle parole di giudici o ministri è la faccia segnata di quella madre rom accerchiata a restarci in mente, è quel pane che dei poveri hanno calpestato, l’altra sera a Torre Maura, perché non andasse a dei più poveri di loro. Un segno di imbarbarimento in questa Capitale sporca e trasandata.
Splendida in ogni pietra del passato, e così degradata nelle periferie dell’oggi: quasi che si fosse perso il senso del vivere insieme. Su questo malessere ormai di vecchia data soffia ora un vento che gonfia la rabbia e l’intolleranza. L’humus perfetto per promettere «ordine». Non avendo a cuore né gli inquilini degli scalcinati palazzi di Torre Maura, né tantomeno quei settanta scacciati, ma solo un proprio disegno di potere. E quanti, attorno, che applaudono. Il pane calpestato come l’icona, allora, di uno smarrimento di vita, di una smemoratezza di radici e speranze comuni.
cosi facendo dunque  perdono quel bricciolo   di ragione  e comprensione  .

12/02/19

che palle adesso anche Montalbano ed le lezioni regionali sarde non bastava la polemica dei malpancisti su san remo 2019 . ma si è perso il guardare le cose dal di fuori della propria torre d'avorio e dalla propaganda o cos'altro ?

colonna sonora 


Lo so , cari lettori  e lettrici , che    dovrei  parlare  di cose  più  importanti e  smettere  di    ascoltare  e  leggere   chiunque  ogni lamento  o rutto libero I II )  . Ma   davanti   a  simili corbellerie  non più ormai  ( vedi il caso  del  vincitore  di San remo  2019  )  solo propagandistiche   che  poi  scadono  nel  :  razzismo ed  xenofobia   ,  e  nel  più bieco nazionalismo   come     quello che  trovate   nel  secondo  articolo sotto  insieme  al mio  commento   ripreso   dalla mia pagina  facebook  all'articolo  di repubblica    sulle polemiche   soprattutto aprioristiche  secondo me   della puntata  d'ieri  del commissario Montalbano  . Ma  come  ben  sapete  voi che mi seguite   certe  cose  non mi  vanno  e  non riesco ad  essere  indifferente    a quello    che  un mio utente   e commentatore di Facebook sostiene : << È l'"abbrutimento" della miseria tanto conclamato da Hugo ne " i miserabili".....>> e ci aggiungo io ed la banalità del male per parafrasare il famoso saggio di Hannah Arendt.









Angelo Magnus ha condiviso un post nel gruppo: La Voce dei Sardi.
12 h


LA SINISTRA PD E LEU CANDIDANO AL CONSIGLIO REGIONALE GLI EXTRACOMUNITARI. ECCO A COSA SERVIVA LA BATTAGLIA SULLO IUS SOLI.
CAGLIARI. Lai Eugenio, Cabiddu Maria Grazia, Casula Paola, Dettori Andrea, Farci Carla, Farris Irene, Ledda Valeria (nota Francesca), Loi Alessandro, MAMADOU MBENGUE, Martucci Tiziana, Masala Donatella, Mascia Alessandro, Murgia Gianfranco, Naitza Susanna, Petrucci Pier Luigi, Sarigu Marta, Scano Gianfranco Salvatore Ignazio, Spiga Roberta, SUBOH MAHMOUD, Zedda Paolo Flavio.
SASSARI. Cocco Daniele Secondo, Delogu Vanna Pina, Lisai Eliana Vincenza, Cossu Marco, Sanna Giuseppa Michela (nota Pinuccia), Lubinu Pasquale, Tedde Silvia, Multinu Giacomo, Tola Daniela, NDOYE SOULEYMANE DIALLO, Zirattu Giovanna, Unali Alessandro.






Giuseppe Scano
2 h · la Repubblica ·

Ma i Salvinisti ed i malpancisti e chi ancora crede in maniera acriticamente alla propaganda si tende conto delle ..... boiate e delle ridicolaggini che scrivono ?! Ma almeno la quella parte di puntata l'hanno vista per intero o si sono limitati  a solo alla  prima   storia  ,  il cui  trailer  e o spoillerare  parziale della  trama  è  stato   fatto    ad arte per attirare il pubblico e far parlare della puntata "obbligandoti "  cosi  a vederla ?



 da   repubblica   del  11\2\2019


La puntata si è aperta fulminea: "Ancora con questa storia che i terroristi dell'Isis arrivano con i barconi?". E il commissario Montalbano - in questa prima puntata della nuova serie, intitolata Dall'altra parte del filo - ha subito messo in chiaro la sua posizione sui migranti. Una puntata che ha fatto già discutere, ma ora che è andata in onda ha scatenato il dibattito su Twitter. Tra chi critica duramente il tema 'politico' della puntata, chi lo collega ovviamente alle ultime polemiche sul festival di Sanremo, chi ironizza chiamando in causa Salvini e chi apprezza l'umanità del commissario più amato dagli italiani.








Speciale: tutto su Il commissario Montalbano


Per una volta Montalbano non unisce tutti: quelli che criticano la scelta di parlare del tema migranti (che poi non è l'unico tema della puntata) non sono l'eccezione su Twitter. 









Come detto, la puntata si apre con uno sbarco a Vigata e il commissario che è costretto a gestire l'arrivo di un gruppo di migranti e uno stupro a bordo, facendo arrestare i due scafisti responsabili. [... ]  continua    sul  sito  



 Quindi  cari   malpancisti

peciale: tutto su Il commissario Montalbano


Per una volta Montalbano non unisce tutti: quelli che criticano la scelta di parlare del tema migranti (che poi non è l'unico tema della puntata) non sono l'eccezione su Twitter.