Visualizzazione post con etichetta vignette. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta vignette. Mostra tutti i post

08/01/19

a volte capita che i personaggi dei fumetti o di vignette sia personaggi veri e reali il caso di Molotov di sergio staino

L'immagine può contenere: 1 persona, con sorriso

l'ispirazione     per  il personaggio  Molotov   di Sergio   Staino  ha  un origine curiosa   oltre  quella     citata   nell'intervista   dell'unione  sarda del   7\1\2019   di  cui riporto  la  foto    sopra 

[....] . Nato in un giorno di crisi, come caricatura di se stesso Bobo ha «un naso grosso che attira simpatia, mi sono immaginato ingrassato, con meno capelli, gli ho messo gli occhiali. I fumetti erano più incerti ma sinceri e Oreste Del Buono ha capito che incarnava la crisi di una generazione, la fine del'68». Nel microcosmo familiare di Staino, Bibi è la moglie, Ilaria la figlia portatrice di saggezza popolare «quella che dice che il re è nudo», Molotov «un ragazzo di Carbonia, Antonello Obino venuto a Firenze per fondare la rivista 'Ottobre" che durò un mese appena», l'amica di Bibi «una sintesi del peggio del femminismo che mi ossessionava e di cui ora, quando vedo la Gelmini e la Carfagna, sento nostalgia». Ma come parlare alle generazioni future? Staino: «Bisogna costruire un linguaggio e un sogno per questa generazione. [...]  da http://ricerca.gelocal.it/lanuovasardegna/archivio/lanuovasardegna/2010/08/02/

19/04/18

Basta foto su Facebook, mamma e papà si inventano le vignette con protagonista la figlia Il mantovano Diego Tarchini e la moglie Maria Chiara Bertuzzi sono gli autori di "Nina, perché?"


Il mantovano Diego Tarchini e la moglie Maria Chiara Bertuzzi sono gli autori di "Nina, perché?








da http://gazzettadimantova.gelocal.it/tempo-libero/2018/04/18/


Basta foto su Facebook, mamma e papà si inventano le vignette con protagonista la figlia.
Il mantovano Diego Tarchini e la moglie Maria Chiara Bertuzzi sono gli autori di "Nina, perché?" che su Amazon è tra i libri per l'infanzia più venduti
                  di Vincenzo Corrado
Niente foto della figlia sui social, ma un libro di vignetteEcco alcune vignette dal libro 'Nina, perché. Tutti i perché di una bambina di 3 anni' (video a cura di Tecla Biancolatte)
MANTOVA. Nei giorni in cui impazza la polemica sull’opportunità di pubblicare o meno sui social network le foto di Leone, figlio della coppia d’oro del gossip 2.0 Fedez e Chiara Ferragni, c’è chi per la propria piccola ha risolto la questione in un modo alternativo. E creativo.
L’architetto mantovano Diego Tarchini e la moglie Maria Chiara Bertuzzi hanno infatti deciso di non postare più immagini della figlia di tre anni, senza per questo però rinunciare a tenere una sorta di diario che tra qualche anno la piccola potrà rileggere e che con tutta probabilità le strapperà più di una risata. È nato così “Nina, perché”, un piccolo caso editoriale: un libro per bambini che in una settimana ha venduto oltre 400 copie piazzandosi in prima posizione nella speciale classifica di Amazon dei volumi italiani per i più piccoli.
«Nina è un nome di fantasia - spiega Tarchini - e questo è l’unico aspetto non reale del libro, che è costituito da vignette ispirate dalla vita di tutti i giorni. Con mia moglie, infatti, tante volte ci siamo trovati a ridere delle battute involontarie di nostra figlia. Lei come tutti i bambini spesso ha delle uscite davvero particolari: “Nina perché” non è altro che una raccolta di domande di nostra figlia. La vera autrice è lei». Il progetto “Nina perché” non è nato sulla carta, ma sul web. «Tra maggio e giugno del 2016, per evitare di pubblicare troppe foto di nostra figlia sui social network - spiegano Tarchini e Bertuzzi - abbiamo deciso di raccontare attraverso le vignette alcuni episodi divertenti che la vedevano protagonista. Io e mia moglie ci lavorammo insieme per qualche mese e nel novembre 2016 aprimmo la pagina Facebook Nina, perché? e il sito ninaperche.com ». Il libro (10,40 euro su Amazon) raccoglie dunque alcune delle vignette apparse online, rivisitate e corrette.
Ma quali sono i dubbi e le domande della bambina che hanno fatto ridere in primis i suoi genitori e negli anni i quasi 12mila follower della pagina Facebook “Nina, perché”? Un esempio: in una vignetta Nina si dimena in maniera strana e quando la madre le chiede cosa stia facendo lei risponde candidamente che «sto provando a staccarmi dalla mia ombra, non vedi?». C’è poi la vignetta con Nina che chiede se nei biscotti che sta mangiando c’è l’olio di Pasqua (e non di palma). Piccoli sketch involontari, semplici ma efficaci. «Sui social - dice Tarchini - i genitori pubblicano tante foto dei figli ma io non sono così sicuro che tra qualche anno ci saranno adolescenti contenti di essere apparsi davanti a migliaia di persone in pannolino o in altre situazioni imbarazzanti. E così nato il nostro libro».
La vignetta dedicata alla Gazzetta:






15/09/16

trovare le differenze tra due tipi di violenza sulle donne quella dei fondamentalisti islamici e quella di noi occidentali




 leggi  anche 
non sempre tra i due lupi vince quello a cui dai da mangiare il caso Tiziana Cantone morta suicida per un video e le derisioni ed insulti su facebook 

  e  senti



Ci fa tanto schifo l'Isis e  i vari fondamentalisti   perché lapidano le donne che commettono adulterio
ma siamo davvero più evoluti noi che siamo in grado di costringere la "colpevole" ad uccidersi?
Siamo solo più sofisticati
Nessun testo alternativo automatico disponibile.

e  a chi dice : <<   non capisco perché bisogna fare sempre questi paragoni, fanno schifo entrambi, punto ! >>fanno schifo entrambi, per questo si fanno i paragoni, altrimenti l'uno si crede meglio dell'altro ;-) . Infatti   purtroppo i nostri politici  politicanti specie quelli di destra vedono solo le violenze dei primi e nascondono sotto il tappetto le violenze dei secondi  ne fanno una  strumentalizzazione politica . ed evitano di parlare di diversità tirando in ballo la pseudo teoria del gender .Ecco perchè anche se non piace neppure a me si è costretti a fare simili paragoni . Concludo con quanto dice la mia  amica  e  compahna  di strada  

Cari genitori,
quando a scuola vi proporranno di introdurre EDUCAZIONE SENTIMENTALE o qualche progetto di empatia o sul rispetto di GENERE, non fate spallucce, non dite NO nascondendovi dietro una non meglio identificata Teoria Gender
e ricordatevi dei fatti di questi giorni
ricordatevi dell'inaudita violenza fisica e sociale che si è scatenata sul corpo delle donne
potrebbero essere le vostre figlie
ricordatelo!
Dipende da voi!
Se il sessismo sarà sconfitto dipende da una vostra scelta.
Fate quella giusta
concludo     reinterpretando   un famoso testo  musicale  (  qui  l'originale  )


  anche se noi   ci crediamo assolti  
                                                              siamo  per  sempre coinvolti

facendo  un autocritica  in quanto ho   , incuriosito   , fatto prevalere  il  lato morboso ed  avvendo come  molti media   sottovalutato  la  cosa  e  scambiatola  per  un video  di una esibizionista   che  è  presente in ciascuno di noi  ,    andando a cercare il video  della   ragazza  suicidatasi     ed  avendone   trovato ( almeno credo )   perchè  era  oscurato nei volti  mi sono  eccitato e  .....  proprio come  dice  questo bellissimo articolo  del  \  della   blogger  https://abbattoimuri.wordpress.com

27/01/09

Fuorilegge


Eccovi un'altra vignetta di avvilente attualità che possiamo constatare con mano quasi quotidianamente: chiunque abbia una pendenza giudiziaria, una multa, una tassa arretrata o conosce qualche amico commercialista, avvocato o notaio disposto a inventarsi nuove scappatoie fiscali o scorciatoie burocratiche per alleggerirci la vita sa di cosa sto parlando...

16/01/09

Senza titolo 1165

falcone e borsellino267

Il Valzer delle Idee.



Viene una certa desolazione ad accendere la televisione in questi giorni e sentire parlare Veltroni di idee che ci sarebbero ma che non sono state capite o sono state male interpretate, del trittico Fini/Berlusconi/Bossi che di idee ne hanno poche, forti e decise, solo che il più delle volte sono idee cretine o incostituzionali, di Casini che ha sempre le solite 2 idee, solo per averne sempre una di ricambio che non si sa mai e gli altri personaggi della nostra politichetta che di idee non ne acchiappano una manco col binocolo da mesi.

L'idea migliore forse l'ho avuta io stasera a spegnere la televisione.

Mi rendo conto che più che un'idea è una vile ritirata per salvaguardarmi quel poco di sensibilità che così rischia di avvilirsi del tutto. In questo momento storico, preferisco metterla al riparo da un antagonista che, allo stato attuale, non so più nemmeno chi sia e di che colore abbia la bandiera, annebbiato e confuso tra mille ideine inutili, contraddittorie o controproducenti che mi debilitano e basta.

Insomma: attendo fiducioso (contrat)tempi migliori.

27/10/08

Petizione internazionale contro Cossiga e Berlusconi

Ricevo da un amico, e volentieri inoltro. Firmate! (Che ci ascoltino almeno all'estero...)





Cari amici ,
un gruppo di precari, allarmati dalle gravi parole di Cossiga
a seguito di quelle di Berlusconi, ha deciso di avviare una petizione internazionale.
Firmate e divulgate, grazie.
Ale

http://firmiamo.it/worriedteachers








20/09/08

Vignette di Darix

Approfitto dello spazio gentilmente concesso



Vi è piaciuta?


votatelo su "Dàgli a Brunetta", votate la vignetta più bella







  Di Simone (Darix)