Visualizzazione post con etichetta san valentino. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta san valentino. Mostra tutti i post

14.2.18

una donna o un uomo la sia ama sempre non solo a san valentino , ecco perchè festeggio san pasquino ( parte 2 )

amplifico quando  già detto   nel post precedente
http://ulisse-compagnidistrada.blogspot.com/2018/02/ecco-perche-non-festeggio-san-valentino.html

mentre ascolto anzi riascolto  la canzone  citata  nel post  precedente  come colonna sonora




 e  come  ho  già  fatto  su  facebook   dedico questa  a tutti\e  gli innamorati



<div style="position:relative;height:0;padding-bottom:56.21%">

 ecco il testo co traduzione   di  Plaisir d'amour (letteralmente Piacere d'amore) è una celebre romanza composta attorno al 1785 da Jean-Paul-Égide Martini su parole di Jean-Pierre Claris de Florian
Chi   vuole  può  cliccare qui   per   ulteriori news  sulla  sua  storie  e  le  varie reinterpretazioni  in chiave moderna 

Originale in francese

Plaisir d'amour ne dure qu'un moment.
chagrin d'amour dure toute la vie.
J'ai tout quitté pour l'ingrate Sylvie.
Elle me quitte et prend un autre amant.
Plaisir d'amour ne dure qu'un moment.
chagrin d'amour dure toute la vie.
Tant que cette eau coulera doucement
vers ce ruisseau qui borde la prairie,
Je t'aimerai, me répétait Sylvie.
L'eau coule encore. Elle a changé pourtant.
Plaisir d'amour ne dure qu'un moment.
chagrin d'amour dure toute la vie.

Traduzione italianato,

La pena d'amore dura tutta la vita.
Ho lasciato tutto per l'ingrata Silvia,
E lei mi lascia e prende un altro amante.
La gioia dell'amore non dura che un momento,
La pena d'amore dura tutta la vita.
"Finché quest'acqua scorrerà lentamente
Verso quel ruscello che costeggia il prato
Io ti amerò", mi ripeteva Silvia.
L'acqua scorre ancora. Lei invece è cambiata.
La gioia dell'amore non dura che un momento,
La pena d'amore dura tutta la vita.

12.2.18

ecco perchè non festeggio san valentino ma san pasquino .


  canzone   in sottofondo

Amor Ribelle - Pietro Gori

lo so che  dovrei  liberarmi  dalle esperienze del  passato   e    dovrò   prendere  l'esperienza  è  traformarla ovvero fare  cosi  :

(...)  Prenderò la tua miseria
vecchio servo
Ne farò la mia esperienza
Prenderò la tua gran rabbia
vecchio servo
Ne farò il mio solo affetto
Prenderò la tua speranza
vecchio servo
Ne farò la mia allegria
(...) 
   figlio del re - Piero Marras    qui il testo integrale 
  e  trovare la  forza  d'amare  nonostante  tutttele delusioni  , due  di  picche  , ecc   ricevuti



Infatti   soprattutto in amore   ma    ancora  non trovo   , almeno non completamente  ,  la  forza   di uscire  dall'amore    cieco  .  <<  come un articolo di cronaca nera, riporta la drammatica vicenda di un uomo onesto e probo per conquistare l'amore di una donna che non lo ricambia e richiede sadicamente prove sconcertanti della sua passione: il cuore della madre, il taglio delle vene e, infine, la morte. Chi vince? In realtà è il trionfo della vanità che da una parte e dall'altra emerge per l'affermarsi di entrambi i risvolti dell'animo umano, quello cinico e spudorato e quello cieco e irrazionale. Con il tragico contenuto del testo contrasta l'allegro andamento swing, accompagnato da tanto di sezione fiati dixieland. >>[Matteo Borsani - Luca Maciacchini, Anima salva, p. 17] . Infatti la ballata di De andrè << è l'incontro tra una vanità e una dedizione assoluta, ma è anche il ricordo di una mitica forma del rapporto tra i sessi, in cui la donna impone al pretendente prove terribili ("l'ultima tua prova sarà la morte"). >>[Doriano Fasoli, Fabrizio De André. Passaggi di tempo, Edizioni Associate, Roma 1999, p. 80]
De andrè nella Ballata dell'amore cieco ci fa ritrovare Ancora Baudelaire (cfr. Le passanti) . Essa narra di un uomo così perdutamente innamorato da accettare tutte le volontà della donna amata; e costei gli ordina prima di portarle il cuore della madre per darlo in pasto ai cani, poi gli impone di sacrificarle la sua stessa vita: "se mi vuoi bene / tagliati dei polsi le quattro vene". Ritroviamo in questa ferocissima donna i tratti fiammeggianti (così frequenti in Les fleurs du mal e in tutta la poesia che da Baudelaire discende) della femme fatale, la donna fatale, cioè della donna-idolo, spietata e bellissima, fredda e crudele, assetata di sangue, assetata di morte; ricorderò un esempio di questa figura nell'opera del poeta francese, in cui è la donna stessa a strappare il cuore a colui che l'ama, dandolo in pasto alla sua bestia preferita:

Je poserai sur lui ma frêle et forte main; Et mes ongles, pareils aux ongles des harpies, Sauront jusqu'à son coeur se frayer un chemin. Comme un tout jeune oiseau qui tremble et qui palpite, J'arracherai ce coeur tout rouge de son sein, Et, pour rassasier ma bête favorite, Je le lui jetterai par terre avec dédain.
Poserò su di lui la mia fragile e forte mano;e le mie unghie, simili alle unghie delle arpie,sapranno scavarsi un cammino fino al suo cuore. Come un uccellino che trema e palpita,strapperò il suo cuore rosso dal suo petto,e, per saziare la mia bestia preferita,glielo getterò per terra con disprezzo
Ma ecco: << anche questa volta, dobbiamo constatare in De André un processo di umanizzazione; la donna fatale di Baudelaire, infatti, non si pente mai della propria crudeltà, che le è sostanziale, poiché è un gelido idolo privo di cuore e di qualsiasi sentimento. Invece, donna fatale solo per poco tempo, la donna di De André è costretta all'amarezza della solitudine: "ma lei fu presa da sgomento / quando lo vide morir contento / morir contento e innamorato / quando a lei niente era restato / non il suo amore, non il suo bene / ma solo il sangue secco delle sue vene". Non c'è nulla da fare: pur in presenza di un così autorevole modello, De André non può non lasciare alla sua donna alla sua donna almeno una umana fragilità. >>[Liana Nissim, in Fabrizio De André. Accordi eretici, pp. 133-134]




Una delle mie canzoni preferite di De André adattata ad animazione! Ho trovato anch'io come il commento d'incorerenza ottimo lo stile retrò e semplice dei personaggi, un po' stereotipati forse, ma li ho apprezzati.Buona anche la regia con i suoi zoom enfatici ed i fondali geometricizzati ed essenziali.
Un buon prodotto d'animazione per un paese in cui questo settore è continuamente gambizzato dall'importazione di materiale estero (non ho nulla contro cartoons ed anime,e comicis americani sia chiaro) che sfavorisce la produzione di opere proprie o quanto meno porta ad una loro americanizzazione vedi il fumetto Orfani della Bonelli ! Comunque Spero tu possa lavorare ancora ad altri progetti!

concluso con questa canzone di dado canta la notizia







15.2.16

Come festeggio San Valentino se sono innamorata ma single? di Sabrynex


Per saperne di più


Chi è Sabrynex
Guarda l'intervista a Sabrynex


da
 http://www.smemoranda.it/post/2023/Come-festeggio-San-Valentino-se-sono-innamorata-ma-single

Come festeggio San Valentino se sono innamorata ma single? di Sabrynex
sabato 13 febbraio 2016 | #pensierini | #CaroDiario | 0 commenti

Riflessioni e pensieri dal diario segreto di Sabrynex, 16 anni, studentessa e già scrittrice





                           Sabrynex

Voglio parlare di San Valentino, una delle celebrazioni più criticate dell’anno. In molti credono sia solo una buona occasione per far spendere al proprio partner qualche soldo in più. Ci si sofferma molto sui regali: cuscini a forma di cuore, scatole di cioccolatini, smartphone (siamo nell’era in cui ogni occasione è buona per regalarne uno!), peluche enormi, mazzi di rose acquistate dall’indiano alla stazione, e chi più ne ha più ne metta.
Cos’è realmente San Valentino? A parer mio è una festa che, col passare degli anni, è diventata più di uso commerciale che sentimentale. I peluche, i cioccolatini, i fiori.. Sono diventati dei cliché. È ormai di routine aspettarsi il solito regalo, la solita sciocchezza comprata il giorno prima che abbia un significato più o meno reale.
Probabilmente il miglior regalo di San Valentino è quello che non ti aspetti, quello che arriva il giorno prima o dopo la festività. Quello che non è un regalo ma una necessità, una dimostrazione vera e profonda.
Un regalo sentito è troppo grande per essere incartato e troppo piccolo per essere visto.
Noi ragazzi abbiamo bisogno di esprimerci con i gesti, le parole, i sorrisi e di scartare quella paura di non essere abbastanza che si gela dietro i propri volti.
C’è bisogno di un contatto fisico, di una dichiarazione sincera che un “ti amo” su WhatsApp non potrà mai sostituire (che spesso non viene nemmeno visualizzato).
C’è una particolarità che però tutti danno per scontata: San Valentino è la festa degli innamorati, non delle coppie.
Il problema è: come fai a festeggiarlo quando sei innamorato, ma single? Gli innamorati single sono ultimi nella catena alimentare dell’amore. Non sono ricambiati, soffrono in silenzio e quando questa festa si avvicina sono quelli che si ritrovano la sera con quintali di gelato e film strappalacrime.
Ci siamo passati tutti, bene o male.
Il vero amore va dimostrato con la presenza, con i gesti improvvisi ma mai scontati. I cliché sono la tomba dell’amore. Anche se la tua ragazza ti dirà «È un pensiero bellissimo!» mentre afferra il tuo regalo, molto probabilmente non sa come dirti che avrebbe preferito qualcosa di meno commerciale ma più sincero.
Per noi ragazzi toccarsi è fondamentale: baciarsi è il miglior modo per esprimere ogni singola emozione, ogni singola paura e ogni singolo istante vissuto in un semplice gesto.
Sfiorarsi le mani, ridere, sentirsi vivi, vivi davvero.
Come quando ti lanci dal ventesimo piano e fino all’ultimo speri di non ferirti. Si dovrebbe vivere con la convinzione che l’amore funzioni in questo modo, che fidarsi è alla base di tutto, anche quando sai che il rischio di farsi male, tanto male, è alto.
Un amore, per essere vero, necessità di essere vissuto fino in fondo. Non bastano le carezze, quelle non bastano mai. Le carezze sono come l’aria, arrivano e poi vanno via. Non ti rimane nemmeno la sensazione di averle ricevute.
Gli abbracci, subito dopo i baci, sono i migliori sigilli mai esistiti. Quando abbracci una persona, non sei mai lontana da lei. Abbracciatevi, fate sentire quanto uniti siete e non abbiate paura di dimostrarlo. Perché la paura, l’imbarazzo, ci ha resi prigionieri di noi stessi.
Abbracciate il vostro migliore amico, perché se San Valentino è la festa degli innamorati, innamoratevi. Non lasciate che questa festa vi rinchiuda in casa a deprimervi perché vi sentite soli, uscite ed innamoratevi di un paio d’occhi, di una risata, di un sorriso e di un abbraccio.

5.2.16

un “camion vela” sotto casa per dirle «Ti amo»,Castellamonte, la scuola invita la prof scomparsa a rientrare al lavoro Burocrazia assurda,Sassari: leva per i nati nel 1999? Su WhatsApp scatta il panico



la nuova  sardegna  05 febbraio 2016
Sorso, un “camion vela” sotto casa per dirle «Ti amo»
Un uomo misterioso corteggia la consigliera Daniela Ruiu. Messaggio romantico che cita Odi et amo del poeta Catullodi Salvatore Santoni




SORSO. Un’anima in pena si aggira per le strade della Romangia cercando di conquistare il cuore della sua amata a colpi di citazioni latine. L’amore tormentato di un misterioso innamorato è finito nero su bianco in un manifesto affisso a bordo di un camion vela, parcheggiato davanti all’ingresso di casa di una consigliera comunale del Pd di Sorso, Daniela Ruiu. Ora è caccia all’uomo misterioso.
Il blitz. L’operazione corteggiamento è partita mercoledì mattina dopo che la donna è uscita di casa per andare a lavoro. È arrivato un camion vela – quelli utilizzati per diffondere messaggi pubblicitari in movimento – l’operatore è sceso e l’ha lasciato parcheggiato in via don Minzoni, a un palmo dall’ingresso di casa della consigliera. Così, giusto per non creare dubbi su chi fosse la destinataria del romantico messaggio.
La sorpresa. Quando è rientrata a casa, dopo il lavoro, Daniela Ruiu si è ritrovata davanti un camion tappezzato da un manifesto di sei metri per tre, con un lungo messaggio destinato solo e soltanto a lei. «Di primo acchito – racconta la donna – ho pensato che qualcuno dei vicini di casa stesse preparando un trasloco. C’era un furgone altissimo parcheggiato proprio davanti alla mia abitazione. E infatti non ero molto contenta perché occupava gran parte dei parcheggi disponibili». Poi però, si è accorta che in realtà si trattava di un camion vela che portava un messaggio speciale. E la destinataria era proprio lei.
Il messaggio. Il testo impresso nella maxi affissione è un misto di italiano e latino. Inizia con la dedica: «A te Daniela che sempre sei nei miei pensieri», e continua con «Odi et amo. Quare id faciam, fortasse requiris. Nescio, sed fieri sentio et excrucior». Per poi concludere nuovamente in italiano: «Resta con me...Tuo per sempre...». Odi et amo non è altro che è il nome e il primo verso del carme 85, un opera del poeta latino Catullo, che in quanto a tormenti d’amore ne sa qualcosa. E la parte latina del messaggio tradotta diventa più o meno: «Odio e amo. Per quale motivo io lo faccia, forse ti chiederai. Non lo so, ma sento che accade, e mi tormento». «Non ho idea di chi possa essere l’autore del messaggio – commenta Daniela Ruiu – però posso dire che mi sono sentita lusingata. È senza dubbio un bel gesto ricevere attenzioni».
Le reazioni. La notizia del gesto galante ha fatto rapidamente il giro del quartiere dove vive la consigliera: una zona residenziale di Sorso densamente abitata, e dove è difficile che un manifesto di sei metri per tre possa passare inosservato. La curiosità tra i vicini di casa è stata tanta. Qualcuno ha addirittura atteso il rientro a casa della consigliera per carpirne la reazione e farle i complimenti. Il camion vela è rimasto parcheggiato per alcune ore, ed è stato portato via non appena avuta conferma che la dichiarazione d’amore aveva raggiunto la destinataria. Ora è caccia al misterioso innamorato sperando che esca allo scoperto. D’altronde, San Valentino è alle porte.


leggi anche  una news  simile 

Il maxi manifesto d’amore è uno struggente messaggio d’addio: lui è morto

Sorso,  il misterioso innamorato si è spento pochi giorni prima dell'affissione: il tributo all'amata è stato il suo ultimo desiderio



http://lasentinella.gelocal.it/ivrea/cronaca  del 4\2\2016

CASTELLAMONTE, LA SCUOLA INVITA LA...IL CASO
Castellamonte, la scuola invita la prof scomparsa a rientrare al lavoro
Burocrazia assurda. La scuola media diffida Gloria Rosboch a riprendere servizio pena la decadenza dall'incarico: "Purtroppo è la procedura"


Le ricerche di Gloria Rosboch

IVREA La macchina della burocrazia scolastica nel caso della scomparsa di Gloria Rosboch, la professoressa di sostegno scomparsa il 13 gennaio. Non c'entra nulla con il giallo su dove sia finita, ma aggiunge dolore alla sua famiglia, già provata da questa terribile vicenda. La scuola secondaria di primo grado Cresto di Castellamonte ha infatti avviato un procedimento disciplinare per l'assenza dal posto di lavoro. La diffida della scuola intima alla professoressa Rosboch di rientrare in servizio, pena la perdita del contratto - precario - fino al 30 giugno.L'avvocato Stefano Caniglia, che rappresenta la famiglia Rosboch, ha già incontrato il dirigente scolastico Ennio Rugitliano sottolineando che non si può considerare in questo modo una donna scomparsa. Allarga le braccia il preside, rammaricato, ma che, a sua volta, ha spiegato che la procedura, purtroppo, è questa.


LEGGI ANCHE:
Riprese a sorpresa a Vistrorio le ricerche dell'insegnante scomparsa a Castellamonte: si usa un drone
Nel pomeriggio di mercoledì al lavoro le squadre del gruppo operativo. Poi lo stop a causa del forte vento



Sassari: leva per i nati nel 1999? Su WhatsApp scatta il panico
Il Comune pubblica l’avviso di iscrizione previsto da una legge del 2010. Centinaia di messaggi tra i giovani che temono, a torto, un ritorno della naja di Giovanni Bua

05 febbraio 2016






SASSARI. Il panico corre su WhatsApp, e serpeggia da giorni in un paio di “leve” cittadine, quella dei nati nel 1999 e i quasi coetanei del 2000. Ad agitare i pensieri dei futuri diciottenni un incubo comune tra zii e genitori ma per loro assolutamente sconosciuto: la naja. L’ultima leggenda metropolitana vuole infatti che il servizio di leva obbligatorio sia stato reintrodotto dal governo. E che i nati nel ’99 saranno i primi a dover fare i temutissimi 12 mesi di naja.
Una bufala come in internet ne girano a decine, che ha però un pelo di verità mischiata a tanta (per certi versi comprensibile) disinformazione.
Come ogni anno dal 2010 i Comuni, e dunque anche Sassari, sono impegnati in questi giorni nell’aggiornamento e la formazione delle liste di leva. Quest’anno tocca ai giovani nati nel 1999 che hanno (o meglio avevano, visto che la scadenza era il 31 gennaio) l’obbligo di iscriversi alle liste del proprio Comune di residenza. Il che naturalmente non significa assolutamente che nel 2016 verrà ripristinata la leva obbligatoria, e men che mai che questo sia stato deciso dalla Ministro Pinotti lo scorso anno, come alcune testate nazionali (linkate dagli un po' ingenui ma ipertecnologici 17enni) avevano con una certa leggerezza scritto qualche mese fa.
Molto semplicemente i comuni stanno facendo quello che prevede il decreto legislativo 66 del 15 marzo 2010 sul «Codice dell’ordinamento militare» che, nell’articolo 1931, stabilisce le modalità di formazione gestione e consultazione delle liste di leva demandando ai comuni il compito di continuare a svolgere – nonostante l’abolizione della leva obbligatoria – l’attività di formazione delle liste. Il sindaco e il Comune provvederanno poi a compilare la lista con i nominativi iscritti in ordine cronologico di nascita, a inviarla al Ministero della Difesa e a tenerla aggiornata fino al 31 dicembre. Dopodiché la procedura inizierà nuovamente per la successiva classe di leva. Un lavoro effettivamente un po’ barocco, e una procedura decisamente
poco nota, passata in sordina per anni. Che quest’anno ha però, apparso online l’avviso del Comune e complice la non facile situazione internazionale, scatenato il panico. Immotivato. Per chi invece resterà deluso: www.esercito.difesa.it, sito nel quale, uomini e donne, si possono arruolare.

14.2.15

San Valentino: 10 modi per dichiarare il vostro amore "a costo zero" e perchè non sia solo la festa di ogni cretino

couple-romance-at-the-time-of-merrage-on-teres-wide-screen-wallpaper 2A breve sarà San Valentino e come ogni anno, inizio a sentire un fastidio crescente alla vista ( in rete , sui giornali  ed  in tv  )  di cuori gonfiabili nelle vetrine, cuscini felpati con dediche da diabete e allestimenti kitsch a tema , ed  altre   stuchevolezze varie .
Come  mi  accade con qualsiasi cosa che mi dia profondamente fastidio, vuoi per un senso di sfida, vuoi per psicologia inversa o chiamatela come vi pare, mi ritrovo a soffermarmi su qualsiasi notizia riguardi proprio l’amore! Infatti  proprio come  suggerisce  il blog  di Lolla   in questo  articolo   qui   da  cui  ho   deliberatamente tratto    questo articolo

Riporto     da  http://www.greenme.it/vivere/costume-e-societa/15640-san-valentino-idee-grati


Scritto da Marta Albè
 06 Febbraio 2015 
Fonte foto copertina: myredglasses.com
san valentino regali cena

San Valentino si avvicina. Con il tempo questa giornata si è trasformata in una mera occasione commerciale. Non siete obbligati ad acquistare rose un po'anonime o regali costosi per dichiarare il vostro amore.
Potreste considerare San Valentino semplicemente come una giornata in cui dedicare davvero la vostra attenzione alla persona a cui volete bene. Esistono diversi modi per stupire che amate, tra gesti romantici e regali non solo materiali. Se volete festeggiare San Valentino senza spendere una fortuna, scegliete le alternative che preferite.

1) Pensare a un regalo fai-da-te

Se amate fare regali, ma quest'anno volete pensare a qualcosa di speciale che non abbia valore tanto per il suo prezzo, quanto per il suo significato, potreste provare a realizzare un regalo fai-da-te che vada incontro ai gusti della persona a cui lo donerete. Qui abbiamo raccolto dieci idee per i regali di San Valentino fai-da-te a cui potrete ispirarvi.
Leggi anche: Regali di San Valentino fai-da-te per lui e per lei

regali san valentino 

 

2) Pianificare una caccia al tesoro

Avete scelto San Valentino per la vostra dichiarazione d'amore? Allora magari potreste pensare di organizzare una caccia al tesoro, ricca di biglietti romantici e di piccole sorprese inaspettate. Il vostro gesto sarà molto apprezzato e vi potrete divertire insieme in modo un po' diverso dal solito.

caccia al tesoro san valentino

3) Scrivere una lettera d'amore

Da quanto tempo non scrivete una lettera d'amore? Prendete carta e penna, scegliete una bella busta, e cercate di dare spazio ai vostri sentimenti e alle parole che magari non riuscireste a comunicare a voce scrivendo una lettera tutta dedicata alla persona a cui volete bene. Un gesto d'altri tempi che non potrà passare inosservato.

lettera amore san valentino

4) Registrare un messaggio audio su musicassetta

Una chicca per i nostalgici. Se avete ancora a disposizione uno stereo con microfono che vi permetta di registrare un messaggio su musicassetta, avete trovate un modo davvero insolito e originale per augurare buon San Valentino ad una persona speciale. In alternativa, le nuove tecnologie potranno di certo venirvi in aiuto.

musicassetta san valentino

5) Preparare una cenetta a lume di candela

Magari di solito non siete voi a cucinare, oppure siete dei veri e propri maestri ai fornelli. Non importa. Considerata San Valentino come un'occasione in più per stupire la persona amata e preparate una cena a lume di candela, magari con menù a sorpresa. Sarà un bellissimo modo per festeggiare e non avrete bisogno di spendere una fortuna al ristorante.
Leggi anche: San Valentino: il menù vegan per la cena più romantica dell'anno

cena lume candela

6) Guardare un film romantico

Se per San Valentino vorreste trascorrere semplicemente una serata tranquilla in casa, magari dopo una cenetta cucinata da voi, preparate un bel film romantico adatto all'occasione. O, in alternativa, organizzatevi per rivedere le puntate delle vostre serie Tv preferite, magari con una bella "maratona" cinematografica.
Leggi anche: I film che potrebbero cambiarvi la vita (forse)

 

7) Imporre una regola: nessuna tecnologia

A San Valentino imponete una regola: nessuna tecnologia. Questa regola può riguardare il tipo di regali che vorreste scambiarvi e/o il modo in cui vorreste trascorrere la giornata o la serata. Potreste scoprire che non è una sfida impossibile abbandonare per tutto il giorno, o almeno per una sera, in un angolo il tablet, il pc e lo smarphone, per dedicarvi soltanto a voi due.
Leggi anche: I rischi del cellulare: 8 cose da tenere presente

nessuna tecnologia parco

8) Conservare un messaggio in bottiglia

Scrivete un messaggio romantico da conservare per il futuro, che dovrà essere letto magari dopo un anno di distanza. Oppure preparate una bottiglia decorata o una scatola dei ricordi in cui conservare anno dopo anno la frase più originale o il ricordo più bello delle vostre giornate insieme e dei festeggiamenti per San Valentino. Creerete dei fantastici ricordi per gli anni a venire.

9) Andare a un concerto gratuito

Vorreste festeggiare San Valentino in modo u po' diverso dal solito e senza spendere perché il portafogli piange? Di sicuro con una piccola ricerca troverete un concerto gratuito a cui assistere in uno dei pub della vostra zona o un piccolo spettacolo teatrale, o in alternativa una mostra. Se amate la musica, l'arte o la cultura, è il momento di trascorrere un bel pomeriggio o una serata insieme senza dover necessariamente spendere molto.
Leggi anche: Musicoterapia: gli effetti terapeutici della musica classica indiana (Raga Terapia)

san valentino concerto gratis

10) Impastare pane e pizza insieme

Di solito cucinate insieme? Se non lo fate mai è il momento di provare a collaborare per preparare qualcosa di buono a due per la cena o per l'aperitivo di San Valentino. E' il momenti di mettervi alla prova e di provare ad impastare insieme il pane e la pizza. Non importa se non siete cuochi provetti o se si tratta del vostro primo impasto. Vi divertirete un mondo!
Leggi anche: Ricette senza lievito: come preparare gli impasti per pane azzimo, pizza, focaccia e cracker

pane cuore san valentino

Leggi anche:

3.1.15

Southampton: conosce la ragazza seduta vicino con l'aiuto del club

finalmente  i  cosidetti  club  calcistici fanno qualcosa  di  bello  che non sia solo  violenza   e fanatiosmo



  da  http://www.calcioblog.it

Southampton: conosce la ragazza seduta vicino con l'aiuto del club

Scritto da: -

Il regalo di Natale per Timothy...




Il Southampton come una sorta di agenzia matrimoniale. La curiosa storia di Timothy, giovane tifoso dei Saints, dimostra come in Inghilterra i club siano spesso al servizio dei propri sostenitori per ogni evenienza. La storia è stata raccontata dai media inglesi e dal sito di Gianluca Di Marzio. Il 20 dicembre il Southampton, attualmente quarto nella classifica di Premier League, gioca e vince contro l'Everton. L'occhio di Timothy tra un'esultanza e un coro per la propria squadra del cuore, cade più volte su una bella ragazza seduta qualche fila più avanti rispetto al suo seggiolino. Timothy rimane folgorato a tal punto da interpellare proprio il Southampton su Twitter per ottenere maggiori informazioni sulla donna. Il club non si tira indietro (come farebbe la maggior parte delle società al mondo) e prende a cuore la questione. Dopo un rapido botta e risposta Timothy promette che si farà risentire sul social network per nuovi aggiornamenti. Qualche ora fa il Southampton è tornato in campo al St. Mary's Stadium per battere l'Arsenal e far gioire i propri tifosi. Manè e Tadic fanno volare la squadra di Ronald Koeman a ridosso del Manchester United e Timothy esaudisce il suo desiderio porgendo un mazzo di fiori alla ragazza che avrebbe voluto conoscere.
I due posano in un selfie con il volto di lei che tradisce un pizzico di imbarazzo.
Il Southampton, nel frattempo, chiede personalmente a Timothy ragguagli sulla sua ricerca e l'interessato ci mette un nanosecondo per postare sul profilo del club la foto con la sua "nuova amica" e i ringraziamenti per l'attenzione dimostrata. "Siamo orgogliosi di te, Timothy", twitta il Southampton, divertito dopo aver contribuito ad esaudire un desiderio sui generis di un suo tifoso.

14.2.14

Gubbio L'harakiri di uno studente modello: farsi bocciare apposta per amore


  uniuone  sarda  
Desta clamore e stupore il proposito di un liceale di Gubbio che vuole perdere apposta l'anno per stare in classe con la fidanzata più piccola.
Farsi bocciare per poter così frequentare la stessa classe della fidanzata di un anno più piccola. Questo il dichiarato proposito di uno studente liceale di Gubbio, che sta accumulando assenze apposta per perdere
foto simbolo
l'anno. E, per fargli cambiare idea, è scattata ora una vera e propria mobilitazione. In prima linea, ovviamente, i suoi genitori, ma anche gli insegnanti, i compagni e la preside dell'istituto, Maria Marinangeli. "Stiamo cercando di fargli capire - ha spiegato la docente alla stampa - che questa decisione è dannosa e che, comunque, nessuno vuole frapporsi ai loro sentimenti". Negli ultimi tempi lo studente ha frequentato a singhiozzo le lezioni. Il suo obiettivo è quello di totalizzare 55 assenze, quota che fa automaticamente scattare la bocciatura. Eppure, continua la dirigente, "è in gambissima. Un ragazzo amorevole - aggiunge -, studioso e senza alcun problema di profitto". Chissà se San Valentino, patrono degli innamorati, e le pressioni di docenti, amici e compagni riusciranno infine a farlo venire a più miti consigli.

13.2.14

san valentino bah valentino bah

IL mio pensiero per  san valentino  potrebbe essere   riassunto da questa  vignetta  di Silvia  Ziche  topolino n.3038

ma  su facebook , e  qui integro   con  essa ,   ho trovato   questo  post  di   Mariella Mundula

Tra due giorni è San Valentino.......bene bene, non diciamo la solite fesserie....cioè che quando ci si vuole bene è San Valentino tutti i giorni, che tutti i giorni bisogna ricordasi che ci si ama e tutte ste panzane, il mio interessamento per tale festa è di tutt'altra natura, a me piace mangiare bene tutti i giorni, quindi, se qualche buon San Valentino mi vuole invitare mi contatti....niente fiori rose cioccolati, ma una lasagna ben fatta me la mangio.

8.2.13

l'amore è un misto fra erotismo ( ritrovamento del volto di una famosa opera d'arte l'origine del mondoi di Coubert ) e la storia d'amore più longeva e duratura ( 81 anni di matrimonio ) ongeva amore erotismo

                 L'amore  è  desiderio fattosi saggio . L'amore  non   vuole  avere   vuole  soltanto amare
                                                                  Herman Hesse  ( 1877-1962  )


Il    titolo  del post  d'oggi  mi è venuto in mente leggendo   in sequenza   le due storie  sotto riportate  .
La  prima    riguarda  la  scoperta importantissima    del pezzo "  mancante " ad un capolavoro della  storia  dell'arte  .
 E' news  di questi giorni  che La donna del celebre nudo di Courbet “L’origine del mondo” opera in cui un nudo ( volgare o elegante dipende dai punti di vista ) 
l'originale  da  http://it.wikipedia.org/wiki/L'origine_du_monde

 << Grazie al grande virtuosismo di Courbet, alla raffinatezza della gamma delle tonalità ambrate,L'Origine del mondo sfugge allo statuto d'immagine pornografica. La schiettezza e l'audacia di questo nuovo linguaggio non escludono un legame con la tradizione: difatti, la pennellata ampia e sensuale e il ricorso al colore ricordano la pittura veneziana. Del resto, lo stesso Courbet faceva appello a Tiziano e al Veronese, al Correggio e alla tradizione di una pittura carnale e lirica. (...) da http://www.musee-orsay.fr/it/collezioni/  trovate  qui  l'articolo integrale e qui un ulteriore news sull'autore  e  sul quadro con le  classiche interpretazioni   critiche  destinate  ad essere  messe  in discussione da  tale scoperta  su tale quadro 
Avrebbe un volto il corpo femminile ritratto nel famoso quadro di Gustave Courbet “L’origine del mondo”: un collezionista sostiene di possedere la parte mancante del dipinto, appunto il viso della donna ritratta. La notizia diffusa dal settimanale francese Paris Match  (  foto a  destra  )  
Ecco  quindi che --  da  quanto legge  su  fanpage --“L’origine del mondo”, il celebre nudo ritratto da Gustave Courbet avrebbe finalmente un volto. Il condizionale è d’obbligo dato che la “scoperta” ha diviso fortemente i critici. La notizia è stata riportata dal settimanale francese Paris Match: è stato un appassionato d’arte a scovare, in una maniera decisamente casuale, la parte superiore del quadro di Courbet, considerato il nudo più erotico del XIX secolo. Nel piccolo quadro del pittore francese, esposto dal 1995 al museo d’Orsay (l’ultimo proprietario privato fu il grande psicanalista Jacques Lacan), appare il corpo adagiato sul letto di una donna ritratta fino all'altezza del seno.Una rappresentazione dell’organo genitale femminile che fece scalpore a Parigi quando, nel 1866, fu rappresentato. La tavola scoperta dall’appassionato d’arte, che dovrebbe dunque definire il resto di quel quadro, mostra il volto di una donna bruna sdraiata, con la testa rivolta all'indietro e la bocca leggermente aperta.
Il volto di “Jo” tra i vecchi mobili di un antiquario parigino - I colori, la trama della tela e, infine, le stesse dimensioni del ritratto corrispondono alla celebre opera de “L’origine del mondo”. Per questo motivo si è arrivati alla conclusione che quel quadro fu diviso a metà. Dunque, il dipinto scandalo esposto al museo d’Orsay non sarebbe che un dettaglio di un’opera più grande. “Due anni d’inchieste, perizie e analisi”, scrive il settimanale francese, “ci hanno permesso di sollevare il velo e risolvere un mistero che ha affascinato il mondo dell’arte e il pubblico”. L’opera che ritrae il volto  (  foto  a  destra    pubblicata   dal settimanale francese Paris Match  )   sarebbe stata acquistata nel gennaio del 2010 in una bottega di un antiquario parigino per 1400 euro: il quadro era abbandonato tra vecchi mobili e nessuno sospettava potesse essere parte di quella celebre opera. La modella di Gustave Courbet sarebbe stata, dunque, Johanna Hiffernan, detta Jo, che all'epoca del dipinto era l’amante del pittore americano James Whistler, grande ammiratore del maestro del realismo francese.


La notizia che porto come tesi e titolo del post è questa , tratta sempre da www.fanpage.it




San Valentino, ecco la coppia più longeva: sposati da 81 anni
John ha 101 anni e la moglie Ann Betar ne ha 97. Si sono sposati il 25 novembre 1932. Il loro segreto? "Vivere nella gioia senza andare oltre i nostri mezzi".


Un lungo viaggio chiamato amore: ottantuno anni l'uno accanto all'altra. Per John e Ann Betar il regalo di San Valentino è una immagine. Il loro matrimonio, avvenuto ottantuno anni fa nel Connecticut, Stati Uniti. John e Ann sono la coppia più longeva degli Stati Uniti. Lui ha 101 anni e lei 97 anni e il 14 febbraio nella festa degli innamorati a Fairfiled, sarà riconosciuto il loro record negli Stati Uniti, se non del mondo. I due si sono sposati il 25 novembre 1932 e quest'anno andranno ben oltre le nozze di platino; hanno cinque figli, 14 nipoti e 16 pronipoti. L'amore è iniziato da ragazzini e non è stato privo di travagli: i genitori di Ann avevano promesso la giovane in sposa ad un altro ma pur di stare assieme la coppia decise di scappare. Lo scorso anno fu premiata una coppia di Las Vegas, con alle spalle 78 anni di matrimoni. John e Ann hanno visto alternarsi ben 14 presidenti degli Stati Uniti, da quando, all'epoca, nel 1932, era in carica Herbert Hoover. Il segreto della loro unione? “Vivere nella gioia- ha detto John – senza andare oltre i nostri mezzi”.

13.2.12

se proprio devo festeggiare san valentino lo faccio cosi


Mi piace vedere la ricorrenza di San valentino alla maniera anglosassone perchè sono molto vicina al loro modo di considerare tale giorno, senza smielature o esagerazioni consumistiche.* *Un esempio di vero Valentine che mi è piaciuto tantissimo l'ho trovato * qui. Poichè mi é stato offerto, io l'ho accettato e lo propongo a voi con tutto l'affetto che sento per tutti voi miei cari amici. *E questo è dedicato esclusivamente a voi...


Forse è bello ricordare un po' la storia di questa bellissima ricorrenza* * * *Anticamente, **nei giorni di febbraio ..... continua qui sul blog della compagna di strada http://clereveries.blogspot.com/

8.2.12

il mio san valentino





Cantacronache 4 Canti di protesta del popolo italiano e Canti della Resistenza LP - Vedette Albatros VPA 8133 (1971)




Brano tratto dall'album Materiale Resistente 1945-1995. I versi sono di Pietro Gori, è qui interpretata dal gruppo Settore Out.


questo  è vero amore  altro che quello illusorio e sdolcinato  che ci propongono  a più  riprese man mano che si avvicina san valentino

7.7.07

Senza titolo 1929


Il mitico cdv,peccato che non scriva mai, su questo blog ) Kunger ( i suoi blog 1 2 ) ha ragione quando  nella  sua  list ( qui per  iscriversi ,e per  chi volesse contattarlo su MSN Messenger  rregurk@hotmail.com )  parla della  distinzione  fra  Amore , Sesso , matrimonio






3_amarsi un po


 non è un testo nuovo ma occorre sempre ricordarlo, anzi impararlo a memoria



 


AMORE : Quando i tuoi occhi si incontrano coi suoi in una stanza piena di persone.



SESSO: Quando la tua lingua si incontra con la sua in una stanza piena di persone.



MATRIMONIO: Quando ti trova mentre ti nascondi in una stanza piena di persone.







AMORE: Quando dividi tutto con lei.



SESSO: Quando richiedi una prestazione sessuale prima di pagarla.



MATRIMONIO: Quando la banca è padrona di tutto.







AMORE: Quando la cosa più importante è che lei raggiunga l'orgasmo.



SESSO: Quando finisci una relazione se non arrivi all'orgasmo.



MATRIMONIO: Quando non ti ricordi piu' cos'è l'orgasmo







AMORE: Quando la chiami solo per dirle "Come stai principessa?".



SESSO: Quando la chiami solo per organizzare un torrido incontro di sex wrestling.



MATRIMONIO: Quando la chiami solo per sapere se la cena è pronta.







AMORE: Quando scrivi poesie sulla persona che ami.



SESSO: Quando scrivi solo il suo numero di telefono.



MATRIMONIO: Quando firmi solo assegni.







AMORE: Quando ti preoccupi dei sentimenti della tua partner.



SESSO: Quando ti preoccupi che lei sia solo "bona".



MATRIMONIO: Quando ti preoccupi della guida TV.