13/08/17

un ottimo film poco diffuso sul mercato nonostante e in tv i riconoscimenti L'Arte della Felicità, un film d'animazione di Alessandro Rak

cercando di rispondere  al dubblio amletico espresso in un mio stato   di fb


Essere noi a cercare la strada o la strada o cercare noi !? Con questo dubbio amletico vi auguro la buonanotte. A domani la risposta . [....] .

ho  trovato questa  canzone



  che è presente nella colonna sonora de "L'arte della felicità" un film d'animazione italiano dell'anno scorso, praticamente e immeritatamente,  come confermo d nella  righe  successive    , passato sotto silenzio. Una soundtrack eccezionale, dal primo all'ultimo brano. Non ho  fatto in tempo  a  rispondere  a tale dubbio   che incuriositò     da questa recensione





Risultati immagini per l'arte della felicità  mi metto alla ricerca del  film   e    guardarlo  , dicendomi guardiamone  qualche  secondo  va  , poi  facciamo  il post  .  Invece  mi  ha  stregato  e  preso   . Un  film tanìlemte  bello e profondo  che mi  ha fatto deviare  l'argomento  del  post odierno  .
Ma  tranquilli\e  lo riprenderò   prima o poi .  Per il momento  beccatevi  la  recensione  
All'inizio  può sembrare strano  visto    che  i primi  due  minuti  parlano le immagini . Veramente  bello , mi fa  ritornare alla mente  il cielo sopra berlino  (  url  ) . Un film caustico  ,  sarcasdtico  , poetico  . Ottima la scelta  dell'animazione  , rende benissimo  le scene oniriche     e   del passato    \  dei  flashback .  Quello     che mi ci voleva  per  riprendermi e tirarmi su dopo  la recente  scomparsa  (   quasi due  mesi fa  )    di un'amico  di  una   vita  \  quasi  30  anni  conoscenza  e  di frequentazione . Ma  soprattutto   mi prepoara  ad affrontarte con serenità senza  ritornare  nel  passato il 30 annale   della morte  di mio nonno paterno  punto di riferimento dela mia  infanzia  e  non  . La  felicità  è  aèppunti   cme mostra  il film unn atre  e la  si  puà  trovare  ovunque  sia nele piccole cose 
sia  in quello  che  non si ha  

Mi sembra  di  ritrovare i racconti   e gli scritti   non solo il cartaceo  ma anche  il  blog e    paginafb psico traxi dell'amica   Sofia  Corben da me  intervistata    ( per  queste pagine )
Cosi  come  la morte   è anche  rinascita   come  sembra   testimoniare  la scena   del film   in  cui  un giorno, mentre sta trasportando la cantante, il Vesuvio inizia ad eruttare, e Sergio si salva grazie ad un'apparizione di Alfredo, che gli consiglia una scorciatoia.Dopo la fuga si ritrova in mezzo ad una foresta, dove trova un tempio, e un pianoforte, che inizia a suonare.Ma era solo un sogno. Sogno che gli permetterà di dare una svolta alla sua vita e trovare quella pace interiore che generalmente si trova con la morte sia fisica che spirituale . Concludo con questo dialogo preso dal film , un'altro dei punti centrali del film 
Venite qui, a confidarmi le cose che sono importanti per voi, a raccontarmi le vostre storie, i vostri drammi e poi ve ne andate. E allora io dico, ma che cazzo siete? Anime dannate, fantasmi! E per chi mi avete preso? Per il vostro specchio, per il prete!Vi siete chiesti chi cazzo sono io? Ditemi, cosa me ne frega a me delle vostre storie, se poi ognuno se ne va per i cazzi suoi? Che cazzo mi venite a raccontare gli affaracci vostri, se poi mi dovete lasciare solo in questo cesso di taxi a girare a vuoto per cent'anni?Vaffanculo a quelli che si sfogano con me e poi di me non gliene frega un cazzo! Vaffanculo a tutti quelli che si curano solo del loro fottutissimo orticello e poi mi vengono a fare discorsi sull'umanità malata. Voi siete l'umanità malata!Pisciate tutti i giorni nel vostro cesso di casa, solo per marcare il territorio e vi lamentate di quello che la gente, lo Stato, il mondo non vi dà. Mettete la vostra famiglia sopra ogni cosa, come se fosse davvero un valore, la famigghia! La corruzione e le raccomandazioni non vi stanno bene, ma se si tratta dei vostri figli però eh? Sareste disposti pure a farmi un buco in fronte.Ci sputo sui vostri figli che vi destano tanta preoccupazione; perché cresceranno più brutti di voi, grazie a voi!Vaffanculo a chi mi guarda come se fossi solo un pupazzo, un manichino, un cartone animato senza cercarmi, senza capire che dietro questa maschera c'è sempre e comunque un uomo con qualcosa da dire, qualcosa nell'anima.

 e   con     un fncl     consigliandolo  a  chi  mi dice : <<    ancora leggi i  fumetti e  guardi  i cartoni animati  >> .

Nessun commento:

Archivio blog

Si è verificato un errore nel gadget