07/12/10

Primo assalto mediatico con figura di ... sul caso Yara

Leggendo   le  ultime  news  su el caso di Brembate

<<

11:01 07 DIC 2010

(AGI) - Bergamo, 7 dic. - Mohamed Fikri e' tornato libero. Il marocchino accusato della scomparsa di Yara Gambirasio, la giovanissima stella della ginnastica ritmica
 e' stato scarcerato dopo che il gip ha accolto la richiesta del pm di farlo tornare in liberta' dopo che, nel giro di 48 ore, si sono polverizzati gli elementi a suo carico.           La cattiva traduzione di una frase intercettata pronunciata dal giovane che non era un'invocazione, ma una mera imprecazione, ha fatto crollare il principale atto nelle mani della procura. Se a cio' si aggiunge che il pericolo di fuga e' stato smontato dalla circostanza - confermata dal suo datore di lavoro - che Fikri stava tornando nel suo Paese di origine per godersi legittime vacanze, si comprende come per la difesa non sia stato difficile sgretolare il teorema della Procura. Fikri, per altro, era gia' stato interrogato prima del rocambolesco blitz sulla nave al largo di Sanremo, e nessun provvedimento restrittivo era stato emesso nei suoi confronti. E' stato l'ascolto dell'intercettazione (in un primo momento tradotta come 'Allah mi perdoni, non sono stato io ad ucciderla') a far scattare il fermo. Fikri restera' in ogni caso indagato per il sequestro e l'omicidio di Yara, anche se, a questo punto, gli investigatori cercheranno di coltivare altre piste. Pochissimo credito riscuote quella di due misteriosi italiani che sarebbero stati visti da un testimone a bordo di una Citroen rossa. (AGI) .
 >>

 Mi chiedo  Se le  indagini fossero  fatte   bene  e non sull'emozione    del momento  e  pressioni istituzionali  perchè magari  nell'opinione pubblica  ha creato  un grande  clamore  . Ma  soprattutto  se   in italia  ( dall'estero apprendiamo solo le  .... cioè   le cose  più deleterie  e stravaganti  passivamente  e  acriticamente  per  lo più  ma non le cose serie  e utili )  i consulenti  di tribunale  si mettessero dei mediatori  culturali  s'eviterebbe  che  , in questo caso uno straniero  extracomunitario   finisca  sotto  il pubblico   lubridio  mediatico   e dell'opinione pubblica   e di una  xenofobia  sempre più strisciante  e  generale sobbilata dai media  di regime  e non,oltre che   dalle  dichiarazioni demagogiche  e  populiste   di gente  che parla  solo aalla pancia   e  allo scaricabarile  per  non ammettere  i  loro fallimento   nelle politiche  sociali e per tenersi  buon   a scopo elettorali  una frangia   d'elettorato  ottuso  , fanatico   , ed  xenofoba  ,  che  tende  a generalizzare  per  dimenticanza ed ignoranza o perchè  ha  timore     a fare  i  conti  con il proprio passato facendo  a loro  ciò che noi abbiamo subito emigravamo   fra  l'800  e il 900  in Europa  e nelle  Americhe  .
Eviteremo   cosi  cacce all'uomo  non solo da parte della  gente  ormai sempre  più acritica  a cercare  nell'emigrato integrato o meno  un capo espiatorio  o  come  colpevole  da  quelli che poi risultano i veri  colpevoli    nel caso di Novi Ligure  meglio  noto come  quello  di  Erika e Omar ( fortunatamente    gli investigatori    non l'hanno preso per  buone ed hanno evitato cantonate ) ,  o  presunti  come in  quello d'Erba  e  Meredith (presi per  buoni per poi essere  clamorosamente  smentiti \  sconfessati ) .
Concludo facendo  i  complimenti a  sindaco della cittadina  in questione    dal reato  d'omicidio ma  continua a rimanere indagato   per sequestro  , vuol dire  che fra i leghisti  c'è gente  che non  ha mandato il cervello all'ammasso  e   non  è razzista  insomma  anche i duri hanno  un cuore  e cantano  bay don't crait  dei Guns  Roses :-) per  come sta  gestendo la  cosa  e per  l'impegno per  evitare lo sciacallaggio mediatico  . chi se ne frega  se  è Leghista . Non tutti i suoi iscritti e rappresentanti     davanti a tragedie  come  queste  continuano alla pancia  e  gil istinti più bassi e  turpi  della gente e a ribadire    l'equazione -- non sempre  esatta-  e generica --  clandestini-criminalità e  << L'europarlamentare Borghezio attacca. E sotto il titolo «Ma che giustizia è?» la Padania punta il dito contro una immigrazione «incontrollata» e contro una giustizia ritenuta lassista.>> ( da  bergamoggi.it )  nonostante   l'indagato   sia  stato scagionato.
E  al   cardinale Tettamanzi (    finalmente  qualcuno  , spero non sia di circostanza   ed ipocrita ma reale  , degli altri papaveri  delle  gerarchie   ecclesiastiche dice  una cosa  giusta  )  : <<   Davanti ai gravissmi fatti che stiamo apprendendo dalla cronaca restiamo sconcertati», ha scandito Tettamanzi davanti ai rappresentanti delle istituzioni: «Prego non si sovrapponga genericamente a tutti gli immigrati la categoria della delinquenza». Tettamanzi ha invitato i milanesi e gli amministratori a lavorare per la «coesione sociale», tornando sulla lite della moschea con una «riflessione sulla possibilità di disporre di luoghi di culto.>>



 

Nessun commento: