07/06/08

c'era una volta gli stazzi




per i non sardi  che  mi chiedono  visto che ne  ho parlato  molto nei primi post  di  questo notro blog  cosa sono gli stazzi   ecco qui la risposta

3 commenti:

Fioredicollina ha detto...

anche in campgna da me ve ne sono alcuni abbandonati, io li chiamo 'ruderi' !

compagnidiviaggio ha detto...

si sono ruderi . ma io preferisco chiamarli connil loro nome visto il significato che essi ahnnno come avrai letto dal linl che ho lasciato sotto la foto

ceglieterrestre ha detto...

Casetta


Ciao Giuseppe, in una casa così, ho passato il periodo della guerra, la mia infanzia, con i miei fratelli e nonna Elisabetta.Nella mia mente la piccola casetta di pieta c'è ancora stampata. Sento ancora il profumo della mentuccia, che entrava dall'unica porta. Nell'interno, in tempo di pace si rimettevano gli attrezzi e i sacchi

pieni di castagne. Noi bambini, dormivamo, su letti fatti di foglie di

granturco. Il torrente Rio Torbido era la nostra sala giochi, con l'argilla, facevamo pupazzi e io saltellavo, da una pietra all'altra, per rincorrere le rane. Anche se da voi si chiama 'Stazzu' nella Gallura, per me resterà sempre la mia piccola casetta fatata, nel bosco di castagne, nell'antica terra di Tuscia.